Karim Franceschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Karim Marcello Franceschi (Casablanca, 31 marzo 1989) è un attivista e scrittore italiano, conosciuto principalmente per aver scritto il libro Il combattente, edito da Bur Rizzoli. Ha partecipato al casting del film La nostra guerra e ha combattuto nella guerra civile siriana nelle file dell'Unità di Protezione Popolare (YPG) contro il sedicente Stato Islamico durante l'assedio di Kobanê[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Marocco da padre italiano e madre marocchina e trasferitosi all'età di sette anni con la famiglia a Senigallia, Franceschi ha frequentato il centro sociale Arvultura. Dopo aver partecipato a un progetto di solidarietà al popolo curdo, nel 2015 ha deciso di arruolarsi personalmente nell'Unità di Protezione Popolare, l'esercito nazionale del Kurdistan siriano. Durante la sua esperienza di combattimento a Kobanê, Franceschi ha cominciato a scrivere il suo libro Il combattente. Storia dell'italiano che ha difeso Kobanê dall'ISIS.[2][3]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie