Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kimiko Date

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kimiko Date Krumm)
Kimiko Date
Kimiko Date-Krumm 5, 2015 Wimbledon Qualifying - Diliff.jpg
Kimiko Date al Torneo di Wimbledon 2015
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 163 cm
Peso 53 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirata 1996 (1º ritiro)

2017 (2º ritiro)

Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 433 - 251
Titoli vinti 8 WTA, 14 ITF
Miglior ranking 4ª (13 novembre 1995)
Ranking attuale 1201ª (28 agosto 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (1994)
Francia Roland Garros SF (1995)
Regno Unito Wimbledon SF (1996)
Stati Uniti US Open QF (1993, 1994)
Altri tornei
Tour Finals SF (1994)
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (1996)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 179 - 134
Titoli vinti 6 WTA, 7 ITF
Miglior ranking 28ª (19 gennaio 2015)
Ranking attuale 37ª (18 maggio 2015)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1992)
Francia Roland Garros 2T (1993, 2011, 2013, 2014, 2015)
Regno Unito Wimbledon 3T (2011)
Stati Uniti US Open SF (2014)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 2T (1992)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 18 maggio 2015

Kimiko Date (クルム 伊達 公子 Kurumu Date Kimiko?; Kyoto, 28 settembre 1970) è una tennista giapponese.

Dal 2001 al 2016 si è fatta anche chiamare Kimiko Date-Krumm, avendo sposato il pilota automobilistico tedesco Michael Krumm, col quale ha vissuto a Tokyo. Nel gennaio 2017 la coppia ha annunciato la separazione.

Attualmente è la tennista più anziana del circuito. Nella sua longeva carriera si è aggiudicata in tutto 8 tornei WTA in singolare e 6 in doppio, spingendosi fino alla 4ª posizione in classifica mondiale e raggiungendo la semifinale agli Australian Open nel 1994, al Roland Garros nel 1995 e a Wimbledon nel 1996.

Ritiratasi nel 1996, è tornata inaspettatamente all'agonismo dodici anni dopo, nel 2008. Con la vittoria nel torneo di Seul nel 2009, è diventata la seconda tennista più anziana dell'Era Open (preceduta solo da Billie Jean King) ad essersi aggiudicata un titolo WTA, all'incredibile età di 39 anni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Fa il suo esordio nel circuito professionistico nel marzo 1989[1] e riesce ad accedere al Roland Garros come lucky loser. A Parigi vince il match d'esordio contro la statunitense Michelle Torres ma si arrende al secondo turno davanti alla tedesca Martina Pawlik. In stagione riesce a partecipare anche al Torneo di Wimbledon e agli US Open uscendone però sempre sconfitta al primo turno.

A inizio 1990 gioca l'unico Slam che le manca, ottenendo un quarto turno agli Australian Open dopo aver eliminato sulla sua strada anche Pam Shriver, testa di serie numero undici. Grazie al quarto turno raggiunto a Melbourne riesce ad entrare per la prima volta nella top-100 mondiale.[1] L'anno successivo arriva la prima finale nel circuito WTA, a Los Angeles supera le qualificazioni per il tabellone principale e successivamente elimina tre teste di serie prima di raggiungere la finale. Nel match decisivo viene tuttavia sconfitta da Monica Seles in due set. Grazie alla finale raggiunta ottiene un grande salto in classifica, entrando per la prima volta nella top-50.[1] I passi avanti continuano e nel 1992 vince il suo primo titolo, a Tokyo, entrando così a far parte delle prime venti tenniste al mondo.

1993 - 1996, le vittorie e il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 inizia a farsi notare maggiormente, vince di nuovo il torneo a Tokyo e gioca altre due finali in stagione (Osaka e Tokyo). Ottiene inoltre un'importante semifinale a Miami e i quarti di finale agli US Open. Il 1994 inizia nel migliore dei modi, vince infatti ai primi di gennaio il titolo a Sydney su Mary Joe Fernandez mentre agli Australian Open raggiunge le semifinali dove deve però arrendersi a Steffi Graf. Durante l'anno riesce a vincere, per la terza volta, il titolo a Tokyo e a raggiungere i quarti di finale a Miami e agli US Open. Grazie all'ottima stagione partecipa al WTA Tour Championships dove si ferma alle semifinali.

Nel 1995 gioca quattro finali, tra cui spicca la finale persa a Miami da Steffi Graf. All'Open di Francia si avventura fino alle semifinali, sconfitta da Arantxa Sánchez Vicario. A Wimbledon dimostra di sapersi adattare anche al gioco sull'erba raggiungendo per la prima volta in carriera i quarti di finale nello Slam londinese, venendo sconfitta da Jana Novotná. Grazie all'ottima stagione raggiunge a novembre la quarta posizione in classifica mondiale, il suo miglior piazzamento in carriera. Nel 1996 vince due titoli, a Tokyo e San Diego, e raggiunge quattro volte la semifinale tra cui spicca quella a Wimbledon persa con Steffi Graf. Partecipa alle sue seconde Olimpiadi, arrivando fino ai quarti ad Atlanta. Il 24 settembre annuncia il suo ritiro alla fine della stagione 1996, a fine anno lascia il tennis occupando l'ottava posizione in classifica e dopo 149 settimane in top-10.[1]

Il ritorno (2008)[modifica | modifica wikitesto]

È sorprendentemente rientrata nel circuito professionistico nell'aprile 2008, ben dodici anni dopo, e nel giugno dello stesso anno ha vinto il primo torneo dopo il rientro, imponendosi nel Tokyo Ariake International Ladies Open. Sempre nel 2008 ha vinto i campionati nazionali giapponesi sia nel singolare che nel doppio. Nel settembre 2009 ha vinto il torneo WTA di Seul, risultando la seconda giocatrice più "anziana" ad imporsi in una tappa del circuito dopo Billie Jean King[2].

Il 27 settembre 2010 ha battuto Marija Šarapova al primo turno del Toray Pan Pacific Open per 7-5, 3-6, 6-3. Nel torneo di Wimbledon del 2011 lotta in maniera splendida contro la 5 volte campionessa Venus Williams, ma alla fine si arrende alla statunitense col risultato finale di 6-7(6),6-3,8-6.[3]

Il 16 ottobre 2011 vince il titolo di doppio nel torneo Wta di Osaka in coppia con Shuai Zhang contro Vania King e Jaroslava Švedova. A fine stagione non riesce a confermare i risultati dell'anno precedente (finale ad Osaka, semifinale a Bali, quarti a Seul e ottavi a Tokyo) ed esce dalle prime 100 giocatrici al mondo per la prima volta dal 2009. Il 30 ottobre 2011 vince il torneo 100.000 $ di Poitiers e ritorna così alla vittoria di un torneo nel circuito ITF dopo Toyota nel 2009. La settimana seguente raggiunge la finale nel 100.000 $ +H. di Taipei, dove perde però con un duplice 6-2 da Ayumi Morita.

Inoltre centra la finale nel 75.000 $+H. torneo di Toyota, dove si arrende alla tailandese Tanasugarn in due set, di conseguenza ritorna nelle top 100 e si piazza all'88º posto. Ad inizio 2012 vince il 50.000 $ di Quanzhou ma poi perde al primo turno degli Australian Open da Eléni Daniilídou. Partecipa per la prima volta in carriera ad un torneo di doppio misto, insieme al connazionale Kei Nishikori ma i due sono stati eliminati agli ottavi di finale, mentre nel doppio femminile è stata eliminata insieme alla cinese Zhang al primo turno.

Si ripresenta alla finale di un torneo WTA all'HP Open 2012 in coppia con Heather Watson, di ventidue anni più giovane, ma vengono sconfitte dal team statunitense Raquel Kops-Jones-Abigail Spears. A inizio 2013 prende parte all'Australian Open e vince il primo match nello Slam asiatico dal lontano 1996 superando la numero dodici del seeding Nadia Petrova, con questo risultato ha stabilito il record di anzianità per la vincitrice di un match nel tabellone principale dello Slam australiano.[4] Si avventura fino al terzo turno dove viene sconfitta dalla serba Jovanovski.

Nel mese di febbraio riesce a vincere il quarto titolo in doppio a Pattaya e nel mese di aprile vince il quinto a Monterrey insieme a Tímea Babos. A Wimbledon 2013 raggiunge il terzo turno, diventando la giocatrice più anziana a vincere due incontri in un torneo Slam[5], prima di arrendersi alla numero uno al mondo Serena Williams.

Il ritiro : 2017[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi operata più volte e tentato (senza riuscirci ) di ritornare tra le prime 100 del mondo , la Date annuncia il ritiro il 28 Agosto 2017 , all'età di 47 anni ed una eterna carriera.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (8)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (1) Premier Mandatory (0)
Tier II (2) Premier 5 (0)
Tier III (3) Premier (0)
Tier IV & V (1) International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 6 aprile 1992 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Belgio Sabine Appelmans 7-5, 3-6, 6-3
2. 5 aprile 1993 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo (2) Cemento Paesi Bassi Stephanie Rottier 6-1, 6-3
3. 10 gennaio 1994 Australia Medibank International, Sydney Cemento Stati Uniti Mary Joe Fernandez 6-4, 6-2
4. 4 aprile 1994 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo (3) Cemento Stati Uniti Amy Frazier 7-5, 6-0
5. 30 gennaio 1995 Giappone Toray Pan Pacific Open, Tokyo Sintetico (i) Stati Uniti Lindsay Davenport 6-1, 6-2
6. 15 aprile 1996 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo (4) Cemento Stati Uniti Amy Frazier 6-4, 7-5
7. 19 agosto 1996 Stati Uniti San Diego Open, San Diego Cemento Spagna Arantxa Sánchez Vicario 3-6, 6-3, 6-0
8. 27 settembre 2009 Corea del Sud Hansol Korea Open, Seul Cemento Spagna Anabel Medina Garrigues 6-3, 6-3

Sconfitte in finale (8)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (1) Premier Mandatory (0)
Tier II (2) Premier 5 (0)
Tier III (3) Premier (0)
Tier IV & V (0) International (1)
Tier V (0) WTA 125s (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 12 agosto 1991 Stati Uniti East West Bank Classic, Manhattan Beach Cemento Jugoslavia Monica Seles 3-6, 2-6
2. 8 febbraio 1993 Giappone Asian Open, Osaka Sintetico (i) Rep. Ceca Jana Novotná 3-6, 2-6
3. 20 settembre 1993 Giappone Nichirei International Championships, Tokyo Cemento Sudafrica Amanda Coetzer 3-6, 2-6
4. 25 marzo 1995 Stati Uniti Miami Masters, Key Biscayne Cemento Germania Steffi Graf 1-6, 4-6
5. 10 aprile 1995 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Stati Uniti Amy Frazier 6(5)-7, 5-7
6. 22 maggio 1995 Francia Internationaux de Strasbourg, Strasburgo Terra rossa Stati Uniti Lindsay Davenport 6-3, 1-6, 2-6
7. 17 ottobre 2010 Giappone HP Open, Osaka Cemento Thailandia Tamarine Tanasugarn 5-7, 7-6(4), 1-6
8. 11 novembre 2012 India Royal Indian Open, Pune Cemento Ucraina Elina Svitolina 2-6, 3-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (6)[modifica | modifica wikitesto]

N. Data Torneo Superficie Compagna Avversaria in finale Punteggio
1. 21 aprile 1996 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Giappone Ai Sugiyama Stati Uniti Amy Frazier
Stati Uniti Kimberly Po
7-6(6), 6(6)-7, 6-3
2. 16 ottobre 2011 Giappone HP Open, Osaka Cemento Cina Zhang Shuai Stati Uniti Vania King
Kazakistan Jaroslava Švedova
7-5, 3-6, [11-9]
3. 15 aprile 2012 Danimarca Danish Open, Copenaghen Sintetico (i) Giappone Rika Fujiwara Svezia Sofia Arvidsson
Estonia Kaia Kanepi
6-2, 4-6, [10-5]
4. 3 febbraio 2013 Thailandia PTT Pattaya Open, Pattaya Cemento Australia Casey Dellacqua Uzbekistan Akgul Amanmuradova
Russia Aleksandra Panova
6-3, 6-2
5. 7 aprile 2013 Messico Monterrey Open, Monterrey Cemento Ungheria Tímea Babos Rep. Ceca Eva Birnerová
Thailandia Tamarine Tanasugarn
6-1, 6-4
6. 25 maggio 2013 Francia Internationaux de Strasbourg, Strasburgo Terra rossa Sudafrica Chanelle Scheepers Zimbabwe Cara Black
Nuova Zelanda Marina Eraković
6-4, 3-6, [14-12]

Sconfitte in finale (4)[modifica | modifica wikitesto]

N. Data Torneo Superficie Compagna Avversaria in finale Punteggio
1. 6 aprile 1992 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Stati Uniti Stephanie Rehe Stati Uniti Amy Frazier
Giappone Rika Hiraki
7-5, 6(5)-7, 0-6
2. 14 settembre 2009 Cina Guangzhou International Women's Open, Canton Cemento Cina Sun Tiantian Bielorussia Ol'ga Govorcova
Bielorussia Tat'jana Puček
6-3, 2-6, [8-10]
3. 26 febbraio 2012 Messico Monterrey Open, Monterrey Cemento Cina Zhang Shuai Italia Sara Errani
Italia Roberta Vinci
2-6, 6(6)-7
4. 14 ottobre 2012 Giappone HP Open, Osaka Cemento Regno Unito Heather Watson Stati Uniti Raquel Kops-Jones
Stati Uniti Abigail Spears
1-6, 4-6

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997-2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 Titoli V-P
Tornei del grande slam
Australian Open A LQ 4T 2T 2T 2T SF 3T 2T A A 1T 1T 1T 1T 3T 1T 1T 0 / 14 16–14
Open di Francia A 2T LQ A 4T 2T 1T SF 4T A A LQ 2T 1T 1T 1T 1T 0 / 11 14–11
Wimbledon LQ 1T 2T 1T 2T A 3T QF SF A A 1T 1T 2T 1T 3T 1T 0 / 13 16–13
US Open A 1T 2T 2T 2T QF QF 4T 1T A LQ LQ 1T 1T 1T 1T 1T 0 / 13 14–13
Titoli 0 / 0 0 / 3 0 / 3 0 / 3 0 / 4 0 / 3 0 / 4 0 / 4 0 / 4 0 / 0 0 / 0 0 / 2 0 / 4 0 / 4 0 / 4 0 / 4 0 / 4 0 / 51 N/A
V-P 0–0 1–3 5–3 2–3 6–4 6–3 11–4 14–4 9–4 0–0 0–0 0–2 1–4 1–4 0–4 4–4 0-4 0-1 60–51

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Kimiko Date-Krumm Profile, wtatennis.com. URL consultato il 14 agosto 2012.
  2. ^ La Date vince a 39 ann, si era ritirata nel 1996, gazzetta.it, 27 settembre 2009. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  3. ^ 40 anni e non sentirli, ubitennis.com, 6 agosto 2011. URL consultato il 14 agosto 2012.
  4. ^ Il record di Kimiko, ubitennis.com, 16 gennaio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2013.
  5. ^ Wimbledon: a 42 anni, Date più anziana al terzo turno nell'era Open, ubitennis.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 30 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN252636234