Kya: Dark Lineage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kya: Dark Lineage
videogioco
Kya Dark Lineage.png
Screenshot di gioco
PiattaformaSony PlayStation 2
Data di pubblicazioneFlags of Canada and the United States.svg 18 novembre 2003
Flag of Europe.svg 2 aprile 2004
[1]
GenereAvventura, azione, piattaforme
SviluppoEden Games
PubblicazioneAtari
IdeazioneHervé Sliwa
Modalità di giocoGiocatore singolo

Kya: Dark Lineage è un videogioco a piattaforme per PlayStation 2 Sviluppato da Eden Games. Il gioco è stato pubblicato da Atari il 18 novembre 2003 in Nord America, e il 2 aprile 2004 in Europa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco inizia con Kya, protagonista del gioco, che sentendo uno strano rumore viene attratta in una stanza a lei sconosciuta. Lì trova Frank, il suo fratellastro, che attiva un portale il quale risucchia entrambi. Successivamente Kya si risveglia e vede tre Nativ, creature con le fattezze di animali, che la osservano mentre lei è distesa per terra. I tre esortano Kya ad alzarsi e a seguirli poiché vengono inseguiti da creature chiamate Wolfen. Tutti i Nativ eccetto uno, Aton, vengono catturati; poco dopo Kya e Aton raggiungono una città chiamata Nav City e Kya incontra il capo della città, Atea.

Atea le spiega che i Wolfen sono dei Nativ, che hanno subito una mutazione indotta da Brazul, che si scopre essere Alan, il padre di Kya. Successivamente Kya incontra Akasa, che le insegna a combattere utilizzando dei bracciali in grado di aumentare la sua forza, e acquisisce dei poteri che le danno la capacità di esorcizzare i Wolfen e farli tornare nella loro forma originale.

Atea accetta di aiutare Kya nella ricerca di Frank, ma in cambio lei deve aiutare i Nativ trasformati in Wolfen e farli tornare alla loro forma originale. Poco dopo Kya viene a conoscenza di un medaglione che ha la capacità di farla tornare nella sua dimensione, ma che è stato diviso in sette rune, e decide quindi di andarle a cercare. Durante la ricerca Aton tende un'imboscata a Kya presso una miniera di ambra magica, ma Kya riesce a scappare sfruttando il crollo di una zona della miniera.

Kya scopre che Brazul tiene Frank in ostaggio nel suo laboratorio e decide di andare a salvarlo, ma rimane stupefatta nel rivederlo poiché è stato trasformato da Brazul in un Wolfen. Dopo essersi scontrata con Frank, Kya lo esorcizza facendolo tornare alla normalità.

Kya riesce a raccogliere tutte e sette le rune che però le vengono sottratte da Brazul. Decide quindi di raggiungere la fortezza di Brazul e recuperare le rune. Nel viaggio incontra nuovamente Aton, trasformato in un Wolfen. Kya riesce a sconfiggere Aton e successivamente anche Brazul. Dopo aver recuperato le rune Kya torna a Nativ city dove attiva il portale per tornare a casa insieme a Frank. I due dopo aver attraversato il portale finiscono però in una zona deserta e vengono attaccati da una creatura.

Esiste un finale alternativo del gioco ottenibile solo se tutti i Wolfen vengono esorcizzati.[2]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La struttura di gioco è quella di un videogioco a piattaforme tridimensionale; il personaggio giocabile nonché protagonista è Kya. Lo scopo principale del gioco è quello di liberare Frank e salvare i Nativ trasformati in Wolfen. Al giocatore è possibile accedere a nuovi luoghi della mappa ogni qualvolta un Nativ esorcizzato fa ritorno a Nativ City. Il sistema di combattimento è principalmente corpo a corpo, anche se è possibile utilizzare alcune armi. Sono disponibili molteplici combinazioni di colpi, riguardo al corpo a corpo. Quando le combinazioni vanno a buon fine viene attivato un effetto rallentatore sulla schermata del giocatore. Inoltre è possibile aumentare l'efficacia dei colpi acquistando potenziamenti presso i negozi. Tra le armi utilizzabili è presente un boomerang, che ha la particolare capacità di scatenare una rissa fra i nemici. Infatti se il boomerang viene lanciato più volte verso un Wolfen che si trova all'interno di un gruppo di nemici, senza che il giocatore venga scoperto, il Wolfen darà la colpa ai suoi alleati iniziando quindi uno scontro. All'interno della mappa è possibile spostarsi, in determinate occasioni, sfruttando le correnti d'aria o attraverso uno snowboard. Nel gioco sono presenti anche situazioni di tipo "stealth".[3]

Sviluppo e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Durante lo sviluppo del gioco Eden Studios pensò di ambientare il mondo del gioco su isole volanti. Al di sopra di queste isole doveva esserci la città dove risiedeva Kya che fu pensata inizialmente come un personaggio maschile.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kya: Dark Lineage Review, su ign.com. URL consultato il 31 maggio 2017.
  2. ^ Kya: Dark Lineage – Trucchi, su multiplayer.it. URL consultato il 20 giugno 2017.
  3. ^ Recensione Kya-Dark Lineage, su everyeye.it, 17 Febbraio 2004. URL consultato il 20 giugno 2017.
  4. ^ Alberto Torgano, Kya: Dark Lineage, Intervista con Stephane Baudet, su videogame.it, 2 Settembre 2003. URL consultato il 20 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi