Katia Cammarota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Katia Cammarota
UniversoUn posto al sole
Lingua orig.Italiano
1ª app. inottobre 2007
Ultima app. in25 gennaio 2017
Interpretata daStefania De Francesco
SessoFemmina
Data di nascita1973, circa
Professione
  • ex spacciatrice
  • ex boss camorrista trafficante di droga
  • ex donna delle pulizie
  • ex cameriera
  • bidella
AffiliazioneFamiglia Boschi-Cammarota

Katia Cammarota è un personaggio della soap opera Un posto al sole. Presente, quasi ininterrottamente, dall'ottobre 2007, entra ufficialmente nel cast il 2 novembre 2009 (puntata 2886). Esce dai personaggi principali a partire dalla puntata 3321 (12 settembre 2011). Compare come guest fino al 14 giugno 2012 (puntata 3519). Ritorna, sempre come guest, dal 29 marzo all'8 aprile 2016 (puntate 4467, 4469-4475) e dal 3 al 25 gennaio 2017 (puntate 4657-4673). È interpretata da Stefania De Francesco.

Descrizione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Dotata di forza di carattere e determinazione, Katia è una donna che già a prima vista sembra una persona arrabbiata col mondo, alla continua ricerca di una rivincita. La vita, con lei, non è stata molto generosa: madre di Nunzio già da giovanissima, ha avuto, suo malgrado, diversi guai con la giustizia che, per diverso tempo, l'hanno tenuta lontana dal figlio. Grazie a Franco, Katia riesce a riavvicinarsi al figlio, ma le sue disperate condizioni economiche la fanno ricadere nel tunnel della malavita. Tutti queste sregolatezze fanno sembrare Katia una madre snaturata ed egoista, ma tutto quello che la donna ha fatto l'ha sempre eseguito tentando di migliorare le condizioni di vita del figlio, riuscendoci solo in parte.
Con l'andare del tempo, complice anche il grande aiuto che riceve da parte sua, Katia si innamora di Franco, ma, questo amore, non sarà mai veramente ricambiato da parte di Franco che le preferisce prima Giovanna e poi Angela. Il sentimento che Katia nutre per Franco sembra molto sincero, anche se connotato dalla disperazione e la rabbia che questo personaggio si porta addosso, rendendo il loro legame eccessivo e innaturale, soprattutto perché non corrisposto.
Katia, negli anni della sua presenza nel cast, rimane uno dei personaggi maggiormente bistrattati. È spesso assente dalle scene, comparando solo anche per una sola scena a settimana o sparendo completamente per diverse settimane. Si decide di far uscire Katia dai personaggi principali a partire dal settembre 2011, rendendola verosimilmente esclusivamente un personaggio ricorrente.

Le vicende nella soap[modifica | modifica wikitesto]

La donna viene rintracciata da Giulia (Marina Tagliaferri), dopo che il figlio Nunzio (Vincenzo Messina) è scappato per l'ennesima volta dall'istituto. Katia appare subito come una donna forte, ma anche sfortunata e con un brutto passato alle spalle. La donna ha avuto Nunzio da giovanissima, per mantenerlo spesso ha avuto dei problemi con la legalità, passando vari periodi in carcere e perdendo diverse volte la custodia del figlio.
Giulia e Franco (Peppe Zarbo) cercano di aiutarli, tant'è che Nunzio torna con la madre e successivamente i due vanno a vivere con Franco. Tra Katia e Franco nasce un buon rapporto, e complice il coma di Giovanna, l'amore. Dopo il risveglio di Giovanna, però, Katia decide di trovarsi una casa per sé, ed esce dalla vita di Franco, così come Nunzio. Franco non riesce a stare lontano ai due, ormai si sente a tutti gli effetti il padre di Nunzio. Katia è molto restia all'avvicinamento di Franco, specie quando Giovanna viene a sapere tutta la verità su loro due. Katia, dopo aver investito in una relazione sbagliata con Enzo Germano (Massimiliano Dau), un noto spacciatore del luogo, diventa il nuovo punto di riferimento del clan capitanato da Germano, dopo il suo arresto. Giovanna scopre tutto e Franco scappa con Katia e Nunzio. La cosa però non dura, e dopo l'omicidio di un complice, Katia viene arrestata.
Per cercare di non far tornare Nunzio in istituto, e grazie all'esperienza di Giulia, Franco scopre che l'unico modo per tenere Nunzio con sé è sposare Katia. La cerimonia viene celebrata in carcere, e Katia e Franco diventano marito e moglie.
Nel 2009 Katia aiuta Giovanna a farsi accettare da Nunzio, poco dopo le viene data la semi libertà. Dopo l'omicidio dell'assassino del marito, Giovanna se ne va da Napoli (vede la storia di Giovanna Landolfi), Katia e Franco si frequentano spesso e, dopo una lite su come educare Nunzio, fanno l'amore.
Il giorno dopo, entrambi consapevoli del legame profondo e vero che li lega, i due tornano insieme.
I due sono molto legati, inizialmente, e danno a Nunzio la possibilità di conoscere il significato di avere una famiglia. Dopo che Katia esprime il desiderio di festeggiare davvero il loro matrimonio, la donna si rende conto che Franco è troppo freddo e distante da lei, tra i due nasce una profonda crisi, anche Nunzio, non visto, assiste a più di una lite tra i due. Ciò porterà il bambino a instaurare un'amicizia con un suo ex compagno d'istituto, il ragazzo lo porterà a commettere diversi furtarelli, uno anche in casa di Silvia (Luisa Amatucci). Katia scopre tutto e intima a Nunzio di cambiare e lo allontana dall'amico. La verità sul furto a casa di Silvia viene presto scoperta, la barista di Caffè Vulcano decide comunque di non denunziare Nunzio. La crisi tra Katia e Franco, intanto, si fa sempre più profonda, tanto da far buttare Katia tra le braccia di Nicola Lanza (Antonio Mancino), il poliziotto che l'ha aiutata a far ritornare Nunzio nella retta via, e successivamente, dopo aver rivelato a Franco il bacio che c'è stato tra loro, Katia si trasferisce da un'amica.
La sua relazione con Nicola prosegue senza intoppi, anche se lei lamenta spesso il fatto di vederlo troppo poco per gli impegni lavorativi del compagno. Dopo che Silvia è costretta a perdere la cameriera Cristina che va a lavorare al bar Femiano, Katia viene assunta al Caffè Vulcano.
Nello stesso periodo Katia è molto impegnata con la scuola, i suoi sforzi vengono comunque premiati e la donna riesce ad ottenere ottimi voti. Successivamente viene licenziata dopo il rientro al lavoro di Cristina. Katia si dedica così ai lavori che ancora possiede (come quello di donna delle pulizie in ospedale e in altri edifici), a Nunzio, alla scuola e a Nicola.
Dopo il ritorno di Angela (Claudia Ruffo), Katia la conosce e, anche se con qualche imbarazzo, le due legano. Insieme vivono anche un'esperienza piuttosto traumatica: vengono prese come ostaggi da un malvivente che non vede di buon'occhio la palestra gestita da Franco e Nicola. Quest'esperienza farà capire a Katia di volere sempre accanto il figlio Nunzio, perciò la donna chiede a Franco di permettere al ragazzo di vivere con lei e Franco è costretto ad accettare.
Nell'ottobre 2010 la relazione tra Katia e Nicola si conclude, Katia rivela a Franco di amarlo ancora e di volerlo riconquistare, l'uomo non le dà mai molte speranze ma i due, complice una convivenza forzata, fanno l'amore. Questo fatto illuderà ulteriormente Katia che, con la complicità di Nunzio, idea un piano per conquistare Franco. Gli sforzi di madre e figlio, però, si riveleranno dopo poco assolutamente vani; Franco, infatti, si rimette con Angela. Katia, profondamente ferita, contatta così un avvocato, cercando di vendicarsi di Franco, considerando il suo comportamento un tradimento. La battaglia tra i due continua per diverso tempo, anche se Franco varie volte cerca di riappacificarsi con la donna, Katia sembra accecata dalla rabbia e desidera solo mandarlo in rovina. Katia cambia anche serratura alla Terrazza, credendo che di diritto l'appartamento spetti a lei e a Nunzio, ma dopo essere venuta a sapere che in realtà il luogo appartiene ad Anna, Katia scappa con Nunzio. Per qualche tempo fa perdere le sue tracce. Franco riesce comunque a ritrovarla e, lentamente, i rapporti tra i due si distendono, anche grazie all'intervento di Nunzio e Angela.
Durante le vacanze del 2010 Nunzio passa molto tempo a casa di Franco, ciò fa sentire sola Katia che, in un momento di fragilità, cede alle lusinghe di Toni Cozzolino, il suo avvocato. L'avvocato la convince anche ad abusare di cocaina. Quando però Nunzio scopre tutto, Katia chiude ogni rapporto con l'uomo. Cozzolino però è un tipo molto insistente, si fa vivo più volte a casa di Katia, scatenando così l'ira di Nunzio, che prima lo aggredisce rompendogli una bottiglia in testa e poi lo accoltella. Il primo di questi tentativi verrà messo a tacere da Katia che, per comprare il silenzio di Toni, accetta di prostituirsi. Poco prima però del primo appuntamento con un cliente, Katia ha un ripensamento, Toni la aggredisce e, per difenderla, Nunzio accoltella l'avvocato. A causa di questo fatto Nunzio verrà arrestato e sarà poi costretto a rimanere in libertà vigilata alla Terrazza. Il ragazzo, ormai quattordicenne, si trova in un periodo molto particolare della sua vita. Incontra infatti suo nonno, Don Nunzio Vintariello (Antonio Pennarella), boss della camorra. Egli vuole che Nunzio sia il suo successore, ma Katia e Franco fanno di tutto per evitare ciò. Affrontati gli esami di terza media, per fuggire al nonno Katia e Nunzio si trasferiscono a Mantova, dove il ragazzo intraprenderà l'Istituto alberghiero, Katia inizia a sperare così ad un futuro migliore per il figlio.
Nella nuova città, però, Nunzio non riesce ad adattarsi e, venuto a sapere della nascita della piccola Bianca, la figlia di Franco e Angela, Nunzio si reca, all'insaputa di Katia, a trovare la sorella.
Durante questa breve vacanza Nunzio viene rapito da Vito (Stefano Miglio), uno degli ex uomini di Vintariello, ora alleato con la fazione concorrente. Nunzio rimane nelle redine del malvivente per diverse ore, rendendo Franco, Katia e gli altri molto preoccupati e ansiosi. Saranno Vintariello a salvare il nipote, uccidendo Vito. Dopo questo fatto, Vintariello viene arrestato. Seppur inizialmente contraria, dopo le insistente del figlio, di Franco, ma soprattutto grazie a Giulia (Marina Tagliaferri) che le trova lavora come operatrice scolastica, Katia e Nunzio si trasferiscono a Napoli nuovamente.

Diversi mesi dopo Vintariello viene scagionato, e, apparentemente sembra essere deciso a rifarsi una vita, ricercando l'aiuto di Nunzio e Katia. Nessuno dei due glielo concede. L'uomo, così, si avvicina a Giulia, intenzionato a sostenerla nell'aiutare i ragazzi del Centro Storico a non cadere nelle mani della malavita. L'atteggiamento di Vintariello, comunque, non lo riporterà vicino al nipote, anzi. L'uomo è anche vittima di un attentato ad opera di Alfonso Vitale (Emiliano De Martino), il figlio del boss della fazione cammoristica opposta a quella di Vintariello che ce l'ha con l'uomo perché gli assassinato il padre. Dopo l'attentato, Nunzio Vintariello si allontana da Napoli. L'allotanamento del suo principale nemico spingerà Vitale a rifarsi su Nunzio. Fingendosi un suo amico, Alfonso tenta di portare Nunzio sulla cattiva strada, portandolo in un giro di droga, rapina e ragazze belle e disponibili. Durante questo periodo Franco si allontana dal giovane, Katia, esasperata, richiede l'aiuto di Vintariello, che rientra nuovamente in città. Per un certo periodo Katia e Nunzio vivono con lui, poi, dopo un ulteriore fallito attentato di Vitale, stavolta ai danni di Katia, lei e Nunzio partono per Stromboli.

La donna non rientrerà più a Napoli, alla fine dell'estate 2012, infatti, lei e Nunzio decidono di trasferirsi in Sicilia definitivamente. Lì Katia trova la felicità e l'amore.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione