Lázně Toušeň

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lázně Toušeň
Comune mercato
Lázně Toušeň – Stemma Lázně Toušeň – Bandiera
Lázně Toušeň – Veduta
Chiesa di S. Floriano
Localizzazione
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
RegioneFlag of Central Bohemian Region.svg Boemia Centrale
DistrettoPraha-východ
Amministrazione
SindacoJitka Myslivečková
Territorio
Coordinate50°10′10″N 14°42′57″E / 50.169444°N 14.715833°E50.169444; 14.715833 (Lázně Toušeň)Coordinate: 50°10′10″N 14°42′57″E / 50.169444°N 14.715833°E50.169444; 14.715833 (Lázně Toušeň)
Altitudine177 m s.l.m.
Superficie5,55[1] km²
Abitanti1 240[2] (1º gennaio 2011)
Densità223,42 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale250 89
Fuso orarioUTC+1
Codice ČSÚCZ538914
TargaPH
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Lázně Toušeň
Lázně Toušeň
Lázně Toušeň – Mappa
Posizione di Lázně Toušeň nel distretto
Sito istituzionale

Lázně Toušeň (in tedesco Tauschin) è un comune mercato della Repubblica Ceca facente parte del distretto di Praha-východ, in Boemia Centrale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese si estende sulla riva sinistra del fiume Elba, ad un'altitudine di 177 m s.l.m.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima menzione scritta del paese risale al 1293, ma sono state rinvenute fonti risalenti al 3000 a.C. Il luogo servito come guardia del Elbfurt, che giaceva sulla strada sale. Nel XIII secolo apparteneva al feudo del re Arrigo VII. Sotto il regno di Giovanni di Lussemburgo il paese passò nelle mani dei signori von Michalovitz. Carlo IV, durante la sua permanenza qui, espresse il suo pensiero religioso, che trascrisse poi nelle sue memorie. Durante le guerre hussite, la città fu assediata da Jan Želivský e poi occupata dagli eserciti di Praga. Nel 1468 la città passò nelle mani del re di Boemia Giorgio di Poděbrady, i cui figli la vendettero nuovamente. Agli inizi del XVI secolo la città fu acquistata dal sindaco di Praga Jan Pasek, al quale si deve la costruzione del castello rinascimentale, piantagioni di vigneti, che aiutarono l'economia locale, giardini di luppolo e stagni. Nel 1547, il paese passò di nuovo nelle mani della corona e questa volta il proprietario era l'imperatore Ferdinando I. Durante la guerra dei trent'anni gli svedesi saccheggiarono e distrussero il comune. Solo alla fine del XVII secolo, quando il paese finì nelle mani della famiglia Waldstein, iniziò una lenta ripresa. Nel 1979 fu proclamata città. Nel 2006 c'è stato il rinnovo dello status di Městys.[3]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima scuola fondata nella città risale al 1661. La scuola attuale è stata costruita nel 1787 sul sito della precedente su richiesta personale dell'imperatore Giuseppe II. Nel 1971 è stata fornita di attrezzature quali il sistema di riscaldamento e la palestra. Nel 2006 c'è stata la ristrutturazione definitiva (soprattutto della facciata), particolarmente costosa. Nell'anno 2010 la scuola elementare registra 174 studenti.[4]

Edifici[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Floriano
    • Cappella di San Floriano
  • Castello rinascimentale
  • Biblioteca comunale
  • Municipio
  • Fanghi termali

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (XLS), su czso.cz. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  2. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (PDF), su czso.cz. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  3. ^ a b Storia del comune sul suo sito ufficiale.
  4. ^ Storia della scuola sul sito ufficiale del comune.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Repubblica Ceca Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Repubblica Ceca