Kromfohrländer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kromfohrländer
Kromfohrlaender rauhaar liegend.jpg
Classificazione FCI - n. 192
Gruppo 9 Cani da compagnia
Sezione 10 Kromfohrländer
Standard n. 192 del 12/10/1998 (en )
Varietà a pelo liscio e a pelo ruvido
Tipo braccoide
Origine Germania
Altezza al garrese 38-46 cm
Peso ideale maschi 11-16 kg; femmine 9-14 kg
Lista di razze canine

Il Kromfohrländer è una razza canina riconosciuta dalla FCI (Standard N. 192, Gruppo 9, Sezione 10).

È una delle razze tedesche più recenti, selezionata allo scopo di ottenere un cane da compagnia e da guardia adatto per la vita in città. La razza è stata riconosciuta a livello internazionale nel 1955. L'allevatrice che ha selezionato la razza, la signora Ilse Scheifenbaum, abitava nella regione di Siegen (Renania Settentrionale-Westfalia), vicino al distretto Krom Fohr, da cui il nome "Kromfohrländer". Dai suoi antenati, il Fox Terrier e il Grand Griffon Vendéen, ha ereditato l'indole affabile, il temperamento e il carattere.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Kromfohrländer a pelo ruvido.
Kromfohrländer a pelo liscio.

La testa è cuneiforme, con stop ben definito, muso che si assottiglia verso il tartufo (nero e con narici ben aperte), e canna nasale diritta.

Gli occhi, ovali e leggermente obliqui, sono di colore bruno scuro. Le orecchie, attaccate basse, sono triangolari e pendenti.

Esistono due varietà, una a pelo ruvido ed una a pelo liscio. Il colore del mantello sul corpo è di base bianco con macchie marrone chiaro, fuoco o marrone molto scuro; il pelo sulla testa invece è a macchie marrone chiaro, fuoco, fino al marrone molto scuro sulle guance, al di sopra degli occhi e sulle orecchie.

La coda, di lunghezza media, è portata a sciabola e leggermente arcuata.

Temperamento[modifica | modifica wikitesto]

È un cane molto affettuoso, docile, intelligente, portato per fare la guardia. Adatto a vivere in appartamento.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • "Cani. Conoscere, riconoscere e allevare tutte le razze canine più note del mondo", a cura di Rino Falappi, De Agostini, 2003. ISBN 88-418-0997-3

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani