Krapina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Krapina
comune
Krapina – Bandiera
Krapina – Veduta
La barocca Chiesa della Madonna di Gerusalemme
Localizzazione
StatoCroazia Croazia
RegioneKrapina-Zagorje County coat of arms.png Krapina e Zagorje
Amministrazione
SindacoJosip Horvat
Territorio
Coordinate46°09′N 15°52′E / 46.15°N 15.866667°E46.15; 15.866667 (Krapina)Coordinate: 46°09′N 15°52′E / 46.15°N 15.866667°E46.15; 15.866667 (Krapina)
Altitudine203 m s.l.m.
Superficie58 km²
Abitanti12 950 (2001)
Densità223,28 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale49 000
Prefisso049
Fuso orarioUTC+1
TargaKR
PatronoSan Nicola
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Krapina
Krapina
Sito istituzionale

Krapina è una cittadina della Croazia, capoluogo della regione di Krapina e dello Zagorje.

Si trova lungo il fiume Krapinica, nella regione storica di Hrvatsko Zagorje, a circa 55 km dalla capitale Zagabria.

Ha dato i natali a Mirko Drazen Grmek, storico della medicina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'uomo è presente in questo luogo da un lontano passato che va da 120 000 a 50 000 anni testimoniato. Infatti nel 1899 l'archeologo e paleontologo Dragutin Gorjanović-Kramberger, scoprì sulla collina di Hušnjak, nei dintorni occidentali della città, fino a 800 fossili di uomini di Neanderthal, vecchi di più di 100 000 anni. Questo sito ricevette il Marchio del patrimonio europeo.

Il nome della città è strettamente correlato al fiume Krapinica, che una volta abbondava di carpe. Infatti nel dialetto caicavo il pesce carpa è chiamato Krap.

I primi documenti scritti che menzionano Krapina risalgono al 1193. Nel Medioevo c'era una fortezza reale, alla base della quale l'insediamento iniziò a svilupparsi. Nel XIV secolo alcune famiglie nobili vi si installarono e Krapina divenne luogo di Libero mercato. La nobile famiglia Keglević acquistò la città nella prima metà del XVI secolo e vi si stabilì nel pieno della turbolenza ottomana in Croazia. Le famiglie nobili erano protettrici degli ordini ecclesiastici, tanto che a Krapina, nel XVII secolo, vennero i Francescani che costruirono il loro monastero. Inoltre nel corso del XVIII secolo vennero costruite numerose chiese nel territorio.

Nel diciannovesimo secolo, durante il risveglio della coscienza nazionale e la fondazione della lingua letteraria croata, a Krapina nacque Ljudevit Gaj, il principale leader del risveglio nazionale croato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Madonna di Gerusalemme, sorge sulla collina di Trški Vrh, è il capolavoro barocco della regione.
  • Chiesa di Santa Caterina e Monastero francescano. Vennero fondati nel 1650 e conserva un'antica biblioteca.
  • Parrocchiale di San Nicola. Eretta la prima volta nel 1311, andò distrutta in un terremoto nel XIX secolo. Quella attuale venne riedificata su progetto di Josip Vancaš.
  • Museo dell'Uomo di Neanderthal

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131346056 · LCCN (ENn80060330 · GND (DE4110385-3
Croazia Portale Croazia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Croazia