Kristel Köbrich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kristel Kobrich)
Kristel Köbrich
Kristel Kobrich, Rio 2009.jpg
Kristel Köbrich a Rio de Janeiro nel 2009.
Nome Kristel Arianne Köbrich Schimpl
Nazionalità Cile Cile
Altezza 1,71 cm
Peso 60 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità 800 e 1500 sl
Palmarès
Giochi PanPacifici 0 0 1
Giochi Panamericani 1 1 2
Giochi sudamericani 5 6 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 27 luglio 2015

Kristel Arianne Köbrich Schimpl (Santiago del Cile, 9 agosto 1985) è una nuotatrice cilena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attuale primatista sudamericana degli 800 e 1500 stile libero, nel 2009 è stata premiata come miglior sportiva cilena dell'anno[1]. Nel 2003 si mise in luce ai giochi panamericani di Santo Domingo per essere stata la prima cilena a vincere una medaglia in questa manifestazione. Alle olimpiadi di Atene 2004 rimase per poco fuori dalla finale degli 800 stile, riuscirà invece ad entrare nella finale dei campionati del mondo del 2007, prima cilena ad entrare in una finale mondiale, giungendo ottava, posizione che migliorerà ai Campionati mondiali di nuoto 2009 arrivando a un passo dal podio, classificandosi quarta nei 1500 stile libero.

Il 20 ottobre del 2011 vince la medaglia d'oro negli 800 stile ai giochi panamericani di Guadalajara, dopo aver ottenuto anche un bronzo nei 400 stile libero.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Irvine 2010: bronzo nei 1500m sl.
Santo Domingo 2003: bronzo negli 800m sl.
Guadalajara 2011: oro negli 800m sl e bronzo nei 400m sl.
Toronto 2015: argento negli 800m sl.
Belem 2002: argento negli 800m sl e bronzo nei 400m sl.
Buenos Aires 2006: oro negli 800m sl e nei 1500m sl e argento nei 400m sl.
Medellin 2010: oro nei 1500m sl, argento nei 400m sl e negli 800m sl.
Santiago 2014: oro nei 1500m sl e nella 10 km, argento nei 400m sl e negli 800m sl e bronzo nella 3 km a squadre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) la tercera, Köbrich es elegida la mejor deportista chilena del año, latercera.com. URL consultato il 19 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]