Karl Felix Halm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Karl Felix Halm

Karl Felix Halm (Monaco di Baviera, 5 aprile 1809Monaco di Baviera, 5 ottobre 1882) è stato un filologo classico e bibliotecario tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1849, divenne rettore del Ginnasio Maximilian di Monaco e nel 1856 fu direttore della biblioteca reale e professore dell'Università di Monaco.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Halm scrisse delle opere su Cicerone e di altri autori di prosa latina, anche se durante la sua carriera iniziale dedicò il suo tempo agli autori greci. Dopo la morte di Johann Caspar von Orelli, collaborò con Johann Georg Baiter per creare un'opera critica sugli scritti retorici e filosofici di Cicerone (1854-1862).

Ha anche curato numerosi testi classici di Teubner, il più importante dei quali fu Tacito (4 ° ed., 1883); gli altri furono su Quintiliano (1868); Sulpicio Severo (1866); Minucius Felix e Firmicus Maternus De errore (1867); Salviano di Marsiglia (1877) e Historia persecutionis Africanae provinciae (1878) di Vittore di Vita.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54273523 · ISNI (EN0000 0001 1063 2595 · LCCN (ENn86825147 · GND (DE100158463 · BNF (FRcb12753594z (data) · CERL cnp01355424 · WorldCat Identities (ENn86-825147
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie