L'orca assassina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)
« You revengeful son-of-a-bitch... you win! You want revenge? You'll have it! I'm coming to get you... I'll fight you! You revengeful son-of-a-bitch...... you win! Do you hear me? You win! »
(IT)
« Brutto figlio di puttana, ti vuoi vendicare... hai vinto tu! Vuoi la vendetta? L'avrai! Vengo dove vuoi tu... io ti ammazzo! Ti accontenterò brutto figlio di puttana... hai vinto tu! Mi senti? Hai vinto tu! »
(Nolan rivolgendosi all'orca dopo l'attacco alla gamba di Annie)
L'orca assassina
L'orca assassina.png
Scena finale, in cui l'orca rivolta la lastra di ghiaccio facendo cadere Nolan in mare.
Titolo originale Orca
Paese di produzione USA
Anno 1977
Durata 105 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere Horror , Avventura, thriller, azione, drammatico
Regia Michael Anderson
Soggetto Luciano Vincenzoni, Sergio Donati, Robert Towne, Arthur Herzog (romanzo)
Sceneggiatura Luciano Vincenzoni, Sergio Donati, Robert Towne
Produttore Dino De Laurentiis
Fotografia J. Barry Herron, Ted Moore
Montaggio John Bloom, Marion Rothman, Ralph E. Winters
Musiche Ennio Morricone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'orca assassina (noto all'estero come Orca o Orca: The Killer Whale) è un film drammatico horror del 1977, parzialmente ispirato all'omonimo romanzo di Arthur Herzog, diretto da Michael Anderson e prodotto da Dino De Laurentiis, con protagonisti gli attori Richard Harris e Charlotte Rampling. Il film inizialmente fu scarsamente accolto da critica e pubblico, ed ebbe poco successo nei cinema, a causa anche della somiglianza con il film Lo squalo di Steven Spielberg uscito solo due anni prima. Tuttavia negli anni successivi, il film è stato rivalutato positivamente dalla critica ed è divenuto un fenomeno di culto attraverso la nicchia del sottogenere della categoria horror.[1] Richard Harris apprezzò molto la sua esperienza durante le riprese, e difese il film da ogni paragone fatto con Lo squalo.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Rachel Bedford (Charlotte Rampling) osserva un'orca uccidere uno squalo bianco. Si dedica quindi allo studio del comportamento dell’animale e della sua fisiologia mentre Nolan (Richard Harris) pensa solo a catturare un'orca per venderla ad un acquario e risanare la sua situazione economica. Finisce però con l’uccidere un esemplare femmina gravida, che abortisce. Questo gesto farà nascere nel compagno rimasto in vita una furia vendicatrice. L'orca maschio comincia a seminare il panico nella cittadina dove Nolan risiede, speronando durante la notte le barche in sosta lungo i moli arrecando danni ingenti.

La popolazione del luogo sostiene che il comportamento dell'animale sia dovuto al fatto che vuole vendicarsi dell'uccisione della compagna gravida e che cerca a tutti i costi un faccia a faccia con l'autore dello sterminio: Nolan. In un primo momento Nolan è scettico e non crede che l'animale abbia dei risentimenti vendicativi come se fosse un essere umano, ma quando una notte l'orca distrugge la sua casa in riva al mare e amputa la gamba alla sua amica si ricrede.

Pensa di cambiare aria e di allontanarsi dal villaggio per andare altrove, ma i suoi concittadini gli proibiscono di farlo e lo invitano a combattere l'animale, in quanto quest'ultimo non cesserà di tormentare la cittadina se Nolan non si decide alla battaglia.

A questo punto Nolan e la sua troupe, assieme a Bedford salpano con un'imbarcazione e danno la caccia all'orca. Quest'ultima si fa seguire verso le gelide acque del nord e dopo una violenta battaglia pone fine alla sua vendetta uccidendo Nolan e i suoi, ma lasciando indenne Bedford.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Al produttore Luciano Vincenzoni fu prima assegnato di dare al film un punto di partenza, dopo essere stato chiamato da Dino de Laurentiis, nel mezzo della notte del 1975. Dopo aver ammesso di aver guardato Lo squalo, Vincenzoni fu istruito da de Laurentiis a "trovare un pesce più duro e terribile dello squalo bianco". Avendo poca conoscenza della fauna marina, Vincenzoni fu indirizzato alle orche marine da suo fratello Adriano, il quale aveva una passione per la zoologia. Le riprese si svolsero in gran parte nella zona di Newfoundland, l'isola facente parte della provincia di Newfoundland e delle coste del Labrador, ed in Canada durante la stagione di pesca. La maggior parte delle riprese presero vita nella città di Petty Harbor, a circa 15 chilometri a sud della capitale di St. John.

L'orca che fu utilizzata per le riprese, era un esemplare addestrato proveniente dall'acquario di San Francisco, tuttavia furono usate anche orche artificiali di gomma, tali modelli erano così realistici, che molti camion che li trasportavano furono bloccati dagli animalisti, poiché confusi per orche reali. Lo squalo usato all'inizio del film, fu catturato dal noto pescatore di squali Ron Taylor. Lo scenario voleva rappresentare una regione polare delle coste del Labrador e fu creato in Malta, dal disegnatore Mario Garbuglia.[3] Richard Harris instisté nel fare da sé le scene acrobatiche nelle sequenze ambientate nei ghiacci, senza l'ausilio di un vero stuntman, rischiando di morire diverse volte.[2] Per il film fu stimato un budget di 6 milioni di dollari.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Remembering the Horror of Orca, The Killer Whale!, BloodyDisgusting.
  2. ^ a b (EN) Callan, Michael Feeney Richard Harris: Sex, Death & the Movies, Robson, 2004 ISBN 1-86105-766-0]
  3. ^ Vincenzoni, Luciano Pane e cinema: il racconto di una vita straordinaria consacrata al mondo del cinema, Gremese Editore, 2005, ISBN 88-8440-391-X

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema