Kirk Kilgour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kirk Kilgour
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Schiacciatore
Carriera
Giovanili
1968-1973 UC Los Angeles
Squadre di club
1973-1976Rosso e Blu.svg Ariccia Volley Club
Nazionale
1968-1975 Stati Uniti Stati Uniti
Carriera da allenatore
1979-1981Pepperdine1° All.
1985Pepperdine2° All.
Palmarès
Transparent.png Campionato nordamericano
Oro Messico 1973
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2011

Kirk Douglas Kilgour (Los Angeles, 28 dicembre 1947Denver, 10 luglio 2002) è stato un pallavolista e allenatore di pallavolo statunitense.

Giocava nel ruolo di schiacciatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Los Angeles (USA) il 28 dicembre 1947, durante i suoi primi studi (Mira Costa High School e Bellevue Community College) inizia praticando baseball, atletica e soprattutto basket, diventando capitano della squadra di Bellevue ed essendo eletto Giocatore Difensivo dell'Anno dello Stato di Washington. Nel 1968 l'allenatore Al Scates lo convince a dedicarsi a tempo pieno al volley e a trasferirsi alla UCLA (University of Los Angeles - California), dove, oltre ad iscriversi al corso di laurea in psicologia, inizia la sua carriera pallavolistica. Nello stesso anno debutta con la nazionale statunitense dove giocherà per sette anni.

Negli anni successivi diventa campione universitario con gli UCLA Bruins nel 1970 e nel 1971, divenendo MVP della Division I NCAA 1971.

Nell'estate 1973 l'Ariccia Volley Club, neopromossa in serie A, lo ingaggia facendolo diventare il primo pallavolista statunitense a militare nel campionato italiano. Oltre a giocare con la squadra, frequenta le scuole di Ariccia dove tiene, come supplente, lezioni gratuite di inglese e ginnastica.

Nella stagione 1973-74 arriva secondo in campionato, mentre, l'anno successivo, vince lo scudetto (il primo vinto a sud di Firenze), arrivando davanti alla Panini Modena. Nell'autunno 1975 viene nominato assistente allenatore della Nazionale Italiana.

Kilgour, al centro in seconda fila, in una foto con la squadra

L'incidente[modifica | modifica wikitesto]

L'8 gennaio 1976, svolgendo un esercizio al "cavallo", cadde malamente, subendo una lussazione della quinta vertebra cervicale con lesione al midollo spinale, con conseguente totale e irreversibile paralisi ai quattro arti.

Da quel giorno Kilgour visse con grandissimo coraggio e forza d'animo su una sedia a rotelle, progettata con congegni inediti comandati da impulsi vocali, che l'accompagnò per il resto della vita, aiutandolo a portare avanti le sue molteplici attività in giro per il mondo.

Tornato negli Stati Uniti, iniziò una carriera da commentatore sportivo, da allenatore (alla Pepperdine University dal 79 all'81 e vice-allenatore nell'85 quando il college conquistò il titolo NCAA), da scrittore, produttore, consulente sull'handicap, docente a corsi di motivazione e volontario negli ospedali.

La sua maglia numero 13 della squadra di pallavolo dell'UCLA fu definitivamente ritirata nel 1986.

L'11 febbraio del 2000 in Piazza San Pietro a Roma al Giubileo degli Ammalati recitò davanti a Papa Giovanni Paolo II, dalla sua sedia a rotelle, una preghiera che lui stesso aveva composto.

La Preghiera[modifica | modifica wikitesto]

Chiesi a Dio di essere forte
per eseguire progetti grandiosi:
Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.
Domandai a Dio che mi desse la salute
per realizzare grandi imprese:
Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.
Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:
mi ha fatto povero per non essere egoista.
Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me:
Egli mi ha dato l'umiliazione perché io avessi bisogno di loro.
Domandai a Dio tutto per godere la vita:
mi ha lasciato la vita
perché potessi apprezzare tutto.
Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,
ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno
e quasi contro la mia volontà.
Le preghiere che non feci furono esaudite.
Sii lodato; o mio Signore, fra tutti gli uomini
nessuno possiede quello che ho io!

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Kirk Douglas Kilgour si spense il 10 luglio del 2002 a Denver, all'età di 54 anni. Nell'ultimo anno le sue condizioni di salute peggiorarono progressivamente a causa della lunghissima immobilità, a seguito delle complicanze dovute ad una polmonite.

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

A Kirk Kilgour è stato intitolato il palasport di Ariccia, inoltre la Volleyball Hall of Fame gli assegna la Mintonette Medallion of Merit postuma, nel 2002, per i suoi meriti sportivi.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

1970, 1971
1974-75

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

1985

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]