Krumiri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Krumiri
Krumiri (4085416867).jpg
Origini
Altri nomiCrumiri
Luogo d'origineItalia Italia
RegionePiemonte
Creato daDomenico Rossi
Zona di produzioneCasale Monferrato
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria
Ingredienti principalifarina, burro, zucchero, uovo, vaniglia

I krumiri o crumiri sono i biscotti tipici di Casale Monferrato, nati nel 1878[1]. È probabilmente in ricordo di Vittorio Emanuele II, morto quell'anno, che i krumiri presero la tipica forma rassomigliante ai suoi baffi[2][3][4]. Sono stati inclusi tra i prodotti agroalimentari tradizionali (P.A.T.) piemontesi (cod.:295)[5].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

I Crumiri prendono nome dalla parola crumiro, che significa lavoratore non aderente a uno sciopero; a sua volta la parola deriva dalla bellicosa tribù tunisina dei Khumir, che diede pretesto alla Francia per invadere la Tunisia nel 1881.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Creati dal pasticciere casalese Domenico Rossi nel 1878, nel 1890 il sindaco di Casale Monferrato riconobbe al Rossi la paternità dei Krumiri dopo vari premi e dal 1972 i biscotti sono protetti anche da un brevetto[6][2][7][4].

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

(Dosi per 20-25 biscotti)

  • 350 grammi di farina 0 oppure 1 di grano tenero;
  • 110 grammi di burro;
  • 140 grammi di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 2 tuorli;
  • Mezza bacca di vaniglia fresca;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniele Farina, Krumiri Rossi, ricetta e storia dei biscotti simbolo di Casale Monferrato
  2. ^ a b Luigi Cremona, L'Italia dei dolci, Touring Editore, 2004, p. 33, ISBN 88-365-2931-3.
  3. ^ Krumiri di Casalmonferrato - Scheda prodotto - Gente del FUD - Il social fud network firmato Garofalo, su Il social fud network firmato Garofalo. URL consultato il July 18, 2016.
  4. ^ a b Paolo Massobrio, Il Golosario - Guida alle cose buone d'Italia, Comunica, 2016, p. 48.
  5. ^ Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Decreto 7 giugno 2012. Dodicesima revisione dell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali - Allegato, in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.142, 20 giugno 2012, p. 53.
  6. ^ Krumiri di Casale
  7. ^ Ernst Knam, Che paradiso è senza cioccolato?, Edizioni Mondadori, 2014, ISBN 88-520-4677-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]