Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kim Källström

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kim Källström
Kim Källström 2012.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 183 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Djurgården
Carriera
Giovanili
1986-1989 Rosso e Bianco.svg Sandvikens IF
1990-1996 Rosso e Bianco.svg Partille IF
1997-1998 Häcken
Squadre di club1
1999-2001 Häcken 69 (14)
2002-2003 Djurgården 48 (26)
2004-2006 Rennes 83 (20)
2006-2012 O. Lione 199 (17)
2012-2014 Spartak Mosca 30 (3)
2014 Arsenal 3 (0)
2014-2015 Spartak Mosca 28 (2)
2015-2017 Grasshoppers 49 (1)
2017- Djurgården 0 (0)
Nazionale
1997-1998 Svezia Svezia U-17 32 (0)
2000-2003 Svezia Svezia U-21 21 (5)
2001-2016 Svezia Svezia 131 (16)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 febbraio 2017

Kim Källström (ˈkɪm ˈɕɛlstrœm; Sandviken, 24 agosto 1982) è un calciatore svedese, centrocampista del Djurgården.

Dopo la trafila nelle selezioni minori (Under-19 e Under-21) ha esordito nella Nazionale maggiore nel 2001.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio di Mikael Källström, un ex centrocampista offensivo che tra gli anni '70 e '90 ha giocato con Sandviken, Gefle e Häcken.[1] Anche lo zio paterno, Jonas Källström, è stato un calciatore, tanto da aver collezionato due presenze nella Coppa UEFA 1988-1989 con la maglia del Brage.[2]

Nel 1989 Kim si è trasferito con la famiglia a Partille, nei pressi di Göteborg.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori giovani calciatori stilata da Don Balón.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni in Svezia[modifica | modifica wikitesto]

Kim Källström ha debuttato a 16 anni nella prima squadra del BK Häcken, un'altra delle squadre della città di Göteborg. Nello stesso anno, il 1999, il club ha vinto il girone sud del campionato di seconda serie (che all'epoca era denominato Division 1) ed è stato promosso in Allsvenskan. Al termine della stagione 2001 i gialloneri sono stati retrocessi nonostante gli 8 gol messi a segno da Källström, ma la cessione del giocatore ha permesso di incassare 5 milioni di corone.[5]

Durante la prima stagione al Djurgården, Källström ha potuto vincere sia la Allsvenskan che la Coppa di Svezia, risultando anche il miglior marcatore della squadra con 12 reti nel solo campionato. Il bottino offensivo è stato migliorato nel corso della stagione seguente, con i 14 gol in 24 presenze che hanno permesso al Djurgården di bissare la conquista del titolo nazionale. In quest'occasione si è laureato anche vice capocannoniere del torneo, dietro a Niklas Skoog del Malmö.[6]

Rennes[modifica | modifica wikitesto]

Nella finestra di mercato del gennaio 2004, Källström è stato acquistato dai francesi del Rennes con cui ha giocato due stagioni e mezzo. Il 17 gennaio 2004, alla seconda presenza con i rossoneri, ha realizzato il primo gol in Ligue 1, nel 4-0 casalingo sul Sochaux. Poco più di un mese più tardi, il 21 febbraio, ha segnato la sua prima doppietta francese contro l'Ajaccio.[7] Un'altra doppietta l'ha segnata il 15 maggio in trasferta sul campo dell'AS Monaco (1-4), squadra che di lì a pochi giorni avrebbe giocato la finale della Champions League 2003-2004.[8] Nel corso dell'anno successivo, Källström ha aiutato il Rennes a raggiungere il 4º posto in classifica nella Ligue 1 2004-2005, con la conseguente qualificazione alla Coppa UEFA. La stagione 2005-2006 è stata la sua ultima in rossonero, chiusa con 8 reti in 34 partite, alcune di queste siglate contro squadre importanti come Marsiglia, AS Monaco, Bordeaux, Lione e Paris Saint-Germain.[7]

Olympique Lione[modifica | modifica wikitesto]

Källström nel 2010 al Lione

Nel giugno del 2006 il Rennes ha accettato un'offerta di 8 milioni di euro da parte dell'Olympique Lione, squadra reduce dalla vittoria del quinto titolo nazionale consecutivo. Il debutto ufficiale con la maglia dell'OL è avvenuto il 30 luglio 2006, in occasione della Supercoppa di Francia vinta ai rigori contro il Paris Saint-Germain. Cinque giorni dopo Källström ha giocato la prima giornata di campionato, vinta 3-1 sul terreno del Nantes. Il 17 ottobre 2006 ha segnato il suo primo gol in Champions League, nel successo per 3-0 in Ucraina contro la Dinamo Kiev.[9] In Europa la squadra viene eliminata dalla Roma agli ottavi di finale, ma in patria vince il sesto campionato di fila. Nell'estate 2007 il giocatore sembrava vicino ad un passaggio al Valencia, ma l'offerta degli spagnoli sarebbe stata rifiutata.[10] L'esito della stagione 2007-2008 ha ricalcato quello dell'anno precedente: eliminazione agli ottavi di Champions League (questa volta per mano del Manchester United) e nuovo titolo nazionale francese, con l'aggiunta però della Coppa di Francia. Källström ha continuato a giocare nel Lione per altre stagioni, arrivando a giocare le semifinali della Champions League 2009-2010 contro il Bayern Monaco in un'edizione poi vinta dall'Inter. L'egemonia della squadra in Ligue 1 era invece giunta al termine, visto che la striscia di titoli nazionali si è fermata al settimo, vinto nel 2007-2008. Durante la stagione 2010-2011 Källström è stato schierato all'occorrenza anche come terzino sinistro, oltre al consueto ruolo di centrocampista centrale.[11]

Spartak Mosca e il prestito all'Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i 6 anni trascorsi al Lione, il 28 luglio 2012 i russi dello Spartak Mosca hanno annunciato di aver acquistato il giocatore svedese per 3 milioni di euro più 600.000 di bonus.[12]

Il 15 settembre 2012 ha giocato la sua prima partita nella Prem'er-Liga russa nel 2-2 contro il Kuban' Krasnodar, mentre la prima marcatura personale è arrivata il 29 settembre nella vittoria per 3-1 sull'Amkar Perm'.[13]

Källström è sceso in campo in tutte e 6 le partite disputate dallo Spartak nella fase a gironi della Champions League 2012-2013, ricevendo però un cartellino rosso nell'ultima sfida persa contro il Celtic.[14]

Il 31 gennaio 2014 Källström è passato agli inglesi dell'Arsenal con la formula del prestito. Il trasferimento è avvenuto nonostante gli esami medici abbiano rivelato un infortunio a una vertebra che avrebbe tenuto lo svedese fuori dai giochi per alcune settimane.[15] Il 25 marzo 2014 è subentrato a Tomáš Rosický contro lo Swansea, collezionando così la prima presenza in Premier League. La sua successiva partita è stata giocata il 12 aprile, quando è entrato nel corso dei tempi supplementari della semifinale di FA Cup contro i detentori del trofeo del Wigan: l'Arsenal ha vinto ai calci di rigore, uno di questi è stato trasformato dallo stesso Källström.[16] Tre giorni più tardi è partito titolare per la prima volta con la maglia dei Gunners, in occasione della vittoria per 3-1 sul West Ham.[17] Sul finire della stagione l'allenatore Arsène Wenger ha annunciato che lo svedese non sarebbe rimasto in rosa una volta terminato il prestito.[18] Källström è rientrato quindi in Russia per giocare un'altra stagione con lo Spartak.

Grasshopppers[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 giugno 2015, in scadenza di contratto, si accorda con il club svizzero del Grasshoppers, con cui firma un triennale, per trasferirsi a partire dal 1º luglio seguente.[19] Il suo unico gol lo segnerà il 29 novembre 2015 nel derby cittadino contro l'FC Zurigo largamente vinto con il punteggio di 5-0. Dopo circa un anno e mezzo, il 31 gennaio 2017 ha ottenuto la rescissione contrattuale, richiesta adducendo motivi personali e malumori per l'andamento della squadra.[20]

Il ritorno al Djurgården[modifica | modifica wikitesto]

A pochi giorni dalla rescissione con gli svizzeri, è stato ufficializzato il suo ritorno al Djurgården, dopo oltre 13 anni passati nei campionati esteri.[21] La squadra, che con Källström in rosa aveva vinto due Allsvenskan in due anni (2002 e 2003), non vince il titolo da 11 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la trafila nelle Nazionali giovanili ha esordito in Nazionale maggiore nel 2001, contro la Finlandia.

Con la Nazionale svedese ha preso parte a due Europei e un Mondiale. A Euro 2004 ha collezionato quattro presenze di cui tre dalla panchina, mentre al campionato del mondo 2006 è stato promosso titolare, mettendo a referto tre presenze dal primo minuto e una subentrando.

È stato convocato per gli Europei 2016,[22] ma al tempo stesso ha annunciato l'addio alla Nazionale una volta terminata la competizione continentale.[23]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1° febbraio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Comp. Pres. Reti Pres. Reti
1999 Svezia Häcken S1 22 4 CS 2 1 - - - - - - 24 5
2000 A 23 2 CS 3 1 - - - - - - 26 3
2001 A 24 8 CS 1 0 - - - - - - 25 8
Totale Häcken 69 14 6 2 - - - - 75 16
2002 Svezia Djurgården A 24 12 CS 6 3 CU 6[24] 1[25] - - - 36 16
2003 A 24 14 CS 3 1 UCL 2[25] 0 - - - 29 15
Totale Djurgården 48 26 9 4 8 1 - - 65 31
gen.-giu. 2004 Francia Rennes L1 18 7 CF+CdL 3+0 0 - - - - - - 21 7
2004-2005 L1 31 5 CF+CdL 1+1 0+1 - - - - - - 34 1
2005-2006 L1 34 8 CF+CdL 5+0 1 CU 4 0 - - - 43 9
Totale Rennes 83 20 10 2 4 0 - - 97 22
2006-2007 Francia O. Lione L1 33 3 CF+CdL 3+4 0 UCL 6 1 SF 1 0 47 4
2007-2008 L1 37 5 CF+CdL 6+2 0 UCL 8 1 SF 1 0 54 6
2008-2009 L1 32 2 CF+CdL 2+1 0 UCL 6 0 SF 1 0 42 2
2009-2010 L1 32 4 CF+CdL 2+0 0 UCL 13[26] 1 - - - 47 5
2010-2011 L1 33 3 CF+CdL 2+1 0 UCL 6 0 - - - 42 3
2011-2012 L1 32 0 CF+CdL 6+4 1+1 UCL 9[26] 0 - - - 51 2
Totale Lione 199 17 33 2 48 3 3 0 283 22
2012-2013 Russia Spartak Mosca PL 20 2 KR 1 0 UCL 6 0 - - - 27 2
2013-gen. 2014 PL 10 1 KR 1 0 UEL 1[27] 0 - - - 12 1
gen.-giu. 2014 Inghilterra Arsenal PL 3 0 FACup+CdL 1+0 0 UCL 0 0 - - - 4 0
2014-2015 Russia Spartak Mosca PL 28 2 KR 0 0 - - - - - - 28 2
Totale Spartak Mosca 58 5 2 0 7 0 - - 67 5
2015-2016 Svizzera Grasshoppers SL 33 1 CS 2 0 - - - - - - 35 1
2016-2017 SL 16 0 CS 1 0 UEL 4[25] 0 - - - 21 0
Totale Grasshoppers 49 1 3 0 4 0 - - 56 1
Totale carriera 509 83 64 10 71 4 3 0 647 97

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche a partire dal 27 marzo 2015.

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Svezia Svezia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-3-2015 Chișinău Moldavia Moldavia 0 – 2 Svezia Svezia Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Solna Svezia Svezia 3 – 1 Iran Iran Amichevole - Uscita al 74’ 74’
8-6-2015 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 0 Svezia Svezia Amichevole - Uscita al 62’ 62’
14-6-2015 Solna Svezia Svezia 3 – 1 Montenegro Montenegro Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 67’ 67’ Uscita al 72’ 72’
8-9-2015 Solna Svezia Svezia 1 – 4 Austria Austria Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 2 Svezia Svezia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 48’ 48’
12-10-2015 Solna Svezia Svezia 2 – 0 Moldavia Moldavia Qual. Euro 2016 - Uscita al 57’ 57’
14-11-2015 Solna Svezia Svezia 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
17-11-2015 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Svezia Svezia Qual. Euro 2016 - Uscita al 69’ 69’
24-3-2016 Antalya Turchia Turchia 2 – 1 Svezia Svezia Amichevole - Ammonizione al 55’ 55’ Uscita al 71’ 71’
29-3-2016 Solna Svezia Svezia 1 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole - Uscita al 46’ 46’
5-6-2016 Solna Svezia Svezia 3 – 0 Galles Galles Amichevole -
13-6-2016 Saint-Denis Irlanda Irlanda 1 – 1 Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno -
17-6-2016 Tolosa Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno -
22-6-2016 Nizza Svezia Svezia 0 – 1 Belgio Belgio Euro 2016 - 1º turno -
Totale Presenze 15 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Djurgården: 2002, 2003
Djurgården: 2002
Olympique Lione: 2006-2007, 2007-2008
Olympique Lione: 2006, 2007
Olympique Lione: 2007-2008, 2011-2012
Arsenal: 2013-2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Kim är mer hemma borta, sydsvenskan.se, 15-10-2002.
  2. ^ (SV) Allsvenskan, dn.se, 11-06-1993.
  3. ^ (SV) Knatten som blev kung, gd.se, 18-10-2012.
  4. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  5. ^ (SV) Kim Källström klar för Djurgården, aftonbladet.se, 12-12-2001.
  6. ^ (EN) Kim Källström, uefa.com.
  7. ^ a b (EN) Kim KÄLLSTRÖM, ligue1.com.
  8. ^ Monaco-Porto, la "strana" finale, gazzetta.it, 25-05-2004.
  9. ^ Real, pioggia di gol a Bucarest, gazzetta.it, 17-10-2006.
  10. ^ (SV) Valencia jagar Källström, sydsvenskan.se, 19-07-2007.
  11. ^ (FR) L’incontournable Kim Källström, olweb.fr, 26-09-2011.
  12. ^ (RU) «СПАРТАК» И «ЛИОН» ДОСТИГЛИ ДОГОВОРЁННОСТИ О ПЕРЕХОДЕ ЧЕЛЬСТРЁМА, spartak.com, 28-07-2012.
  13. ^ (EN) SPARTAK OVERCOME AMKAR PERM, spartak.com, 15-09-2012.
  14. ^ (EN) Celtic 2-1 Spartak Moscow: Kris Commons spot kick sees Celts into last 16, stv.tv, 05-12-2012.
  15. ^ (EN) Kim Kallstrom: Arsene Wenger defends signing injured midfielder, bbc.com, 02-02-2014.
  16. ^ (EN) Wigan Athletic 1-1 Arsenal (aet, 2-4 on pens), bbc.com, 12-04-2014.
  17. ^ (EN) Arsenal 3-1 West Ham United, bbc.com, 15-04-2014.
  18. ^ (EN) Kim Kallstrom will not stay at Arsenal after loan deal expires, says Arsene Wenger, dailymail.co.uk, 05-05-2014.
  19. ^ UFFICIALE: Grasshoppers, contratto triennale per Kim Kallstrom, tuttomercatoweb.com, 05-06-2014.
  20. ^ (SV) Kim Källström bryter med Grasshoppers, aftonbladet.se, 31-01-2017.
  21. ^ (SV) Kim Källström klar för Djurgården, aftonbladet.se, 10-02-2017.
  22. ^ EM-truppen uttagen, svenskfotboll.se, 11-05-2016. URL consultato l'11-05-2016.
  23. ^ Kim Källström slutar i landslaget, aftonbladet.se, 28-05-2016. URL consultato il 30-05-2016.
  24. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  25. ^ a b c Nei turni preliminari.
  26. ^ a b 2 presenze nei play-off.
  27. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]