L'Aleph

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Aleph
Titolo originale El Aleph
Autore Jorge Luis Borges
1ª ed. originale 1949
1ª ed. italiana 1961
Genere raccolta
Sottogenere racconti
Lingua originale spagnolo

L'Aleph (spagnolo: El Aleph) è una raccolta di racconti dello scrittore argentino Jorge Luis Borges pubblicato nel 1949. Nel 1952 l'autore ha aggiunto quattro racconti alla collezione, e nel 1974 ne ha apportato una revisione.

Il lavoro presenta diverse tematiche tipiche di Borges, tra cui l'immortalità, il labirinto, l'idea del tempo infinito.

Le storie[modifica | modifica wikitesto]

  • L'immortale (El inmortal)
  • Il morto (El Muerto)
  • I teologi (Los teólogos)
  • Storia del guerriero e della prigioniera (Historia del guerrero y la cautiva)
  • Biografia di Tadeo Isidoro Cruz (1829-1874) (Biografía de Tadeo Isidoro Cruz (1829-1874))
  • Emma Zunz (Emma Zunz)
  • La casa di Asterione (La casa de Asterión)
  • L'altra morte (La otra muerte)
  • Deutsches Requiem (Deutsches réquiem)
  • La ricerca di Averroè (La busca de Averroes)
  • Lo Zahir (El zahir)
  • La scrittura del dio (La escritura del Dios)
  • Abenjacàn il Bojarí, ucciso nel suo labirinto (Abenjacán el Bojarí, muerto en su laberinto)[1]
  • I due re e i due labirinti (Historia de los dos reyes y los dos laberintos)[1]
  • L'attesa (La espera)[1]
  • L'uomo sulla soglia (El hombre en el umbral)[1]
  • L'Aleph (El Aleph)

Nell'edizione Universale Economica Feltrinelli 334 alla fine vi è un breve Epilogo dello stesso Borges datato 1949 con una Postilla del 1952 contenenti alcune informazioni riguardo ai racconti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Aggiunto all'edizione del 1952.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura