Károly Batthyány

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Karl Josef Batthyány)
Károly József Batthyány
Ritratto di Károly József Batthyány - Meytens.jpg
28 aprile 1697 - 15 aprile 1772
Nato a Rechnitz
Morto a Vienna
Dati militari
Paese servito Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero
Forza armata Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Esercito del Sacro Romano Impero
Grado Feldmaresciallo
Comandanti Eugenio di Savoia
Guerre Guerra austro-turca (1716-1718)

Prima guerra di Slesia
Guerra di successione austriaca
Battaglie Battaglia di Petervaradino
Assedio di Belgrado (1717)
Battaglia di Pfaffenhofen
Battaglia di Roucoux
Battaglia di Lauffeldt

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Károly József Batthyány conte di Németújvár, italianizzato in Carlo Batthyány (Rechnitz, 28 aprile 1697Vienna, 15 aprile 1772) è stato un generale e politico ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Károly József Batthyány era figlio del conte ungherese Ádám Batthyány e fratello di Lajos Batthyány, appartenente all'antica famiglia ungherese dei Batthyány, celebre già dal 1500 e di antichissime tradizioni storiche.

Giovanissimo il conte fu indirizzato alla carriera militare e come semplice ufficiale partecipò a gran parte delle battaglie della Guerra austro-turca, al fianco di Eugenio di Savoia, distinguendosi a Peterwarden, Temesvár e Belgrado.

Nel 1734 fu comandante militare delle province austriache sul Reno contro la Francia e nel 1737 contro i Turchi. Tra il 1739 e il 1740 fu inviato presso la corte di Berlino, da cui venne richiamato in seguito allo scoppio della Prima guerra di Slesia.

Durante la Guerra di successione austriaca come comandante vinse le truppe coalizzate franco-bavaresi, ben superiori di numero, a Pfaffenhofen (15 aprile 1745), prendendo prigioniero il maresciallo Ségur che le guidava. Indi unì le proprie forze a quelle del Feldmaresciallo Ottone Ferdinando von Abensberg und Traun, sconfiggendo ancora i francesi e ricacciandoli oltre al Reno.

Nel 1746 fu aiutante di campo di Carlo Alessandro di Lorena in Belgio e prese parte alla Battaglia di Roucoux (1747). Sotto il comando del duca di Cumberland Guglielmo Augusto di Hannover eseguì un perfetto ripiegamento nella Battaglia di Lauffeldt.

Dopo la guerra fu aggregato alla nobiltà austriaca da Maria Teresa, che lo insignì dell'Ordine di Maria Teresa; consigliere del principe ereditario e futuro imperatore Giuseppe II, ricoprì diversi incarichi d'amministrazione in Ungheria fino alla morte avvenuta a Vienna il 15 aprile 1772.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco)
Cavaliere di gran croce dell'ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Feldmaresciallo del Sacro Romano Impero Successore Héraldique meuble Aigle bicéphale éploye.svg
Giuseppe Venceslao del Liechtenstein 1745 Francisco Marqués de Los Rios
Controllo di autorità VIAF: (EN27812548 · GND: (DE116082291 · BNF: (FRcb149591102 (data) · CERL: cnp01075620
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie