Kristina Andersson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kristina Andersson
Kristina Anderson Semmering 1996.jpg
Kristina Andresson a Semmering nel 1996
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 165 cm
Peso 56 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale
Squadra Östersund-Frösö SLK
Termine carriera 1998
Palmarès
Coppa Europa 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Maria Kristina Andersson (Solna, 20 maggio 1965) è un'ex sciatrice alpina svedese, vincitrice della Coppa Europa nel 1993.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1987-1993[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di Frösön, comune in seguito unito a Östersund, la Andersson ottenne il primo risultato di rilievo in carriera classificandosi 7ª nello slalom speciale di Coppa del Mondo disputato in Val di Zoldo il 21 dicembre 1986. Esordì ai Giochi olimpici invernali a Calgary 1988, dove si piazzò 22ª nello slalom gigante e non concluse lo slalom speciale, e ai Campionati mondiali a Saalbach-Hinterglemm 1991, dove nelle medesime specialità fu rispettivamente 9ª e 10ª. In seguito, l'11 marzo dello stesso anno, colse a Lake Louise il suo primo podio in Coppa del Mondo: 2ª in slalom speciale.

Ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 si classificò 10ª nello slalom gigante e 11ª nello slalom speciale. L'anno dopo prese parte ai Mondiali di Morioka, piazzandosi 18ª nello slalom gigante e 4ª nello slalom speciale, e vinse la Coppa Europa 1993.

Stagioni 1994-1999[modifica | modifica wikitesto]

Ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994, sua ultima presenza olimpica, fu 19ª nello slalom speciale e non completò lo slalom gigante. Nel 1996 ottenne la sua unica vittoria, nonché ultimo podio, in Coppa del Mondo, il 7 gennaio a Maribor in slalom speciale, e prese parte ai Mondiali della Sierra Nevada, classificandosi 6ª nello slalom speciale. L'anno dopo, nella rassegna iridata di Sestriere (suoi ultimi Mondiali), nella medesima specialità fu 27ª.

La stagione 1997-1998 fu l'ultima disputata dalla Andersson ai massimi livelli: in Coppa Europa colse in slalom speciale la sua ultima vittoria (il 22 gennaio a Schönried) e il suo ultimo podio (il 15 febbraio a Missen, 2ª), mentre in Coppa del Mondo la sua ultima gara fu lo slalom speciale disputato a Saalbach-Hinterglemm il 1º marzo, che chiuse al 21º posto. Continuò a prendere parte ad alcune gare minori fino al definitivo ritiro, avvenuto nel dicembre del 1998.

Bilancio della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Specialista delle prove tecniche in attività tra la metà degli anni 1980 e il decennio successivo, fu una dei punti di forza della squadra svedese dell'epoca. Pur non riuscendo a eguagliare i risultati di compagne di squadra quali Pernilla Wiberg, in carriera fu in grado di aggiudicarsi una Coppa Europa, nella stagione 1992-1993, e a vincere una gara di Coppa del Mondo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 20ª nel 1993
  • 7 podi (tutti in slalom speciale):
    • 1 vittoria
    • 2 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
7 gennaio 1996 Maribor Slovenia Slovenia SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
19 dicembre 1994 Gressoney-La-Trinité Italia Italia SL
10 dicembre 1995 Špindlerův Mlýn Rep. Ceca Rep. Ceca SL
22 gennaio 1998 Schönried Austria Austria SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

Campionati svedesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Alpint damer (albo d'oro femminile dei Campionati svedesi di sci alpino 1937-2010), su skidor.com, Federazione sciistica della Svezia. URL consultato il 22 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2012).
  2. ^ (EN) Kristina Andersson - Results - National Championships, su fis-ski.com. URL consultato il 22 agosto 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]