Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kashan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kāshān
città
کاشان
La casa Borujerdi
La casa Borujerdi
Localizzazione
Stato Iran Iran
Regione Esfahan
Provincia Kashan
Circoscrizione Centrale
Territorio
Coordinate 33°59′N 51°26′E / 33.983333°N 51.433333°E33.983333; 51.433333 (Kāshān)Coordinate: 33°59′N 51°26′E / 33.983333°N 51.433333°E33.983333; 51.433333 (Kāshān)
Altitudine 1 600 m s.l.m.
Abitanti 248 789[1] (2006)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Iran
Kāshān
Kāshān
Sito istituzionale

Kāshān (farsi کاشان) è il capoluogo della provincia di Kashan, circoscrizione Centrale, nella regione di Esfahan. Aveva, nel 2006, 248.789 abitanti. Il suo nome deriva dalla parola kashi che significa piastrella. Kashan è la prima di una serie di grandi oasi lungo la strada che porta da Qom a Kerman al margine dei grandi deserti centrali dell'Iran.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I rinvenimenti archeologici sulle collinette di Tepe Siyalk (Tappeh Sialk, تپه سیلک, in farsi), 4 km ad ovest di Kashan, rivelano come questa sia stata una delle primarie zone di civilizzazione nella preistoria[2] e i reperti la fanno risalire a 8000 anni fa[3][4][5]. I primi scavi risalgono al 1936/37 ad opera dell'archeologo francese Roman Ghirshman e proseguono tuttora[5]. Manufatti del sito si trovano al Louvre, al Metropolitan Museum di New York e al Museo Nazionale dell'Iran a Teheran. Kashan risale al periodo elamita e nei sobborghi si erge ancora uno ziggurat che risulta essere più antico di quello di Ur[6].

Il terremoto del 1778 rase al suolo la città e gli edifici safavidi facendo 8.000 vittime, ma Kashan si è rinnovata ed è oggi un punto focale d'attrazione turistica con le sue case storiche del XVIII e XIX secolo, esempi di architettura residenziale persiana tradizionale e dell'estetica qajar.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di Abū Lu'lu'a
  • A Kashan si trova la tomba di Abu-Lu'lu'ah (Pirouz Nahāvandi), il soldato persiano ridotto in schiavitù dai conquistatori islamici che assassinò il califfo 'Omar ibn al-Khattāb nel 644.
  • Si ergono ancora nel centro della città le mura del forte Ghal'eh Jalali, eretto per ordine del sultano Malik Shah I, della dinastia selgiuchide, nell'XI secolo.
  • Kashan è stata anche un luogo di villeggiatura dei re safavidi. Bagh-e Fin (giardini Fin; باغ فین in persiano) in particolare, è uno dei più famosi giardini dell'Iran. Fu progettato dallo Shah Abbas I come una classica visione persiana del paradiso. Le costruzioni originali safavidi sono state sostanzialmente rimpiazzate durante la dinastia Qajar, benché la disposizione degli alberi e delle vasche marmoree si avvicini a quella originale. Il sito è peraltro noto per essere stato la scena dell'assassinio di Mirza Taghi Khan, noto come Amir Kabir[7], cancelliere dello scià Nasser al-Din Shah Qajar.
  • Moschea e madrasa Agha Bozorg, costruita alla fine del 1700.
  • L'hammam del sultano Mir Ahmad.
  • Le "case storiche" (residenze private oggi diventate musei) di Borujerdi (خانه بروجردی‌ها, Khaneh Borujerdi ha), Tabatabei (خانه طباطبایی‌ها, Khaneh Tabatabei ha), ʿAmeri (خانه عامری‌ها, Khaneh ʿAmeri ha), ʿAbbasi (خانه عباسی‌ها, Khaneh ʿAbbasi ha).
  • Giardino di Fin
  • Bagno Sultan Amir Ahmad

Personaggi celebri nati a Kashan[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DEENESFR) Stefan Helders, World Gazetteer: Kāshān - profile of geographical entity including name variants, world-gazetteer.com. [collegamento interrotto]
  2. ^ Big Prehistoric Earthenware Discovered in Sialk Tepe
  3. ^ Sialk, Iran’s Most Ancient National Certificate
  4. ^ Identifying Iron Age Sites in the Vicinity of Sialk Tepe
  5. ^ a b Iranian Archaeologists Return to 7500-Year-Old Sialk Site
  6. ^ Sialk Ziggurat, the Oldest in the World
  7. ^ Amir Kabir: A Great Iranian Personality || Imam Reza (A.S.) Network

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Kashan, persia.org.
  • (FA) Hamid-Reza Hosseini, Le case storiche di Kashan (Kāshāneh-hā-ye Kāshān), Jadid Online, 24 febbraio 2009, [1].
    Audio slideshow, Jadid Online: (1) (5 min 43 s), (2) (1 min 36 s).
  • (FA) Hamid-Reza Hosseini, Earthbound Paradises (Behesht-hā-ye Zamini), Jadid Online, 25 febbraio 2009, [2].
    Audio slideshow, Jadid Online, [3] (6 min).


Controllo di autorità BNF: (FRcb15619997z (data)