L'accusa è: violenza carnale e omicidio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'accusa è: violenza carnale e omicidio
L'accusa è violenza carnale e omicidio.jpg
Il magistrato (Jean Gabin) e Teresa (Sophia Loren)
Titolo originale Verdict
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1974
Durata 95 min
Rapporto 1,66 : 1
Genere drammatico
Regia André Cayatte
Sceneggiatura Paul Andréota, André Cayatte, Henri Coupon, Pierre Dumayet, Luciano Vincenzoni
Produttore Carlo Ponti
Casa di produzione Compagnia Cinematografica Champion, Les Films Concordia, PECF
Fotografia Jean Badal
Montaggio Paul Cayatte
Costumi Francine Galliard-Risler
Interpreti e personaggi

L'accusa è: violenza carnale e omicidio (Verdict) è un film del 1974, diretto da André Cayatte.

Il film è noto anche col titolo: Il testamento.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Presidente di tribunale Legun una sera, mentre si trova a casa solo con la moglie Nicole, rifiuta di ricevere la signora Teresa Léoni che vorrebbe chiedere pietà per il figlio André sotto processo per la violenza carnale e l'assassinio di Annie Chartier. Leguen, noto per la sua severità, conduce infatti la prima udienza con l'abituale drasticità. Allora Teresa, vedova di un bandito, convinta dell'innocenza del figlio, prende in ostaggio la signora Nicole e ricatta il marito. Questi, avendo tentato invano di far mutare parere alla ricattatrice, cambia atteggiamento e, nonostante la meraviglia generale e le osservazioni del Procuratore Generale, influisce sui giurati fino a strappare loro il verdetto di assoluzione piena. Ma Nicole, bisognosa di iniezioni quotidiane a causa del diabete, rifiuta le medicine e muore. Con questa involontaria morte sulla coscienza e dopo la confessione del figlio liberato, Teresa si getta con la macchina contro una muraglia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema