Kepler-16

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kepler-16
Immagine artistica del sistema Kepler-16Immagine artistica del sistema Kepler-16
Classificazione Binaria a eclisse
Classe spettrale A: K
B: M
Distanza dal Sole 200 anni luce circa
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 19h 16m 18s
Declinazione +51° 45′ 27″
Sistema planetario Kepler-16b
Dati fisici
Raggio medio A: 0,65 R
B: 0,226 R
Massa
A: 0,69 M
B: 0,203 M
Temperatura
superficiale
A: 4450 ± 150 K (media)
Metallicità [Fe/H] 50% del Sole
Dati osservativi
Magnitudine app. 12
Nomenclature alternative
2MASS J19161817+5145267, KIC 12644769

Kepler-16 è una stella binaria a eclisse, distante circa 200 anni luce dalla Terra [1] che si trova nella costellazione del Cigno. La stella è stata studiata dalla missione Kepler della NASA, che ha scoperto un pianeta extrasolare, chiamato Kepler-16 (AB)b, orbitante attorno alle stelle.

Le due stelle orbitano attorno al proprio centro di massa comune in un periodo di 41 giorni, sono entrambe più piccole del Sole. La principale, Kepler-16 A, è una nana arancione di tipo spettrale K e possiede una massa di 0,69 masse solari, mentre la secondaria, Kepler-16 B, è una nana rossa di tipo spettrale M e 0,203 masse solari. Il semiasse maggiore della loro orbita è di 0,22 UA.

Il pianeta, Kepler-16 (AB)b, è un gigante gassoso che orbita attorno alle due stelle paragonabile come dimensioni e massa a Saturno. Il semiasse maggiore dell'orbita del pianeta è di 0,7048 U.A. con un'inclinazione di 90,0322°. Il suo periodo orbitale è di poco inferiore ai 229 giorni [2]

Prospetto del sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

Pianeta Tipo Massa Raggio Periodo orb. Sem. maggiore Eccentricità Scoperta
b Gigante gassoso 0,333 ± 0,016 MJ 0,7538 RJ 228,776 giorni 0,7048 ± 0,0011 UA 0,0069 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Emily Baldwin, Kepler planet circles two suns in Astronomy Now Online, Pole Star Publications Ltd. URL consultato il 20 settembre 2011.
  2. ^ Kepler-16b in Kepler, NASA Ames Research Center. URL consultato il 20 settembre 2011.
Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni