Kepler-33

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kepler-33
Kepler-33
Cygnus IAU.svg
Classificazione Subgigante gialla?
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 19h 16m 18,612s
Declinazione +46° 00′ 18,78″
Dati fisici
Raggio medio 1,82 ± 0,18 R
Massa
1,29 ± 0,121 M
Temperatura
superficiale
5904 ± 47 K (media)
Luminosità
3,6 L
Età stimata 4,27 ± 0,87 miliardi di anni
Dati osservativi
Magnitudine app.
14,0 (media)

Coordinate: Carta celeste 19h 16m 18.612s, +46° 00′ 18.78″

Kepler-33 è una stella nella costellazione del Cigno con un sistema di cinque pianeti noti. La stella, di tipo spettrale G e con una temperatura superficiale attorno ai 5900 K, è un po' più massiccia del Sole e, nonostante un'età simile, potrebbe essersi già evoluta in subgigante, come suggerisce il suo raggio (1,82 R) leggermente sovradimensionato[1].

La scoperta dei pianeti è avvenuta nel 2012 con il metodo del transito attraverso le osservazioni del telescopio spaziale Kepler. Non sono note le masse, ma dai raggi dei pianeti il più interno potrebbe essere una grande super Terra o un piccolo Nettuno caldo, mentre gli altri sono probabilmente giganti gassosi.

Prospetto sul sistema[modifica | modifica wikitesto]

PianetaTipoRaggioPeriodo orb.Sem. maggiore
bSuper Terra?0,16 RJ5,66793 giorni0,0677 UA
cGigante gassoso0,29 RJ13,1756 giorni0,1189 UA
dGigante gassoso0,48 RJ21,776 giorni0,1662 UA
eGigante gassoso0,36 RJ31,7844 giorni0,2138 UA
fGigante gassoso0,4 RJ41,029 giorni0,2535 UA

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni