Krampus - Natale non è sempre Natale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Krampus - Natale non è sempre Natale
Krampus - Natale non è sempre Natale.png
Titolo originaleKrampus
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2015
Durata98 min
Rapporto2,35:1
Generecommedia, fantastico, orrore
RegiaMichael Dougherty
SoggettoMichael Dougherty
SceneggiaturaMichael Dougherty, Todd Casey, Zach Shields
ProduttoreMichael Dougherty, Alex Garcia, Jon Jashni, Thomas Tull
Casa di produzioneLegendary Pictures, Universal Pictures
Distribuzione (Italia)Universal Pictures
FotografiaJules O'Loughlin
MontaggioJohn Axelrad
Effetti specialiRyan Hartnett
MusicheDouglas Pipes
ScenografiaJules Cook
CostumiBob Buck
TruccoNatasha Lees
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Krampus - Natale non è sempre Natale (Krampus) è un film del 2015 co-scritto, co-prodotto e diretto da Michael Dougherty. Il film è una commedia-horror basata sulla figura leggendaria del Krampus, demone che secondo la leggenda accompagna l'arrivo di San Nicholas.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato tre giorni prima di Natale, il film segue una famiglia periferica che si riunisce per passare le feste assieme: Tom, Sarah, loro figlia Beth e il figlio più giovane Max; Linda (sorella di Sarah), suo marito Howard assieme ai loro figli Stevie, Jordan, Howie Junior, la nuova figlia neonata e Dorothy, la zia di Sarah e Linda. È presente anche Omi, la nonna paterna germanica di Max.

Max vorrebbe che la famiglia seguisse le tradizioni natalizie, ma scoppia in lite durante la cena quando le cugine lo prendono in giro per credere ancora in Babbo Natale. In un impeto di rabbia, Max strappa la sua letterina per Babbo Natale e la getta dalla finestra. Poco dopo, però, si scatena una tormenta di neve che causa un black out per tutto il quartiere. Preoccupata per il suo fidanzato, Beth decide di uscire fuori per andare a trovarlo a casa sua. Durante la camminata, Beth viene inseguita da una strana figura cornuta saltellante per i tetti. Beth si nasconde sotto un furgone finché la creatura non si allontana lasciandosi dietro un jack-in-the-box dal quale fuoriesce un mostro che l'assale.

Stufi di aspettare senza corrente, Tom e Howard decidono di avventurarsi fuori per riportare dentro Beth. Tom e Howard trovano un furgone, sotto il quale Beth si era nascosta, distrutto e quando raggiungono la casa del suo fidanzato la trovano devastata, con il camino che sembra esploso dall'interno e delle grosse impronte per terra che sembrano appartenere a una capra. Durante il ritorno a casa, Howard viene attaccato da una creatura che si muove sotto la neve, ma Tom lo salva sparandole. Appena rientrati, Tom decide di serrare ermeticamente tutta la casa chiudendo porte e finestre, e promette a Sarah di cercare Beth il mattino seguente. Howard cerca di rimanere di guardia per la notte, ma si addormenta. Un omino di pan di zenzero agganciato a un uncino viene calato giù per il camino e cattura Howie trascinandolo via.

Il resto della famiglia si risveglia e cerca di soccorrere Howie senza riuscirci e Sarah rimane scioccata dal biscotto vivente. A questo punto Omi rivela alla famiglia che cosa sta succedendo: sono stati presi di mira dal Krampus, una spietata entità demoniaca che punisce coloro che perdono lo spirito del Natale, definendolo "L'ombra di Santa Claus". Da piccola, a seguito della povertà del suo villaggio, gli abitanti e i genitori di Omi persero l'amore per la festività diventando più avari e spezzandole il cuore, come accaduto a Max, facendole involontariamente invocare il Krampus, che portò via i suoi genitori risparmiandola e regalandole un campanello col suo nome sopra, per ricordarle che cosa succede se perde lo spirito del Natale.

In soffitta, dove erano stati messi dei regali misteriosi che la famiglia aveva ricevuto per posta, i pacchi iniziano a muoversi. Le cugine salgono su e trovano der Klown, un mostruoso jack-in-the-box che assale Jordan e la fagocita come un serpente. Vengono in seguito attaccati da altri giocattoli assassini: un orso di peluche, un angelo, un robot e degli omini di pan di zenzero viventi, ma riescono a porre resistenza. Prima di poter eliminare der Klown, però, gli elfi aiutanti del Krampus irrompono nella casa e catturano Dorothy, Howard e la sua figlia neonata. Omi decide di sacrificarsi per permettere ai sopravvissuti di guadagnare tempo e scappare, venendo infilata nel sacco del Krampus dove viene uccisa dai balocchi assassini.

Fuori casa, Tom, Sarah e Linda vengono inghiottiti dal mostro che si muove sotto la neve, lasciando Max solo. Il bambino viene raggiunto dal Krampus, che gli regala un campanello come aveva fatto con Omi, avvolto nella sua letterina scartata, prima di allontanarsi per finire il lavoro: apre un portale per l'Inferno e vi lascia cadere Stevie. Disperato, Max raggiunge il Krampus e gli supplica di risparmiare la sua famiglia e gli offre di essere portato via al loro posto. Il Krampus lo afferra sporgendolo sopra il pozzo infernale. Max si scusa per aver perso lo spirito del Natale dicendo che tutto quello che desiderava era solo che la sua famiglia passasse le feste in felicità. Krampus non dice nulla e lo lascia precipitare all'Inferno.

Max si risveglia cadendo dal letto. Si rende conto che è la mattina del Natale e fuori dalla finestra il quartiere è normale. Scende giù in soggiorno e vede che la sua famiglia è tornata e stanno felicemente scartando i regali. Nel finale, Max si rincuora dal fatto che era solo un sogno, finché non apre il suo regalo e ci trova il campanello del Krampus. In quel momento a partire da Sarah e Tom, tutti i presenti vedendo il campanello, iniziano a ricordare ciò che è accaduto e sebbene non dicano una parola, lo sguardo sui loro volti è più che eloquente.

La camera si allontana e scopriamo che Krampus osserva la famiglia di Max (e tante altre case) attraverso delle sfere di vetro con la neve. Il film si conclude con gli aiutanti di Krampus che saltano verso il pubblico.

Fumetto[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'uscita del film, è stato pubblicato il fumetto prequel dell'opera intitolato Krampus: The Shadow of Saint Nicholas. Il fumetto narra la storia di altre persone e famiglie che sono state punite dal Krampus, sempre per aver perso lo spirito del Natale per vari motivi. Il fumetto chiarisce inoltre il mistero dell'ultima scena del film e conferma che Krampus non trascina veramente all'Inferno coloro che rapisce ma li mette alla prova e li aiuta, di fatto, a ritrovare lo spirito del Natale per poi sorvegliarli dal suo laboratorio e assicurarsi che abbiano imparato la lezione.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer italiano del film viene diffuso l'8 settembre 2015[1].

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 4 dicembre 2015[2]. In Italia era inizialmente prevista l'uscita per il 3 dicembre prima di essere annullata senza una nuova data di distribuzione. L'uscita in DVD E Blu-Ray è prevista per il 4 maggio 2016. Il 22 Dicembre 2017 è stato trasmesso in prima visione su Italia 1 alle 23:15.[3]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto positivamente dalla critica, soprattutto per gli omaggi ad altri horror come Gremlins e La cosa. Su Rotten Tomatoes il film ha una media iniziale di gradimento del 66%.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film parte con un buon weekend molto sopra le aspettative incassando oltre 16 milioni di dollari, diventando il secondo film con più incassi del fine settimana dopo Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Trailer, Trailer ufficiale. URL consultato il 9 settembre 2015. YouTube
  2. ^ (EN) (EN) You Better Watch Out, the Krampus Trailer is Here!, su ComingSoon.net, 9 settembre 2015. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  3. ^ (PL) Krampus - Natale non è sempre Natale (2015) - Telemagazyn.pl, su telemagazyn.pl. URL consultato il 18 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema