L'Arminuta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'Arminuta
AutoreDonatella Di Pietrantonio
1ª ed. originale2017
Genereromanzo
Lingua originaleitaliano
AmbientazioneAbruzzo interno
Protagonistil'Arminuta

L'Arminuta è un romanzo di Donatella Di Pietrantonio, pubblicato nel 2017 e vincitore del Premio Campiello dello stesso anno,[1][2] e del Premio Napoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo — termine dialettale traducibile in «la ritornata»[3] — si riferisce alla protagonista, una tredicenne che, senza capirne la ragione, viene rimandata alla famiglia d'origine dopo essere vissuta fin da piccolina in una famiglia diversa che ha sempre creduto la sua. Si trova così ad affrontare una vita aspra, in un ambiente povero ed estraneo se non ostile. Solo la sorella Adriana, di poco più piccola, il fratello grande Vincenzo e il piccolo Giuseppe si distinguono, in modi diversi, in questa famiglia disordinata e confusa, e con loro la tredicenne — di cui non viene mai specificato il nome e che è individuata solo con il soprannome — riesce a stabilire relazioni. Particolarmente difficile è il rapporto con la madre, anch'essa senza nome, posta a confronto con Adalgisa, l'altra madre, emblema di affetto, cura, protezione. Sul finale, il romanzo svela i dettagli della situazione e i motivi del trasferimento, conosciuti da tutti ma sottaciuti alla protagonista.

La narrazione, condotta in prima persona seguendo il filo cronologico, è articolata in brevi capitoli. Il linguaggio è asciutto, intensamente espressivo, e riflette nell'alternarsi tra la lingua e brevi inserti in dialetto il contrasto fra i due mondi in cui l'Arminuta vive. Il libro approfondisce inoltre il tema del rapporto madre-figlio nei suoi lati più anomali e patologici.[3]

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Dal romanzo è stato tratto l'omonimo spettacolo teatrale, realizzato e prodotto dal Teatro Stabile d'Abruzzo con la regia di Lucrezia Guidone.[4] Lo spettacolo ha debuttato il 28 febbraio 2019 al teatro comunale dell'Aquila.[5]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campiello: vince Donatella Di Pietrantonio con "L'Arminuta", in la Repubblica, 9 settembre 2017. URL consultato il 9 settembre 2017.
  2. ^ Eleonora Falci, Campiello, vince l'Abruzzo con L'Arminuta, in ilcapoluogo.it, 10 settembre 2017. URL consultato il 10 settembre 2017.
  3. ^ a b Roberto Ciuffini, Le due madri di Donatella Di Pietrantonio: intervista alla scrittrice abruzzese diventata un caso editoriale nazionale, in news-town.it, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  4. ^ Teatro Stabile d'Abruzzo, L'Arminuta, su teatrostabile.abruzzo.it. URL consultato il 28 febbraio 2019.
  5. ^ Loredana Lombardo, TEATRO: L'ARMINUTA DEBUTTA A L'AQUILA PER IL TSA, DI PIETRANTONIO, GRANDE EMOZIONE E GRANDE ONORE, in abruzzoweb.it, 25 febbraio 2019. URL consultato il 28 febbraio 2019.
  6. ^ Premi letterari, su alassio.eu. URL consultato il 29 agosto 2019.
  7. ^ Premio Napoli, vince la Di Pietrantonio: «L'arminuta» miglior romanzo, su ilmattino.it. URL consultato il 14 aprile 2017.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura