Kombato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kombato è l'arte marziale militare brasiliana, inventata da Paulo Albuquerque.

È un'arte di combattimento che si basa sull'autodifesa, su tecniche d'attacco e tecniche militari. Il kombato viene insegnato ai reparti della marina, dell'aviazione e della polizia federale brasiliana.

Viene insegnata da preparati istruttori che calibrano il corso sulle potenzialità e necessità dell'alunno. Al privato cittadino vengono insegnati tutti quegli accorgimenti per evitare innanzitutto situazioni di pericolo: il concetto basilare è quello di passare da una situazione di pericolo a una di sicurezza. Questo non comporta obbligatoriamente la necessità di sconfiggere il nemico, piuttosto lo scopo di interrompere la sua azione di aggressione e metterlo in condizioni di non nuocere oltre. Rimedi ovvi sono i più comuni accorgimenti di sicurezza (evitare luoghi bui in orari notturni o quartieri malfrequentati, non ostentare oggetti che possano attirare attenzione) ai quali vengono aggiunte preparazione fisica e mentale, la capacità cioè di tenere sempre sotto controllo l'evolversi dei fatti e dei propri stati emotivi. Inoltre si studia l'uso di armi occasionali e improvvisate tra gli oggetti che si è soliti avere addosso, come telefoni cellulari, penne, chiavi, borse, accendini, che all'occorrenza, se ben usati, possono contribuire alla propria difesa. Ricorrono ovviamente le consuete raccomandazioni di calma e controllo, oltre al fatto che è una tecnica che non va imparata per offendere, e questo non per questioni etiche, ma perché così facendo si altera la natura stessa del corso, concepito per la sola difesa.

Uno step successivo di Kombato passa dalla difesa personale alla difesa di terze persone. In questo caso l'allenamento procede a gruppi e non singolarmente, e vengono definiti i ruoli da ricoprire in situazioni di terze persone in pericolo di aggressione, rapimento, vita. I ruoli generalmente definiti sono:

1. Chi contratta con l'aggressore i termini di rilascio dell'ostaggio

2. L'addetto al disarmo/blocco dell'aggressore

3. L'addetto alla sicurezza dell'ostaggio, che provvede alla sicurezza dello stesso nel minor tempo possibile.

L'azione sincronizzata di questi tre agenti viene simulata e allenata in palestra, vengono corretti difetti e viene sviluppata la condizione mentale ottimale da mantenere, oltre al coordinamento e sincronizzazione dei tre ruoli. Questi sono intercambiabili tra i vari agenti ed ognuno è addestrato a ricoprire il proprio ruolo, che viene determinato non dall'allenamento in palestra ma dall'adattamento alla situazione (in generale chi contratta è di solito chi si trova di fronte mentre gli altri provvedono ad avvicinarsi in maniera furtiva e improvvisa dagli angoli morti)

L'ultima parte di Kombato è riservata alla preparazione delle forze speciali di esercito e pubblica sicurezza in cui quanto precedentemente esposto è portato in situazioni estreme, verificabili in ambiente di guerra.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]