Kevin Sullivan (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kevin Sullivan
Nome Kevin Francis Sullivan
Ring name The Boston Battler
The Gamesmaster
Johnny West
Kevin Caldwell
Kevin Sullivan
Masked Lucifer
Merlin the Wizard
The Taskmaster
The Master
Great Wizard
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Boston
26 ottobre 1949
Altezza dichiarata 175 cm
Peso dichiarato 114 kg
Debutto 1970
Ritiro 2001
Progetto Wrestling

Kevin Francis Sullivan (Boston, 26 ottobre 1949) è un ex wrestler statunitense, famoso per aver lottato nella WCW negli anni ottanta e novanta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi Anni[modifica | modifica wikitesto]

Sullivan debutta nel mondo del wrestling nel 1971 combattendo con il nome Johnny West in federazioni come la NWA, dove vinse il titolo NWA Gulf Coast Tag Team insieme a Ken Lucas, sconfiggendo Jack Morrell & Eddie Sullivan, e il titolo di coppia NWA Florida nel 1972 (con Mike Graham). Passò quindi alla WWWF come Face mid-card (dal 1974 al 1977). Ebbe un raro (per l'epoca) feud face contro face con Pete Sanchez. Dopo un breve periodo nella NWA San Francisco, Sullivan passò alla NWA Georgia Championship Wrestling dove rimase un "buono" fino al 1981. Il suo primo turn heel ebbe luogo a Memphis dove insieme a Wayne Ferris (The Honky Tonk Man) e al manager Jimmy Hart iniziò a scontrarsi con beniamini locali come Jerry Lawler.

Championship Wrestling From Florida[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto con il ring name Boston Battler, la gimmick da "satanista" di Sullivan iniziò in questo periodo. In CWF il suo nome venne spesso associato a "Maniac" Mark Lewin (Purple Haze), Bob Roop, The Lock e Luna Vachon nella stable heel "Army of Darkness". Sullivan iniziò anche a lottare nella International Championship Wrestling portandosi dietro la gimmick oltre che Lewin & Roop. Fallen Angel era la sua valletta, successivamente conosciuta come Woman. Sullivan era il top heel della ICW, e lì ebbe importanti feud con Austin Idol, Superstar Billy Graham, Bruiser Brody, Joe Savoldi e Blackjack Mulligan.

Jim Crockett Promotions/World Championship Wrestling (1987–1992)[modifica | modifica wikitesto]

Sullivan formò la stable Varsity Club appena arrivato in NWA insieme a Mike Rotunda e Rick Steiner. Iniziò quindi un feud immediato con Jimmy Garvin perché Sullivan "voleva" la moglie di Garvin, Precious. Il feud durò a lungo e Sullivan, nel corso dello stesso, arrivò anche a rompere una gamba (kayfabe) a Garvin. Steiner lasciò il gruppo venendo sostituito da "Dr. Death" Steve Williams e Dan Spivey. Seguirono altri feud con Dusty Rhodes, Road Warriors, Rick Steiner, e Eddie Gilbert. Sullivan attaccò persino la moglie di Gilbert, Missy Hyatt. Alla fine del 1989, il Varsity Club si sciolse, e Sullivan formò gli "Slaughterhouse" con Cactus Jack e Buzz Sawyer per una faida con Rotunda.[1] Dopo una breve pausa, tornò nel 1991 come manager di One Man Gang, Black Blood, e Angel of Death. Raparono a zero El Gigante durante un feud che lo vedeva contrapposto a Gang per il primato di "vero gigante della WCW". Sullivan impersonò anche il mascherato Great Wizard che fu per breve tempo il manager di Oz. Quando nell'agosto 1991 il suo contratto in WCW terminò, Kevin andò a lottare in Giappone, nella Frontier Martial-Arts Wrestling. In seguito si spostò nella W*ING.

Smoky Mountain Wrestling (1992–1994)[modifica | modifica wikitesto]

Sullivan aveva una rivalità in corso con "Primetime" Brian Lee, e dopo ogni incontro di Lee, iniziò a comparire una lapide in miniatura a bordo ring. Durante il feud Sullivan si faceva chiamare The Master e si avvalse dell'aiuto di The Nightstalker e The Mongolian Mauler per avere la meglio su Lee. Quando Lee sconfisse Nightstalker, egli si trovò finalmente faccia a faccia con The Master che si rivelò essere Sullivan e gli gettò una "palla di fuoco" sul volto. Lee si sarebbe vendicato di Sullivan in un Singapore Spike Match. Sullivan lasciò la SMW nel marzo 1994 poco tempo dopo aver perso un match con Ron Garvin per squalifica.

ECW (1993-1994)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 debutta nella ECW in squadra con The Tazmaniac e i due hanno un feud con i Public Enemy. Dopo aver sciolto l'alleanza con Tazz, Sullivan ha un violento feud con Abdullah the Butcher.

Ritorno in WCW (1994-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Tornando in WCW forma un tag team con il fratello Dave Sullivan (il quale aveva la gimmick di un dislessico). Più tardi vince il titolo di coppia dai Nasty Boys (Brian Knobbs e Jerry Sags) insieme a Cactus Jack ma i due perderanno i titoli a WCW Fall Brawl. Con il ritorno di suo fratello incomincia un feud con Hulk Hogan, Sullivan poi forma una squadra con John Tenta e The Zodiac chiamato "3 Faces of Fear". La faida finisce quando i 3FOF vengono battuti da Hogan, Randy Savage e Sting. Nel 1995 Sullivan, ribattezzatosi The Taskmaster, prende la gimmick di un maestro di magia nera e forma una nuova stable (conosciuta come "Dungeon of Doom"), del gruppo fanno parte Kamala, The Barbarian, Meng, lo Yeti, Hugh Morrus, One Man Gang, Lex Luger, The Shark e The Zodiac (che ora si fa chiamare The Butcher), riprendendo una nuova faida con Hulk Hogan che termina una volta per tutte in un WarGames Match contro il Team Hulkamaniacs. Successivamente Sullivan forma un'alleanza con Brian Pillman e i Four Horsemen chiamata "Alliance to End Hulkamania" ("l'alleanza per porre fine all'Hulkamania"). Sullivan e Chris Benoit (Membro dei 4H) cacciano dal gruppo Brian Pillman, questo fa partire una faida contro quest'ultimo che dura fino quando Benoit tradisce Sullivan per aiutare Pillman, da questo evento nasce una rivalità con il canadese che finisce in un Retirement Match vinto da Benoit, quindi Sullivan è costretto a ritirarsi.

Periodo successivo[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2000 diventa booker della WCW insieme ai colleghi Ed Ferrara e Vince Russo, tra il 2000 e il 2001 vende alla WWF talenti come Perry Saturn, Dean Malenko, e il suo eterno rivale Chris Benoit, resta in WCW fino a quando la federazione viene comprata dalla WWE.

Nel 2003 appare a sorpresa in TNA come creatore del Clockwork Orange House of Fun Match.

Nel periodo 2003/2004, lavora per la All World Wrestling League/Big Time Wrestling.

Nel 2012 torna sul ring per combattere nella Pacific Northwest insieme a suo nipote Dash Venture e Ron Von Hess (fratellastro di Dash e figlio di Kurt Von Hess). Insieme vincono il titolo AIWF World Six-Man Championship.

Il 28 aprile 2012, Sullivan, inizialmente mascherato, fece un'apparizione a sorpresa durante il match Shane Douglas vs. 2 Cold Scorpio svoltosi nella Extreme Reunion di Philadelphia.

Prende parte come sé stesso alla sequenza d'apertura del film Pro Wrestlers vs Zombies del 2013.[2]

Il 26 giugno 2014 Kevin Sullivan in coppia con Ace Perry e Christian Skyfire sconfigge John Wayne Murdoch, Reed Bentley e Tripp Cassidy nel main event dell'evento Evolution Pro Wrestling.[3]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

In un perfetto esempio di kayfabe (le storyline inventate del wrestling) che si tramuta in realtà, la moglie di Sullivan, Nancy, lo lasciò in favore del suo rivale, Chris Benoit. Alla fine degli anni novanta, Sullivan ideò un angle dove Nancy, che nel ring era conosciuta come "Woman" ed era la sua manager, lo avrebbe tradito per mettersi con Benoit. Sullivan insistette sul fatto che i due viaggiassero insieme durante le trasferte, che dividessero le stesse stanze d'hotel, e che si tenessero per mano in pubblico in modo da preservare la kayfabe e far sembrare più vero il tutto.[4] Alla fine Nancy si innamorò veramente di Benoit e lo sposò nel 2000. Dato che la realtà aveva imitato la finzione, Sullivan e Benoit ebbero un contenzioso nel backstage circa la questione, e Benoit sconfisse Sullivan in un Retirement Match a Bash at the Beach 1997. Benoit, comunque, ammise di provare una certa dose di rispetto per Sullivan, affermando nel DVD Hard Knocks: The Chris Benoit Story che Sullivan non si permise mai delle libertà nel ring durante il loro feud, agendo sempre da grande professionista anche se covava del rancore reale nei suoi confronti per aver distrutto il suo matrimonio. In seguito Sullivan espresse sentimenti di sincero cordoglio verso Chris e Nancy dopo la tragica morte dei due nel giugno 2007.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mossa finale
Mosse caratteristiche
Manager
Wrestler di cui è stato manager
Musiche d'entrata

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • CWA Heavyweight Championship (1)[9]
  • Wrestling Observer Newsletter awards

1Anche se Sullivan & The Tazmaniac vinsero i titoli per due volte, solo il primo regno viene ufficialmente riconosciuto dalla WWE.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Foley, Mick. Have A Nice Day: A Tale of Blood and Sweatsocks (p.167)
  2. ^ http://www.imdb.com/title/tt2240046/
  3. ^ http://www.cagematch.net/?id=1&nr=112991 Retrieved June 27
  4. ^ Chris Benoit, 1967-2007 | MetaFilter
  5. ^ Matt Mackinder, Sir Oliver Humperdink recalls career of yesteryear, SLAM! Wrestling, 17 gennaio 2008. URL consultato il 4 aprile 2008.
  6. ^ House of Humperdink, Online World of Wrestling. URL consultato l'8 settembre 2009.
  7. ^ Jimmy Hart profile, Online World of Wrestling. URL consultato il 4 settembre 2009.
  8. ^ NWA World Tag Team Title (Central States) history At wrestling-titles.com
  9. ^ CWA Heavyweight Title history At wrestling-titles.com
  10. ^ Florida Heavyweight Title history At wrestling-titles.com
  11. ^ Florida Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  12. ^ NWA Southern Heavyweight Title (Florida) history At wrestling-titles.com
  13. ^ ECW World Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  14. ^ NWA Georgia Junior Heavyweight Title history At wrestling-titles.com
  15. ^ NWA Georgia Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  16. ^ NWA National Television Title history At wrestling-titles.com
  17. ^ NWA Southeast Continental Heavyweight Title history At wrestling-titles.com
  18. ^ NWA United States Junior Heavyweight Title (Southeastern/Continental) history At wrestling-titles.com
  19. ^ NWA United States Tag Team Title (Gulf Coast) history At wrestling-titles.com
  20. ^ NWA/WCW United States Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  21. ^ WCW World Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  22. ^ http://nepwhof.weebly.com/hall-of-famers.html
  23. ^ NWA Mid-America Television Title history At wrestling-titles.com
  24. ^ NWA Mid-America/AWA Southern Tag Team Title history At wrestling-titles.com
  25. ^ NWA World Tag Team Title (Mid-America) history At wrestling-titles.com
  26. ^ PWI 500 1994, The Turnbuckle Post. URL consultato il 26 agosto 2012.
  27. ^ PWI 500 of the PWI Years, Willy Wrestlefest. URL consultato il 26 agosto 2012.
  28. ^ NWA Southern Heavyweight Title (Tennessee) history At wrestling-titles.com
  29. ^ SWCW Southwest Heavyweight Title history At wrestling-titles.com
Controllo di autorità VIAF: (EN108885200 · LCCN: (ENno2009038887 · ISNI: (EN0000 0001 0932 1941 · BNF: (FRcb16255590r (data)