L'amore che non muore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'amore che non muore
L'amore che non muore.jpg
Una scena del film
Titolo originaleLa Veuve de Saint-Pierre
Paese di produzioneFrancia, Canada
Anno2000
Durata112 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico
RegiaPatrice Leconte
SoggettoClaude Faraldo
SceneggiaturaPatrice Leconte
ProduttoreFrédéric Brillion, Gilles Legrand
Casa di produzioneEpithète Films, France 2 Cinéma, France 3 Cinéma, Cinémaginaire Inc.
FotografiaEduardo Serra
MontaggioJoëlle Hache
MusichePascal Estève
ScenografiaIvan Maussion
CostumiChristian Gasc
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'amore che non muore (La Veuve de Saint-Pierre) è un film del 2000 diretto da Patrice Leconte.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Isole di Saint-Pierre e Miquelon, nel 1849. A seguito di un crimine delittuoso due sbandati e disadattati vengono condannati alla pena capitale per ghigliottina, ma durante il tragitto dal tribunale al carcere-caserma dei militari uno dei due muore accidentalmente e l'altro, Ariel Neel Auguste, viene preso in custodia da Jean, capitano della guarnigione e cavaliere ussaro con la moglie a carico Pauline.

In attesa dell'arrivo dello strumento di morte e del relativo boia che dovrà eseguire la condanna, passano molti mesi (due stagioni almeno) durante i quali il condannato si distingue per buona condotta e per creare ottimi rapporti con la popolazione dell'isola, con la moglie del capitano e con lo stesso comandante, che agli occhi del governatore e dei notabili passa come non collaborativo alla gestione del prigioniero. Quando infine sull'isola giunge la ghigliottina, il capitano si rifiuta di garantire l'esecuzione; verrà condannato per sedizione e giustiziato mediante fucilazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema