Kurfürstendamm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kurfürstendamm
Berlin Kurfürstendamm 118093a.jpg
Localizzazione
Stato Germania Germania
Città Berlino
Distretto Charlottenburg-Wilmersdorf
Quartiere Charlottenburg, Wilmersdorf, Halensee
Caratteristiche
Tipo strada urbana
Intitolazione ai principi elettori del Brandeburgo
Collegamenti
Inizio Breitscheidplatz
Fine Rathenauplatz
Trasporti stazione di Halensee; stazioni della metropolitana di Kurfürstendamm, Uhlandstraße e Adenauerplatz
Mappa
Mappa di localizzazione: Berlino
Kurfürstendamm
Kurfürstendamm

Coordinate: 52°30′03″N 13°18′46″E / 52.500833°N 13.312778°E52.500833; 13.312778

Il Kurfürstendamm (spesso abbreviato in Ku'damm) è un viale di Berlino.

Lungo 3,5 km, collega Breitscheidplatz a Rathenauplatz, attraversando i quartieri di Charlottenburg, Grunewald, Halensee e Wilmersdorf. Il suo nome trae origine dai Principi elettori del Sacro Romano Impero, che in tedesco sono chiamati Kurfürsten, e venne creato nel XVI secolo dal principe Gioacchino II in una zona allora paludosa. Aveva la funzione di collegare il castello cittadino con la residenza di caccia di Grunewald.

L'idea di trasformare questa via in un largo viale venne nel 1870 all'architetto Johann Anton Wilhelm von Carstenn. Su iniziativa di Bismarck[1] quindi, nel 1880 si cominciò la costruzione di un largo viale (54 metri) su esempio dei parigini Champs Élysées. Nel 1925 una parte del viale venne rinominata in Budapester Straße. Siccome però i numeri civici rimasero invariati, ancora oggi la numerazione sul Kurfürstendamm inizia dal numero 11. Con i suoi bei palazzi il viale si trasformò velocemente in importante e lussuoso centro commerciale con numerosi e famosi caffè (Café des Westens, Café Schillin, Café Kranzler - punti di incontro per scrittori, attori, intellettuali), teatri, cabaret (Kabarett der Komiker, Nelson-Theater, Kabarett Größenwahn), Varietés e Cinema. Diventò in pratica un punto di incontro rinomato negli anni venti e trenta.

Dopo aver subìto gravi danni durante la seconda guerra mondiale, a partire dal 1948, con la divisione della città, la zona intorno al Kurfürstendamm si configurò come il centro di Berlino Ovest. Vennero costruiti nuovi edifici, uffici, grandi magazzini e il Kurfürstendamm assunse la funzione di "vetrina del capitalismo", contrapposta alla Berlino Est socialista. Con la costruzione del muro di Berlino (1961), però, questa funzione venne a cessare. Il Kurfürstendamm perse parecchio del suo splendore, grazie anche all'invasione di ristoranti fast food e di negozietti di chincaglierie.

Dal 1990, con la caduta del muro, il Kurfürstendamm ha dovuto affrontare la concorrenza del centro storico Mitte, e in particolare della Friedrichstraße. Tuttavia, la presenza di numerose firme del mondo della moda, di alberghi di lusso e di nuovi complessi architettonici hanno permesso al viale di conservare il suo primato di prima strada commerciale berlinese.

Edifici notevoli[modifica | modifica wikitesto]

Sul lato destro:

Sul lato sinistro:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le feste del Ku'damm, ilpost.it, 31 maggio 2011. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  2. ^ a b Architekturführer Berlin, p. 164
  3. ^ a b Architekturführer Berlin, p. 165
  4. ^ Architekturführer Berlin, p. 167
  5. ^ a b Das neue Gesicht Berlins, tavola 17
  6. ^ Architekturführer Berlin, p. 169
  7. ^ Architekturführer Berlin, p. 163
  8. ^ Architekturführer Berlin, p. 168
  9. ^ Architekturführer Berlin, p. 237

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Das neue Gesicht Berlins, Berlino, Arani Verlagsgesellschaft, 1957, ISBN non esistente.
  • (DE) AA.VV., Architekturführer Berlin, 6ª ed., Berlino, Dietrich Reimer Verlag, 2001, ISBN 3-496-01211-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania