Kaine Robertson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kaine Robertson
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 178 cm
Peso 76 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Italia Italia
Ruolo Tre quarti ala
Ritirato 2014
Carriera
Attività di club¹
2001-10Viadana132 (305)
2012-14Viadana41 (40)
Attività in franchise
2010-12Aironi9 (5)
Attività da giocatore internazionale
2004-10Italia Italia47 (70)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 5 giugno 2014

Paul Kaine Robertson (Auckland, 29 ottobre 1980) è un ex rugbista a 15 neozelandese naturalizzato italiano, in carriera tre quarti ala di Viadana ed Aironi e internazionale per l'Italia dal 2004 al 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto rugbisticamente in Nuova Zelanda, dove iniziò a praticare la disciplina intorno agli 11 anni, Robertson giunse in Italia a 21 anni e, dopo una brevissima parentesi nel Mantova[1] (un solo incontro, risoltosi in un infortunio alla spalla che lo tenne fuori dal campo per tutto il resto della stagione), passò al Viadana, ingaggiato per la squadra Under-21[1].

Nel 2004 acquisì l'idoneità a rappresentare l'Italia e fu chiamato in Nazionale dal C.T. John Kirwan in occasione dei test match di metà anno contro Romania e Giappone[2]. Disputò il Sei Nazioni 2005 e tutta la serie dei test di metà anno, poi un infortunio al ginocchio gli impedì di partecipare agli incontri di fine anno e al successivo Sei Nazioni 2006.

Dopo più di un anno di assenza dalla Nazionale rientrò a fine 2006 sotto la nuova gestione Berbizier e prese parte alle qualificazioni per la Coppa del Mondo di rugby 2007 e, successivamente, alla fase finale del torneo in Francia, nel corso del quale collezionò 3 presenze; con il nuovo tecnico Nick Mallett ha preso parte al Sei Nazioni 2008 e alla successiva serie di test di metà anno.

A livello di club, inoltre, si laureò campione d’Italia nel 2001-02, anno in cui fu anche il miglior realizzatore di mete del campionato (12)[3]; nel suo palmarès anche due Coppe Italia e una Supercoppa nazionale (2007), e a livello personale, di nuovo, due primati in classifica realizzatori di mete del campionato, nel 2006-07 (a quota 9, in coabitazione[3]) e nel 2008-09 (11).

Con la confluenza del Viadana nella franchigia di Celtic League degli Aironi, Robertson fu schierato in tale nuova formazione dalla stagione sportiva 2010-11.

Dopo la revoca della licenza federale agli Aironi del 2012, rientrò nei ranghi del Viadana in Eccellenza[4]. Con i lombardi, nel 2013 si aggiudicò il Trofeo Eccellenza (ex Coppa Italia).

Dal 2012 al 2014 fece parte della Nazionale italiana a 7, maglia già precedentemente indossata in occasione delle World Rugby Sevens Series[2].

A settembre 2014 annunciò il ritiro dal rugby giocato attraverso le pagine della Gazzetta di Mantova, per tornare insieme alla famiglia in Nuova Zelanda, suo Paese natale[2].

In Italia, Robertson viene ricordato in particolar modo per le marcature contro Scozia e Galles nel Sei Nazioni 2007, che contribuirono alle due vittorie azzurre[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Elisa Pignatti, Kaine, la freccia giallonera (PDF), in La Cronaca di Mantova, 7 dicembre 2007. URL consultato il 2 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  2. ^ a b c d Si ritira Robertson, l’azzurro delle volate impossibili, in La Gazzetta dello Sport, 11 settembre 2014. URL consultato il 21 novembre 2020.
  3. ^ a b Volpe, pag. 117.
  4. ^ Il Viadana di Phillips ritorna al futuro e debutta a Mogliano, in Gazzetta di Mantova, 22 settembre 2012. URL consultato il 21 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008 [1996].

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]