L'uomo finito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'uomo finito
Titolo originaleThe Man That Was Used Up
Murders Rue Morgue 1843 prose.jpg
AutoreEdgar Allan Poe
1ª ed. originale1839
Genereracconto
Sottogenerefantastico, grottesco
Lingua originale inglese

L'uomo finito - Un racconto della recente campagna contro i Bugaboos e i Kickapoos (The Man That Was Used Up - A Tale of the Late Bugaboo and Kickapoo Campaign) è un racconto di Edgar Allan Poe pubblicato per la prima volta nella Burton's Gentleman's Magazine (agosto 1839)[1] ed inserito quindi nella raccolta Racconti del grottesco e dell'arabesco (Tales of the Grotesque and Arabesque) uscita nel 1840.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto è narrato in prima persona da un uomo al quale viene presentato, in circostanze che lui stesso non ricorda bene, il famoso generale John A.B.C. Smith, eroe della campagna militare contro le tribù indiane dei Bugaboos e i Kickapoos. Il generale sembra però alquanto restio a raccontare le vicende di quella guerra e preferisce discutere dei più recenti ritrovati della scienza e della tecnica. Deciso a sapere qualcosa di più sul conto di quest'uomo, il narratore si rivolge a diversi suoi conoscenti e amici per ottenere informazioni sulle avventure militari di John A.B.C. Smith; ma ogni qualvolta essi stanno per riferirgliele sopravviene un qualche fatto che interrompe il colloquio. Alla fine, il narratore riuscirà da solo a scoprire le bizzarre conseguenze del coraggio dimostrato dal generale durante la campagna contro i Bugaboos e i Kickapoos.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edgar Allan Poe, Tutti i racconti e le poesie, a cura di Carlo Izzo, Sansoni, Firenze, 1974.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura