Kia Pride

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kia Pride
Kia Pride silver vl.jpg
Descrizione generale
Costruttore Corea del Sud  Kia Motors
Tipo principale Berlina 2 volumi
Altre versioni Berlina 3 volumi
Station wagon
Produzione dal 1987 al 2000
Sostituita da Kia Rio
Altre caratteristiche
Altro
Altre eredi Kia Picanto
MHV Kia Pride 02.jpg

La Kia Pride è un'utilitaria prodotta dalla casa automobilistica coreana Kia tra il 1987 e il 2000.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si trattava praticamente di una versione alternativa della Ford Festiva, in alcuni mercati venduta come Mazda 121, ed è stata sostituita nel 2001 dalla Kia Rio (chiamata ancora Kia Pride in Corea del Sud) e dalla Kia Picanto.

La Kia Pride era disponibile in versione 3 porte e due volumi, in versione 4 porte e tre volumi, unitamente a una versione station wagon da 5 porte.

La Pride è stata la prima auto Kia importata in Europa, nel 1991. In Italia fece un'apparizione fugace dal 1997 con le versione due volumi e station wagon. Rimase sul mercato un paio d'anni, durante i quali il modello non incontrò particolare successo.

Gli elementi che frenarono il successo della Pride in Italia furono una linea troppo squadrata, che sebbene permettesse un discreto sfruttamento dello spazio interno, di contro non rendeva appagante alla vista il design di questa utilitaria; altro aspetto non irrilevante era la poca attenzione riservata al comfort, sfavorito da sospensioni particolarmente rigide, utili alle doti dinamiche dell'auto, ma poco indicate ad un utilizzo familiare della stessa.[senza fonte]

Aspetti positivi erano sicuramente i bassi costi d'acquisto e di esercizio e la buona affidabilità degli organi meccanici[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili