Klimt (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Klimt
Klimt (film 2006).JPG
Una scena del film
Titolo originaleKlimt
Lingua originaleInglese, Tedesco, Francese
Paese di produzioneAustria, Francia, Germania, Regno Unito
Anno2006
Durata129 min
Rapporto1,85:1
Generedrammatico, biografico
RegiaRaúl Ruiz
SoggettoRaúl Ruiz
SceneggiaturaRaúl Ruiz
ProduttorePaulo Branco, Rose-Marie Couture, Matthew Justice, Dieter Limbek, Helene Moio Limbek, Arno Ortmair, Dieter Pochlatko, Andreas Schmid, Ira Zloczower
Casa di produzioneEPO-Film-Produktionsges, Film-Line Produktion, Lunar Films, Gémini Films, Austrian Film Institute, Beta Film, Centre National de la Cinématographie (CNC), Degeto Film, Eurimages, Filmfonds Wien, Filmstiftung Nordrhein-Westfalen, Invicta Capital, Österreichischer Rundfunk
Distribuzione (Italia)PFA Films, Revolver Film
FotografiaRicardo Aronovich
MontaggioTony Lawson, Valeria Sarmiento
Effetti specialiTissi Brandhofer, Andrea Korth, Benjamin Kotter
MusicheJorge Arriagada
ScenografiaRudolf Czettel, Katharina Wöppermann
CostumiBirgit Hutter
TruccoEileen Kastner-Delago, Peter Owen, Waldemar Pokromski, Adolf Uhrmacher, Simone Vollmer, Werner Höfling, Jeannette Latzelsberger
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
Nomination al Moscow International Film Festival 2006: Golden St. George (Raoul Ruiz)

Klimt è un film di Raúl Ruiz del 2006 sulla vita del pittore Gustav Klimt.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film mostra il periodo della morte del pittore disteso sul letto di un ospedale. Partendo da quell'istante ripercorre per flashback i successi in vita, gli incontri presso i caffè di Vienna e i dibattiti accesi sugli stili dell'arte, la secessione viennese e la premiazione a Parigi. Nella trama si rende anche visibile l'erotismo contenuto nelle sue tele, gli istanti di creazione e il rapporto con le donne sino al momento della sua fine assistito da un'infermiera e dall'amico Schiele.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato al Festival di Berlino del 2006 e, nello stesso anno, è stato presentato fuori concorso al Torino Film Festival.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]