L'Opričnik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Opričnik
Titolo originale Опричник
Lingua originale russo
Musica Pëtr Il'ič Čajkovskij
Libretto Pëtr Il'ič Čajkovskij
Fonti letterarie Ivan Ivanovič Lažečnikov, dramma omonimo
Atti 4 atti e 5 scene
Epoca di composizione 1870-72
Prima rappr. 12 (24) aprile 1874
Teatro Teatro Mariinskij, San Pietroburgo
Personaggi
  • Il Principe Žemčužnyj (basso)
  • Natal'ja, sua figlia (soprano)
  • Molčan Mitkov, fidanzato di Natal'ja (basso)
  • La boiarda Morozova, vedova, (mezzosoprano)
  • Andrej Morozov, suo figlio (tenore)
  • Basmanov, un giovane opričnik (contralto)
  • Il Principe Vjaz'minskij (baritono)
  • Zachar'evna, nutrice di Natal'ja (soprano)
  • Coro (popolo, opričniki, domestiche, servitori di Žemčužnyj)
Autografo Biblioteca musicale centrale del teatro Mariinskij, San Pietroburgo

L'Opričnik o L'ufficiale della guardia, è un'opera lirica in 4 atti e 5 scene, di Pëtr Il'ič Čajkovskij su suo libretto, tratto dalla tragedia omonima di Ivan Ivanovič Lažečnikov.

Storia della composizione[modifica | modifica sorgente]

Čajkovskij lavorò all'opera dal febbraio 1870 al marzo 1872. In essa vennero inserite delle musiche tratte dalla sua prima opera Il Voevoda (1869). L'opera venne dedicata al granduca Konstantin Nikolaevič Romanov, e la prima ebbe luogo al teatro Mariinskij di San Pietroburgo il 12 (24) aprile 1874. L'organico dell'orchestra era il seguente[1]:

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'azione ha luogo a Mosca al tempo dell'Opričnina (1565-73).

Atto I[modifica | modifica sorgente]

Il giardino della dimora degli Žemčužnyj. Il principe Žemčužnyj promette in sposa la figlia Natal'ja al vecchio boiardo Mitkov, che per amore non chiederà alla sposa la dote. Ma Natal'ja è ancora innamorata del suo precedente fidanzato Andrej Morozov, al quale era legata fin dall'infanzia. Successivamente però tra le due famiglie sorse un odio implacabile, legato anche all'istituzione dell'Opričnina: la famiglia Morozov fa parte dell'antica nobiltà feudale, oggetto delle persecuzioni degli opričniki. Andrej, per compiacere il principe Žemčužnyj ed ottenere la mano di sua figlia, decide di seguire il consiglio del suo amico Basmanov ed entrare negli opričniki.

Atto II[modifica | modifica sorgente]

Scena prima L'isba dove Andrej vive con la madre dopo che la loro famiglia è caduta in disgrazia. Andrej torna a casa con i soldi ricevuti da Basmanov, ma la madre, piena di odio e di sdegno verso gli opričniki, li rifiuta. Andrej decide così, per tranquillizzarla, di non rivelarle il suo proposito di recarsi dallo zar per chiedere di entrare a far parte degli opričniki.
Scena seconda La residenza dello zar ad Aleksandrov. Andrej, in preda a grande sofferenza e titubanza, entra nell'Opričnina: a forza giura di rinnegare tutta la sua vita precedente e ripudiare sua madre ed i suoi parenti. Il principe Vjaz'minskij, mortale nemico dei Morozov, che assiste alla cerimonia, nota con piacere il tormento interiore di Andrej ed inizia a pensare a come tendergli una trappola.

Atto III[modifica | modifica sorgente]

In una piazza di Mosca. Natal'ja, fuggita dal padre e dall'odiato promesso sposo, chiede protezione ai Morozov, ma l'anziana vedova gliela rifiuta. Il principe Žemčužnyj, adirato con la figlia, la cattura e la fa legare dai suoi servi, quando arrivano Andrej e Basmanov alla testa degli opričniki e liberano la ragazza. La vedova, vedendo che suo figlio è diventato un opričnik, lo maledice. Andrej ne è così turbato che decide di andare dallo zar per chiedergli di poter uscire dagli opričniki.

Atto IV[modifica | modifica sorgente]

La residenza dello zar ad Aleksandrov. Si celebrano le nozze tra Andrej e Natal'ja. Anche se lo zar ha accolto la richiesta di Andrej, quest'ultimo è però legato dal giuramento di obbedienza fino alla mezzanotte. Giunge Vjaz'minskij con un ordine dello zar: egli vuole per sé la bella Natal'ja. Invano Basmanov tenta di convincere Andrej che si vuole solo mettere alla prova la sua fedeltà: egli si rifiuta di eseguire l'ordine, infrangendo il giuramento.
Sulla piazza deserta c'è un patibolo: Vjaz'minskij conduce la vedova Morozova per mostrarle il figlio giustiziato e lei, a quella vista, cade morta. Un lugubre e solenne coro finale celebra il terribile zar.

Struttura dell'opera[modifica | modifica sorgente]

  • Introduzione

Atto I[modifica | modifica sorgente]

  • 1 Scena
  • 2 Coro delle fanciulle e canzone di Natal'ja
  • 3 Scena e coro
  • 4 Scena e coro degli opričniki
  • 5 Recitativo e arioso di Basmanov
  • 6 Arioso di Natal'ja e girotondo

Atto II[modifica | modifica sorgente]

  • Intermezzo[2]

Scena prima

  • 7 Scena e aria di Morozova
  • 8 Scena e duetto di Andrej e Morozova

Scena seconda

  • 9 Preludio, scena, aria di Vjaz'minskij, arioso di Andrej, scena e finale

Atto III[modifica | modifica sorgente]

  • Intermezzo
  • 10 Coro di popolani
  • 11 Recitativo, coro di ragazzi e duetto di Natal'ja e Morozova
  • 12 Scena e arioso di Natal'ja
  • 13 Finale, quartetto e coro finale

Atto IV[modifica | modifica sorgente]

  • 14 Coro nuziale
  • 15 Danze di opričniki e donne
  • 16 Recitativo, coro e duetto di Andrej e Natal'ja
  • 17 Coro e scena
  • 18 Scena e quartetto con coro
  • 19 Scena finale

Opere derivate[modifica | modifica sorgente]

Arrangiamenti del compositore

  • Pezzi per voce e pianoforte (1873)
  • Marcia funebre su un tema de L'Opričnik (1877, perduta)

Registrazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 1980, Coro e Orchestra della Radio e Televisione centrale dell'URSS, direttore Gennadij Provatorov, con Vladimirov, Miličkina, Nikitina, Matorin, Kuznecov, Kotov, Klënov
  • 2004, Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, direttore Gennadij Roždestvenskij, con Savenko, Grivnov, Durseneva, Ognovenko, De Mola, Uljanov, Dolenko, Lasoskaja

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.tchaikovsky-research.net/. URL consultato il 12 settembre 2012.
  2. ^ Secondo il fratello del compositore, Modest, questo brano fu scritto e orchestrato dal suo allievo Vladimir Šilovskij (http://www.tchaikovsky-research.net/en/Works/Operas/TH003/index.html)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Tchaikovsky by Reutlinger.jpg
Porträt des Komponisten Pjotr I. Tschaikowski (1840-1893).jpg
Opere di Pëtr Il'ič Čajkovskij

Il Voevoda · Undina · L'Opričnik · Il fabbro Vakula · Evgenij Onegin · La Pulzella d'Orléans · Mazepa · Gli stivaletti · La maliarda · La dama di picche · Iolanta