Kaja Kallas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kaja Kallas
Kaja Kallas (36784407542) (cropped).jpg

Primo ministro dell'Estonia
In carica
Inizio mandato 26 gennaio 2021
Presidente Kersti Kaljulaid
Predecessore Jüri Ratas

Segretaria del Partito Riformatore Estone
In carica
Inizio mandato 14 aprile 2018
Predecessore Hanno Pevkur

Europarlamentare
Durata mandato 1º luglio 2014 –
5 settembre 2018
Legislature VIII legislatura
Gruppo
parlamentare
ALDE
Circoscrizione Estonia

Deputata della Riigikogu
Durata mandato 4 marzo 2011 –
1º luglio 2014
Capo di Stato Kersti Kaljulaid
Circoscrizione Tallinn

Dati generali
Partito politico Partito Riformatore Estone
Università Università di Tartu, Tallinn Lilleküla Gymnasium, Tallinn English College e Estonian Business School

Kaja Kallas (Tallinn, 18 giugno 1977) è una politica estone, prima ministra dell'Estonia dal 26 gennaio 2021.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Siim Kallas, ex primo ministro estone ed ex Commissario europeo dei Trasporti.[1] Durante le deportazioni sovietiche dall'Estonia, sua madre Kristi, che all'epoca aveva sei mesi, fu deportata in Siberia con la madre e la nonna su un carro bestiame e visse lì fino all'età di dieci anni.[2] Il nonno di Kallas era Eduard Alver, uno dei fondatori della Repubblica di Estonia il 24 febbraio 1918 e il primo capo della polizia estone dal 1918 al 24 maggio 1919.[2]

Hallas si è laureata in Giurisprudenza nel 1999 all'Università di Tartu. Dal 2007 ha frequentato l'Estonian Business School, dove ha preso un Master in Economia nel 2010.[3][4]

Inizia la sua carriera lavorando come avvocato nel settore del diritto europeo e dell'antitrust[5]. Dal 4 marzo 2011 al 1º luglio 2014, è stata deputata della Riigikogu, dove ha presieduto la commissione affari economici[6].

Dal 1º luglio 2014 al 5 settembre 2018 è europarlamentare nel gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE). È membro della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (ITRE) e lavora nel gruppo che si dedica alla robotica e all'intelligenza artificiale[7].

Dal 2018 è Segretaria del Partito Riformatore Estone. A seguito delle dimissioni del primo ministro Jüri Ratas, avvenute il 13 gennaio 2021, la Presidente della Repubblica dell'Estonia, Kersti Kaljulaid dichiara di voler chiedere a Kaja Kallas di formare un nuovo governo, che entra in carica il 26 gennaio[8]. È la prima donna a ricoprire questo incarico nel suo Paese[9]. È considerata un'europeista.[10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposata e madre di tre figli.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Digital Savvy Estonia Is Set to Get Its First Female Prime Minister, in Fortune. URL consultato il 7 marzo 2019 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2019).
  2. ^ a b (EN) Even further from Russia: what is known about the new head of the Estonian government, in Europeeska Pravda, 26 gennaio 2021.
  3. ^ Kaja Kallas, su linkedin.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Corinne Deloy, Victory for the centre-right opposition (ER) in the general elections in Estonia (PDF), in The Foundation Robert Schuman, 3 marzo 2019. URL consultato il 7 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2019).
  5. ^ Maria Lombardi, Estonia, a una donna l'incarico di formare il governo: l'avanzata delle leader nell'Europa del Nord, su msn.com, 17 gennaio 2021. URL consultato il 25 gennaio 2021.
  6. ^ (EN) Kaja Kallas MEP, su eu-ems.com. URL consultato il 25 gennaio 2021.
  7. ^ (EN) Kaja Kallas: It's time to start thinking about working with robots - not fear them, su theparliamentmagazine.eu. URL consultato il 25 gennaio 2021.
  8. ^ Daniele Lettig, Estonia: nasce il governo di Kaja Kallas, prima premier donna. Gli euroscettici all’opposizione., su euractiv.it, 26 gennaio 2021. URL consultato il 26 gennaio 2021.
  9. ^ (FR) Estonie: le Premier ministre démissionne, son parti visé par une enquête pour corruption (XML), su courrierinternational.com, 13 gennaio 2021. URL consultato il 25 gennaio 2021.
  10. ^ Estonia: da domani la prima donna premier, fiducia a Kallas - Altre News - Nuova Europa, su ANSA.it, 25 gennaio 2021. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  11. ^ (EN) Kaja Kallas, su valitsus.ee. URL consultato il 27 gennaio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Prima ministra dell'Estonia Successore Flag of Estonia.svg
Jüri Ratas dal 26 gennaio 2021 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN5603153411798241700005 · GND (DE1179786629 · WorldCat Identities (ENviaf-6500155226765784490004