L'ultimo sospiro del Moro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ultimo sospiro del Moro
Titolo originaleThe Moor's Last Sigh
AutoreSalman Rushdie
1ª ed. originale1995
Genereromanzo
Lingua originaleinglese

L'ultimo sospiro del Moro (The Moor's Last Sigh) è il quinto romanzo di Salman Rushdie, pubblicato nel 1995, il primo pubblicato dopo l'uscita de I versi satanici e le conseguenti ripercussioni. Nel libro vi sono diversi riferimenti alla propria vicenda personale, in particolare l'isolamento del narratore e l'ombra della morte che sembra seguirlo continuamente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo sospiro del Moro ripercorre la vita di quattro generazioni della famiglia del narratore, Moraes Zogoiby. Moraes, chiamato "Moro" in tutto il libro, è un personaggio eccezionale: il suo corpo invecchia con il doppio della velocità rispetto a una persona normale, e ha una mano deforme. Il libro si concentra anche sui rapporti del Moro con le donne della sua vita, tra cui sua madre Aurora, famosa artista nazionale, la sua prima maestra, e il suo primo amore, una scultrice carismatica e demente di nome Uma.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il libro ha vinto il premio Whitbread per il miglior romanzo nel 1995, ed è stato scelto tra i finalisti del Booker Prize nello stesso anno.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb16167486r (data)
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura