Karim Franceschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Karim Marcello Franceschi (Casablanca, 31 marzo 1989) è un attivista e scrittore italiano, conosciuto principalmente per aver scritto il best seller "Il combattente" edito Bur Rizzoli. Ha partecipato al casting del film La nostra guerra e ha combattuto nella Guerra civile siriana nelle file della Unità di Protezione Popolare (abbreviato come YPG) contro lo Stato Islamico durante l'Assedio di Kobanê[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Marocco da padre italiano e da madre marocchina, e successivamente trasferitosi all'età di sette anni con la sua famiglia a Senigallia, Karim ha militato nel centro sociale Arvultura dove ha anche partecipato per un progetto umanitario per la solidarietà del popolo Curdo, dove ha poi deciso di arruolarsi nello YPG nel 2015. Durante la sua esperienza di combattimento nella Guerra civile siriana, Karim, tra le file dello YPG ha scritto il libro Il combattente. Storia dell'italiano che ha difeso Kobane dall'ISIS.[2]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Karim Franceschi, su festivaldelgiornalismo.com.
  2. ^ Storia dell’italiano che ha difeso Kobane dall’Isis, su bur.eu.

<http://www.repubblica.it/cultura/2016/01/08/news/saviano_foreign_fighter_libro_tonacci-130812959//>

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie