Karim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona arabo, vedi Karim (nome).
Karim
StatoItalia Italia
Fondazione1961
Fondata daIvo Chiesa, Pino Gualco, Giuseppe De André, Gino Arduino, Giovanni Fischietti, Gaetano Pulvirenti
Sede principaleRoma, Via Guattani 8; Milano, Galleria del Corso 2; Genova, prima via Maragliano 8 poi Piazza della Vittoria 11/A
SettoreMusicale
ProdottiPop

La Karim è stata una casa discografica italiana attiva tra il 1961 e il 1966, anno in cui chiuse per fallimento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Karim fu fondata nel 1961 da Ivo Chiesa, dall'ingegnere genovese Pino Gualco (marito di Olga Villi), da Giuseppe De André, da Gino Arduino, da Giovanni Fischietti e da Gaetano Pulvirenti; quest'ultimo era l'ex direttore vendite della RCA Italiana, oltre che fondatore e proprietario di una grossa società di distribuzione discografica (la Pulvirenti S.p.A.) e di altre etichette minori, tra cui la Ariel (di cui per due anni, nel 1964 e nel 1965, sarà direttore artistico Piero Ciampi) e la Roman Record Company.

La Karim nacque dalla rilevazione (da parte di Chiesa, Gualco e De André) e dalla trasformazione societaria di una precedente casa discografica, Lo Specchio della Voce, attiva per tutti gli anni cinquanta e specializzata nello stampaggio e nella distribuzione di dischi a 78 giri.

Dal punto di vista aziendale, era una S.p.A.: la sede della casa discografica era a Roma, in via Guattani 8 (questa sede era gestita da Fischietti e Pulvirenti), ma aveva anche un ufficio a Milano, in Galleria del Corso 2, ed uno a Genova, gestito da Arduino, prima in via Maragliano 8 (traversa della centrale via XX settembre) e poi in piazza della Vittoria 11/a; nell'ultimo anno di attività, il 1966, probabilmente per ridurre i costi, la sede di Roma venne spostata in via Savoia 86, nella stessa sede della Distribuzione Pulvirenti S.p.A., dove aveva sede anche la Ariel.

Tra i produttori che lavorarono per l'etichetta il più noto fu Giorgio Calabrese, che scoprì e vi portò ad incidere Orietta Berti; tra i direttori d'orchestra che lavorarono agli arrangiamenti sono da ricordare Elio Isola ed Elvio Monti.

Per le registrazioni dei propri artisti, la Karim si appoggiava agli studi Dirmaphon situati in via Pola a Roma, che erano i vecchi studi di registrazione della RCA Italiana (prima di essere soppiantati da quelli al km. 12 della via Tiburtina a Roma).

Tra gli artisti che incisero per la Karim i più noti sono, oltre a Orietta Berti, Jula de Palma, Memo Remigi e Fabrizio De André (che fu il primo artista sotto contratto della casa)[1].

La Karim pubblicò anche numerosi dischi contenenti brani di musica ballabile: sotto il nome esotico di qualcuno degli esecutori accreditati in etichetta, si celavano verosimilmente professionisti italiani. In qualche altro caso si trattava di cover realizzate in Inghilterra per la locale casa discografica Embassy e pubblicate in esclusiva per l'Italia.

Tra i cantanti o musicisti stranieri di jazz o twist, ve ne sono molti che oggi risultano sconosciuti o dimenticati, tra cui Jack Hammer, Frank Barbato, Bob Azzam, il chitarrista inglese Bud Ashton e vari gruppi musicali come Les Scarlet o I 4+4 di Nora Orlandi.

Per la distribuzione nazionale la Karim si appoggiava ad altre etichette, tra cui la Durium (che la distribuì per il maggior numero di anni).

Nel 1966 fallì improvvisamente (insieme alla Ariel ed alla Pulvirenti), e il catalogo venne rilevato due anni dopo dalla Roman Record Company. Nel periodo immediatamente precedente al fallimento, Fabrizio De André fece causa alla casa discografica con l'accusa di non avere corrisposto una parte dei diritti d'autore dovuti. Tale causa, portata in accusa e vinta dall'avvocato Mauro De André, il fratello di Fabrizio, ma la Karim non risarcì l'autore per la cifra stabilita dai giudici di 40 milioni di lire, chiudendo i battenti appunto poco dopo.

I dischi pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

Per la datazione ci si basa sull'etichetta del disco, o sul vinile o, infine, sulla copertina, qualora nessuno di questi elementi avesse una datazione, ci si basa sulla numerazione del catalogo, se esistenti, sono riportati oltre all'anno il mese e il giorno (quest'ultimo dato si trova, a volte, stampato sul vinile).

33 giri 25 cm[modifica | modifica wikitesto]

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
KL 3009 1961 Valeria Moriconi La bisbetica domata di William Shakespeare
KL 3011 Ottobre 1961 Glauco Mauri L'ultimo nastro di Krapp
KL 3012 1961 Valeria Moriconi Jacques o la sottomissione di Eugene Jonesco

33 giri 30 cm[modifica | modifica wikitesto]

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
KLP 1001 1961 Piero Piccioni Il mondo di notte numero 2
KLP 302 1963 Artisti vari La notte più lunga
KLP 303 1963 Artisti vari La notte più lunga 2
KLP 13 1966 Fabrizio De André Tutto Fabrizio De André
KLP 14 Maggio 1966 Mal Waldron Mal Waldron Trio

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
KN 001 ottobre 1961 Anna Grilloni Zanzara cha cha cha/Parlo da sola
KN 101 ottobre 1961 Fabrizio Nuvole barocche/E fu la notte
KN 102 1961 Renzo D'Angelo Una lettera dal cielo/Dormire
KN 103 1961 Fabrizio La ballata del Miché/La ballata dell'eroe[2]
KN 104 1961 Josepe Torres y sus Cumbacitos Brigitte Bardot/Tchouc tchouc
KN 105 1961 Tommy Hawk/Trio Los Caribes Amor/La novia
KN 106 1961 Nora Orlandi Io e te/Fuori città
KN 107 1961 Nora Orlandi Un uomo come te/Eva
KN 110 1961 Lydia Mc Donald e i 4 + 4 di Nora Orlandi Reno/Freddy Flinton
KN 111 1961 Piero Piccioni e la sua orchestra When A Love Affair Is Through/T.N.T. Red
KN 114 1961 Lydia Mc Donald e i 4 + 4 di Nora Orlandi Il mondo di notte nr.2
KN 116 1961 Jimmy Pratt's Group con Norman Shobey Amor/Diddleyeah twist
KN 117 1961 Jimmy Pratt's Group con Norman Shobey Hit the Road, Jack/The Work Song
KN 118 1962 Jack Hammer Let's Twist Again/Kissin' Twist
KN 119 1962 Bob Azzam La donna dei sogni/One finger one thumb
KN 120 1962 Bob Azzam Un giorno ti dirò/Cinque minuti ancora
KN 121 1962 Orietta Berti Non ci sarò/Franchezza
KN 122 1962 Orietta Berti Se non avessi più/Chanson de novembre
KN 123 1962 Memo Remigi Ti amo/Le tue lacrime
KN 124 1962 Elio Isola e la sua Orchestra Passerà/Wheels
KN 125 1962 Jack Hammer Kissin' Twist/Spelling Twist
KN 126 1962 Jack Hammer Boogie Woogie Twist/Crazy Twist
KN 127 1962 The Flakes The flake/One-Two-Three-Wail
KN 128 1962 Bobby Rydell Fatty Fatty/Happy Happy
KN 129 1962 Chubby Sax & his Twistbrothers Twisting liebestraum/Twisting the twist
KN 130 1962 Tony Bass Ching ching/Mexico
KN 131 1962 Jack Hammer Young only once/Number 2 5 3 9
KN 132 1962 Jack Hammer Come Twist Around the Clock/Twistin' Blues
KN 133 1962 Jack Hammer Twist in the morning/Twistin' kinhout
KN 134 1962 Memo Remigi Il volto/Se due sposi si danno la mano
KN 135 1962 Jack Hammer Juliette/Twist and shout
KN 136 1962 Memo Remigi Come mai/Se te ne andrai
KN 137 1962 Arnaldo Ciato e il suo quintetto Come mai/Fermiamoci
KN 138 1962 I 4+4 di Nora Orlandi Cuando calienta el sol/Quel tuo vestito rosso
KN 139 1962 Los primos rabal Cuando calienta el sol/La del vestito rojo
KN 140 1962 Memo Remigi Non so chi sei/C'est la vie, c'est l'amour
KN 141 1962 Nico Gomez y su orquesta tipica Moliendo cafè/Perdido cha-cha
KN 142 1962 Nico Gomez y su orquesta tipica Pedro twist/El cucu
KN 143 1962 Bob Azzam e la sua orchestra Guardando il cielo/Sonata
KN 144 1962 Bob Azzam e la sua orchestra Cri de ma vie/Loulou
KN 145 1962 Jack Hammer Amor Amor Amor/Choo-choo twist
KN 146 1962 Wild Bill Davis Orchestra The Madison Time (part I)/The Madison Time (part II)
KN 147 1962 Les Fingers Il grande madison/Pas cette chanson
KN 148 1962 Jack Hammer The wiggle/Wiggling fool
KN 149 1962 Nino de Murcia Esperanza/Nostalgia india
KN 150 1962 Ronn Clay A steel guitar and a glass of wine/Do you want to dance
KN 151 1962 Paul Rich Roses are red/I can't stop loving you
KN 152 1962 Budd Ashton/Kay Barry Guitar Tango/Speak to me pretty
KN 153 1962 Dick Muller and his orchestra Il giorno più lungo/Yankee Doodle
KN 154 1962 Mireille Miailhe/Peret (assolo chitarra) Le tourbillon/Romanza anonima[3]
KN 155 1962 Jula de Palma Du du da da da/Buonasera
KN 156 1962 Jula de Palma Le tue mani/Lui di lei
KN 157 1962 Frank Barbato Le nostre ore/C'est la vie, c'est l'amour
KN 158 1962 Les Scarlet Chariot/J'entend siffler le train
KN 159 1962 Paul Rich Our favourite melody/Dancin' party
KN 160 1962 Memo Remigi Oui je sais/Non ci credo
KN 161 1962 Marion Williams The loco-motion/Little miss lonely
KN 162 1962 Bud Ashton Telstar/You don't know me)
KN 163 1962 Les Scarlet Cheveux fous et levres roses/Ballade a Sylvie
KN 164 dicembre 1962 Jackie Kern Desafinado (Stonato)/Ting tung
KN 165[4] dicembre 1962 Jackie Kern Desafinado (Slightly Out of Tune)/Ting tung
KN 170 Gennaio 1963 Jula de Palma Nui ce lassammo/'na fronna
KN 171 1963 Tahuiti Tamuré Hivinau/Poa
KN 172 1963 Tahuiti Tamuré Afetia/Ute
KN 176 1963 The Satellites Buzz Buzz/We Like Birdland
KN 177 1963 Fabrizio Il fannullone/Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers
KN 181 1963 Lucky Pistoia Anche gli angeli son dei duri/Vieni
KN 182 1963 The Rochelles Watermelon Man/Tuna alla King
KN 183 1963 Bud Ashton Boss Guitar/Hava Nagila
KN 184 1963 Fabrizio Il testamento/La ballata del Miché
KN 185 1963 Rocky Messina Buonanotte bambino/Limbo rock italiano
KN 186 1963 Memo Remigi Che cosa ci regala l'estate/Non ci credo
KN 187 1963 Giampiero Boneschi e la sua orchestra O taxidromos pefane/Ma mandolino
KN 188 1963 Memo Remigi La botte/Eri un'abitudine
KN 189 1963 Jack Hammer Can't You Do It/It's Good
KN 190 1963 Jack Hammer Ehi Jack!/Incantesimo
KN 191 1963 Guidone e i suoi amici Scendiamo insieme sugli sci/Bella bimba
KN 192 1963 Francisco Heredero Dame felicidad/No te creo
KN 194 1964 Fabrizio La guerra di Piero/La ballata dell'eroe
KN 204 1964 Fabrizio Valzer per un amore/La canzone di Marinella
KN 205 1965 Aldo Tripodi Finalmente soli/E' bello stare insieme
KN 206 1965 Fabrizio Per i tuoi larghi occhi/Fila la lana
KN 207 1965 Tano La Leggia La vita continua/Non vali niente
KN 208 1965 Giuliana Milan Sola/Stringendomi le mani
KN 209 1965 Fabrizio La città vecchia/Delitto di paese
KN 210 1966 Giuliana Milan Ballata per un amore perduto/Candeline di cera
KN 211 1966 Marzia Ubaldi La città sulla collina/La ballata dell'amore cieco (o della vanità)
KN 212 1966 Aldo Tripodi Un po' di calma tesor/Il giorno che uno di noi
KN 214 1966 Fabrizio La canzone dell'amore perduto/La ballata dell'amore cieco (o della vanità)
KN 215 aprile 1966 Fabrizio Geordie/Amore che vieni, amore che vai
KN 216 1966 Antonio e Salvatore Che caldo fa/Dieci lire
KN 222 1966 Daniela Il bene che ti voglio/Non sai, tu non sai
KN 224 1966 Luigi Pazzaglini Non voglio fermarti/Rivediamoci

45 giri con numerazioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
KP 5017 1965 Roland Zaninetti Alsace-Tyrol/Love Of A Mountainer
KP 5019 1965 Raymond Jouart Bird Of Tyrol/Majestic
KP 5027 1966 Juan Paul Lenan Una plegaria/Ultima corsa
KA 3301[5] 1966 Chicco Non mi pentirò/Se tu mi vuoi avere per te
KA 3302[6] 1966 Plinio Maggi Una storia senza fine/Sei sola

45 giri della Assolo[modifica | modifica wikitesto]

La Assolo era una sottoetichetta della Karim, con sede a Genova; il direttore artistico era Gian Piero Reverberi

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
SAS 1001 1962 Sergio Sandrini Cercatemi/Quando ti vedo così
SAS 1002 1962 Michele Ma se tu vorrai/Piango

EP[modifica | modifica wikitesto]

Numero di catalogo Anno Interprete Titoli
KEP 401 21 settembre 1965 Elvio Monti e Franco Zauli Scherzo scozzese/Parintintin/Petronius/Passo ridotto
KEP 402 1966 Elvio Monti Meridiana/El Toro/Libellula/Mandolinata
KEP 403 1966 The Fenders Ma che m'importa/Se.../Adesso che tutto è passato/Come io amo te
KEP 408 1966 Elvio Monti La vita continua/Questi ricordi/Tu non sai/Non vali niente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bertoncelli, Riccardo. Belin, sei sicuro?: storia e canzoni di Fabrizio De André. Giunti Editore, 2003.
  2. ^ Dal film La cuccagna
  3. ^ Lato A dal film Jules e Jim
  4. ^ Disco identico al precedente, con la sola differenza che il primo brano è cantato in inglese
  5. ^ Questo 45 giri è uscito con doppia etichetta: Karim e Ariel, probabilmente perché la Karim era già in via di fallimento. In entrambi i lati sono riportati i loghi delle due etichette, rimpiccioliti, con la scritta in corsivo "Coproduzione Karim-Ariel"
  6. ^ Idem

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I dati concernenti le emissioni discografiche della casa sono stati tratti dai supporti fonografici emessi e conservati (come tutti quelli pubblicati in Italia) alla Discoteca di Stato a Roma.
  • Vari numeri delle riviste Musica e dischi (annate dal 1961 in poi), TV Sorrisi e Canzoni (annate dal 1961 in poi), Big, Giovani, Ciao amici e molte altre riviste di argomento musicale.
  • Mario De Luigi, L'industria discografica in Italia, edizioni Lato Side, Roma, 1982
  • Mario De Luigi, Storia dell'industria fonografica in Italia, edizioni Musica e Dischi, Milano, 2008
  • Vito Vita, La Karim, Storia della prima casa discografica di De André pubblicato in Walter Pistarini, Fabrizio De André canzoni nascoste, storie segrete, Giunti Editore, Firenze, 2013; pagg. 155-163
  • Bertoncelli, Riccardo. Belin, sei sicuro?: storia e canzoni di Fabrizio De André. Giunti Editore, 2003.
  • Luigi Viva, Non per un dio ma nemmeno per gioco: vita di Fabrizio De André, Feltrineli Editore, 2000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica