Karen Spärck Jones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Karen Ida Boalth Spärck Jones

Karen Ida Boalth Spärck Jones FBA (Huddersfield, 26 agosto 1935Willingham, 4 aprile 2007) è stata un'informatica inglese che ha ideato la funzione di peso td-idf, una tecnologia che è alla base dei più moderni motori di ricerca[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Karen Ida Boalth Spärck Jones è nata a Huddersfield, nello Yorkshire. Suo padre era Owen Jones, un insegnante di chimica, e sua madre era Ida Spärck, una norvegese che si trasferì in Gran Bretagna durante la Seconda Guerra Mondiale. Lasciarono la Norvegia su una delle ultime barche rimaste dopo l'invasione tedesca del 1940.

Spärck Jones fu educata nella scuola elementare di Huddersfield e dopo al Girton College, dal 1953 al 1956, in Storia ed un anno aggiuntivo in Filosofia. È stata per breve tempo un'insegnante, prima di passare all'informatica. Durante la sua carriera nell'informatica, ha fatto un'intensa campagna affinché più donne potessero entrare nel settore informatico. Si è sposata con il collega di Cambridge, l'informatico Roger Needham, che è morto nel 2003.

Karen Spärck Jones è morta il 4 aprile 2007 a Willingham nel Cambridgeshire.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato all'unità di ricerca linguistica di Cambridge dai tardi anni 50,[4] successivamente ha lavorato presso il laboratorio di informatica di Cambridge dal 1974 al 2002, ricoprendo anche l'incarico di docente di computer e di informatica, che ha ottenuto nel 1999. Ha continuato a lavorare nel laboratorio di informatica fino a poco prima la sua morte. I suoi principali interessi di ricerca, sin dai tardi anni 50, furono l'elaborazione del linguaggio naturale e l'information retrieval.[5][6] Uno dei suoi più importanti lavori fu la funzione di peso tf-idf (term frequency–inverse document frequency), molto importante nell'information retrieval, che ha introdotto in un articolo del 1972.[5][7] È usato in molti motori di ricerca oggi, come parte dello schema di ponderazione.[8]

C'è una conferenza annuale BCS nata in sua memoria[9].

Nell'agosto 2017, l'Università di Huddersfield ha ribattezzato uno degli edifici del campus in suo onore. Precedentemente conosciuto come il Canalside West, il palazzo Spärck Jones ospita la sezione di computazione ed ingegneria[10].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Membro della British Academy della quale fu presidente nel 2000 al 2002[11]
  • Membro AAAI[12]
  • Membro dell'ECCAI[12]
  • Presidente dell'Association for Computational Linguistics nel 1994[12]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerard Salton Award (1988)[13]
  • ASIS&T Premio di Merito (2002)
  • Premio alla carriera ACL (2004)[14]
  • BCS Lovelace Medal (2007)[12]
  • ACM - AAAI Allen Newell Award (2006)[12]
  • ACM Women's Group Athena Award (2007)[15]

Premio Karen Spärck Jones[modifica | modifica wikitesto]

Per commemorare i suoi risultati, dalla British Computer Society e dal suo Information Retrieval Specialist Group (BCS IRSG) è stato creato il Karen Spärck Jones Award, nel 2008, sponsorizzato da Microsoft Research[16].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Tait J. I., Karen Spärck Jones, in Computational Linguistics, vol. 33, n. 3, 2007, pp. 289–291, DOI:10.1162/coli.2007.33.3.289.
  2. ^ (EN) Robertson S. e Tait J., Karen Spärck Jones, in Journal of the American Society for Information Science and Technology, vol. 59, n. 5, 2008, p. 852, DOI:10.1002/asi.20784.
  3. ^ (EN) Yorick Wilks, Jones, Karen Ida Boalth Spärck (1935–2007), Computer Scientist, DOI:10.1093/ref:odnb/98729.
  4. ^ (EN) Karen Spärck Jones Obituary, su cl.cam.ac.uk.
  5. ^ a b (EN) Spärck Jones K., A Statistical Interpretation of Term Specificity and Its Application in Retrieval, in Journal of Documentation, vol. 28, 1972, pp. 11–21, DOI:10.1108/eb026526.
  6. ^ (EN) John I. Tait (a cura di), Charting a New Course: Natural Language Processing and Information Retrieval, Essays in Honour of Karen Spärck Jones, in The Kluwer International Series on Information Retrieval, vol. 16, 2005, DOI:10.1007/1-4020-3467-9, ISBN 1-4020-3343-5.
  7. ^ (EN) K. Spärck Jones, Index term weighting, in Information Storage and Retrieval, vol. 9, n. 11, 1973, pp. 619–633, DOI:10.1016/0020-0271(73)90043-0.
  8. ^ (EN) M. T. Maybury, Karen Spärck Jones and Summarization, in Charting a New Course: Natural Language Processing and Information Retrieval, The Kluwer International Series on Information Retrieval, vol. 16, 2005, pp. 99–10, DOI:10.1007/1-4020-3467-9_7, ISBN 1-4020-3343-5.
  9. ^ (EN) BCS Karen Spärck Jones lecture series, su bcs.org.
  10. ^ (EN) Our buildings, su University of Huddersfield.
  11. ^ (EN) Karen Sparck Jones, su telegraph.co.uk, 12 aprile 2007. URL consultato il 28 aprile 2018 (archiviato l'8 aprile 2018).
  12. ^ a b c d e (EN) Karen Spärck Jones, su cl.cam.ac.uk.
  13. ^ (EN) Gerard Salton Awards, su Special Interest Group on Information Retrival.
  14. ^ (EN) ACL Lifetime Achievement Award Recipients, su ACL Wiki.
  15. ^ (EN) Diane Kelly, Research award: Interactive information retrieval, 15 aprile 2015, DOI:10.1002/bult.2015.1720410312.
  16. ^ (EN) Microsoft BCS/BCS IRSG Karen Spärck Jones Award An Award to Commemorate Karen Spärck Jones, su irsg.bcs.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN108421772 · ISNI (EN0000 0001 2032 5660 · LCCN (ENn50021679 · GND (DE122675436 · BNE (ESXX1444949 (data) · BNF (FRcb12092680x (data) · J9U (ENHE987007431517505171 · CONOR.SI (SL31772003 · WorldCat Identities (ENlccn-n50021679