L'istituto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'istituto
Titolo originaleThe Institute
AutoreStephen King
1ª ed. originale2019
Genereromanzo
Sottogenerehorror, fantascienza
Lingua originaleinglese

L'Istituto è un romanzo horror/fantascientifico di Stephen King, pubblicato in contemporanea negli USA e in Italia il 10 settembre 2019.[1][2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tim Jamieson lascia il suo lavoro in Florida e si accinge a trasferirsi a New York City. Tuttavia, per una coincidenza, cede il suo posto sull'aereo e si ritrova invece nella piccola e sperduta cittadina di DuPray, in South Carolina. Essendo stato un ex poliziotto, Tim trova facilmente lavoro come guardia notturna, guadagnandosi la simpatia dei cittadini.

Nel frattempo, a Minneapolis, tre intrusi entrano nella notte a casa del dodicenne Luke Ellis, uccidono i suoi genitori, drogano e rapiscono il ragazzino.[3] Al risveglio, Luke scopre di trovarsi in una stanza identica alla sua ma in un edificio chiamato "L'istituto", collocato (come viene a sapere in seguito) nel cuore dei boschi del Maine.

L'istituto ospita altri bambini e ragazzini, tutti dotati di particolari poteri extrasensoriali - ovvero telepatia e telecinesi - più o meno potenti. Luke si trova al momento nella zona della struttura definita Blocco B dove fa la conoscenza e amicizia di altri ragazzi: Kalisha, Nick, George, Iris e, successivamente, Helen Simms e il giovanissimo Avery Dixon, di soli dieci anni. Nella struttura i bambini, dopo un periodo di tempo indeterminato, sono "promossi" al Blocco A, per poi sparire e non essere più rivisiti. Lo staff della struttura promette che i loro genitori stanno bene e torneranno da loro quando avranno terminato i compiti assegnatogli, ma i bambini non ci credono intuendo la verità.

Il capo della struttura è la signora Sigsby che, assieme al resto del personale, si occupa di studiare, potenziare e sfruttare i poteri dei bambini, i quali vengono classificati come TP (telepatici) o TK (telecinetici), mediante torture spietate paragonabili a quelli di Josef Mengele. In particolare, uno degli obiettivi principali è infondere ad alcuni ragazzi ambedue i poteri, essendo stato scoperto che vi sono ragazzini telecinetici in grado di assimilare anche la telepatia e viceversa. Una volta che i poteri dei bambini raggiungono il culmine tramite gli esperimenti, vengono portati al Blocco A. Luke, che è dotato di un'intelligenza fuori dalla norma (non considerata dal personale dell'edificio, che è interessato solo ai suoi poteri), comincia a progettare una via di fuga mano a mano che i suoi amici scompaiono perché "promossi".

Un aiuto prezioso al bambino viene da Avery, che è un telepatico estremamente potente, e da Maureen, donna delle pulizia dell'istituto che spesso si finge amica dei ragazzini per poi rivelare i loro segreti alla signora Sigsby in cambio di aumenti di paga. Tuttavia, dei grossi problemi finanziari che l'hanno portata a separarsi dal marito e ad ammalarsi gravemente la portano ad accettare l'aiuto di Luke, che le spiega come gestire i suoi soldi per poter consegnare i risparmi al figlio che non ha mai potuto conoscere. Luke riesce a fuggire, tagliandosi nel mentre il lobo dell'orecchio nel quale era impiantato un localizzatore, e, a causa della superficialità della sicurezza, il personale dell'istituto si accorge della sua fuga solo dopo quasi ventiquattr'ore. Inoltre Maureen, dopo aver aiutato Luke, si suicida impiccandosi per non far scoprire il suo coinvolgimento in un possibile seguente interrogatorio. Dopo un lungo e frenetico viaggio via treno, Luke finisce nella cittadina di DuPray, dove incappa in Tim Jamieson e nei suoi colleghi.

Il proprietario di un hotel al soldo dell'Istituto chiama la signora Sigsby, per informarla che il ragazzino è arrivato nella città. Nel frattempo, Luke mostra a Tim e a diversi altri poliziotti una chiavetta USB fornitagli da Maureen che contiene una sua confessione sulle atrocità commesse nell'Istituto, incluso un video disturbante che mostra cosa succede ai bambini finiti nel Blocco A: qui il loro potere viene sfruttato al massimo per uccidere a distanza individui potenti mediante "incidenti", nonostante gli effetti collaterali portino i ragazzi alla pazzia e alla morte. In questo modo, Luke convince la polizia ad aiutarlo.

Intanto, buona parte del personale dell'istituto arriva sul posto per recuperare Luke o ucciderlo nel tentativo e innesca una sparatoria con la polizia, nella quale muoiono diversi poliziotti e quasi tutti gli sgherri dell'istituto tranne la signora Sigsby e un dottore del posto. Tim e Luke catturano la donna e fanno ritorno alla struttura assieme a lei con l'apparente intento di scambiare la sua vita per quella degli amici di Luke, trattando con il suo vice Stackhouse. Intuendo un inganno, Sigsby è costretta a mettersi alla guida dell'auto su cui i tre si stanno dirigendo all'istituto e resta per errore uccisa dal personale.

Nel frattempo, all'istituto, gli amici di Luke che si trovano al Blocco A hanno progettato di rivoltarsi, non volendo impazzire e morire per il consumo dei poteri. A loro si aggiunge Avery, che è stato torturato dopo che la Sigsby ha scoperto il suo coinvolgimento nella fuga di Luke e per aver coperto la sua destinazione (a causa di un'altra ragazzina che ha fatto la spia). Durante una delle punizioni, consistente nell'immersione estrema in una vasca, Avery ha sviluppato anche il potere della telecinesi all'insaputa dello staff dell'edificio. Il gruppo di bambini viene però bloccato in un corridoio e Stackhouse ordina la loro esecuzione mediante gas velenoso inserito nei condotti di aerazione. I ragazzi usano i loro poteri uniti per far levitare l'intera struttura dell'istituto, ma buona parte ne resta uccisa quando l'edificio viene fatto collassare; gli unici a salvarsi sono Kalisha, George, Helen e Nick.

I restanti membri dello staff dell'istituto vengono uccisi nel caos o fuggono e Tim prende in custodia Luke e i suoi amici sopravvissuti. Qualche tempo dopo, il gruppo riceve una visita dal supervisore della signora Sigsby (un misterioso individuo con un difetto di pronuncia), che dice loro che scopo dell'istituto era salvare il mondo eliminando persone che alcuni preveggenti etichettavano come pericolose per il futuro, a causa di determinate scelte che avrebbero compiuto. Nonostante ciò, tutti gli istituti presenti nel mondo sono andati distrutti durante la rivoluzione di quello del Maine, perché coordinati da Avery. Luke fa notare all'uomo che la chiaroveggenza è un metodo alquanto incerto per prevenire il futuro, basandosi solo su probabilità e che, comunque, non valeva la tortura e morte di centinaia di ragazzini come loro. L'individuo promette di lasciare Luke e i suoi amici in pace se non renderanno pubblici i contenuti della chiavetta USB di Maureen, conservata in una cassaforte di cui i ragazzini possiedono la chiave.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il sito web Book Marks, aggregatore di recensioni, ha riferito che il 35% dei critici ha dato al romanzo una recensione "entusiasta", il 48% dei critici ha espresso impressioni "positive" e il 17% ha fornito recensioni contrastanti, sulla base di un campione di 23 recensioni.[4]

Publishers Weekly ha dato al romanzo una recensione entusiastica, la scrittura di "King entusiasma con il più viscerale racconto di bambini che trionfano sul male dai tempi di It [...] Toccando nelle menti dei giovani personaggi, King crea un senso di minaccia e di intimità che avrà i lettori incantati [...] Non si spreca una parola in questo romanzo meticolosamente realizzato, che dimostra ancora una volta perché King è il re dell'orrore."[5]

Kirkus Reviews ha dichiarato: "I fan di King non rimarranno delusi, anche se la maggior parte preferirà probabilmente i personaggi più spaventosi di Shining e It."[6]

Carl Hays di Booklist ha elogiato il romanzo, dicendo: "I devoti di King , ovviamente, divoreranno questo ultimo voluttuoso girovita, ma qualsiasi lettore che cerchi un thriller intelligente su un'insolita organizzazione di operazioni nere troverà questo avvincente e gratificante. Con la sua solita miscela di colpi di scena e personaggi disegnati in modo vivido, King rimane in cima al suo gioco."[7]

Scrivendo per The Sunday Times, John Dugdale lo ha definito "un romanzo accattivante e ibrido", ma ne ha messo in dubbio il significato, dicendo "Tuttavia, ciò a cui si aggiunge tutto non è chiaro."[8]

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Adattamento televisivo[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 settembre 2019 è stata annunciata la realizzazione di un adattamento televisivo del romanzo che sarà prodotto da David E. Kelley e Jack Bender.[9]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura