L'incubo di Darwin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'incubo di Darwin
Titolo originaleDarwin's nightmare
Paese di produzioneAustria, Belgio, Francia
Anno2004
Durata107 min
Generedocumentario
RegiaHubert Sauper
Interpreti e personaggi
Premi

L'incubo di Darwin è un film-documentario del 2004, diretto dal regista austriaco Hubert Sauper e ambientato in Tanzania: è una potente denuncia e un'ironica, spaventosa, metafora degli “effetti collaterali” della globalizzazione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni sessanta venne introdotta sperimentalmente nel Lago Vittoria la specie ittica Lates niloticus (o persico del Nilo), che si moltiplicò così rapidamente da causare l'estinzione pressoché completa dei pesci locali. Una multinazionale del cibo e delle armi ha generato qui un'alleanza solida e globale. Vecchi cargo dell'ex Unione Sovietica atterrano ogni giorno all'aeroporto di Mwanza (Tanzania): portano in Africa armi, munizioni e carri armati per le innumerevoli guerre civili del continente e ripartono carichi di filetti di pesce per i mercati europei e giapponesi.

Vengono presentati gli effetti deleteri di questo commercio: gli abitanti del luogo soffrono per la carestia e non possono acquistare il pesce persico, che è troppo caro per loro; il Lago Vittoria è condannato ad una morte biologica; molte ragazze vengono sfruttate come prostitute e contribuiscono alla diffusione dell'AIDS, che colpisce quasi ogni famiglia; i pescatori lavorano in condizioni precarie, rischiando la vita a causa dei coccodrilli; i bambini di strada sono abbandonati a se stessi, fumano e sniffano una specie di colla derivata dal materiale con cui sono fatti i contenitori per il pesce.

Il regista[modifica | modifica wikitesto]

Hubert Sauper è nato in un villaggio del Tirolo, nelle Alpi austriache. Ha studiato regia a Vienna e a Parigi. Ha girato diversi documentari, con cui ha vinto svariati riconoscimenti internazionali. Darwin's Nightmare è il suo primo lungometraggio.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il documentario, presentato a Venezia nel 2004, fu vincitore del Premio Europa Cinemas.

È stato nominato agli Oscar 2006 come miglior documentario.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE7564361-3