KV37

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
KV37
KV37.jpg
Isometria, pianta ed alzato della KV37
CiviltàAntico Egitto
EpocaVarie
Localizzazione
StatoEgitto Egitto
LocalitàLuxor
Dimensioni
Superficie38 04 
Altezzamax 1,96 m
Larghezzamax 4,05 m
Lunghezzamax 18,39 m
Volume61,38 m³
Scavi
Date scavi1899
OrganizzazioneServizio delle Antichità
ArcheologoVictor Loret
Amministrazione
PatrimonioTebe (Valle dei Re)
EnteSupreme Council of Antiquities
Sito webwww.thebanmappingproject.com
Mappa di localizzazione

Coordinate: 25°44′27″N 32°36′08″E / 25.740833°N 32.602222°E25.740833; 32.602222

KV37 (King's Valley 37)[N 1] è la sigla che identifica una delle tombe della Valle dei Re in Egitto; non nota la destinazione.

Visitata nel 1825 da James Burton e nel 1889 da Eugène Lefébure[N 2], la KV37 venne scavata da Victor Loret nel 1899 per conto del Servizio delle Antichità[1].

Si tratta di una tomba molto piccola, forse risalente alla XVIII dinastia destinata ad un re, ma non ci sono evidenze nel senso.

Il ritrovamento, al suo interno, di resti ossei umani, frammenti di una statuetta funeraria in legno con riferimento a Thutmosi IV, trentatré ostraka e frammenti di vasellame con riferimento a Sethy I, ha fatto supporre che sia stata anche usata come laboratorio di restauro o sistemazione di altre tombe viciniori[2].

Scavi sistematici della KV37 sono previsti nell’ambito del The University of Basel King’s Valley Project (trad. Progetto Valle dei Re dell’Università di Basilea) [N 3], ma al 2015 nulla ancora è stato intrapreso nel senso[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le tombe vennero classificate nel 1827, dalla numero 1 alla 22, da John Gardner Wilkinson in ordine geografico. Dalla n.ro 23 la numerazione segue l’ordine di scoperta.
  2. ^ Eugène Lefébure (1838-1908) egittologo francese.
  3. ^ Il progetto vede la collaborazione, oltre l’Università di Basilea, dell’Università Americana del Cairo –Dipartimento Egittologia- e dell’Università di Zurigo –Centro di medicina evolutiva: progetto mummie egizie-; prevede lo studio e l’analisi di varie tombe della Valle dei re: KV26, KV29, KV30, KV31, KV32, KV33, KV37, KV40, KV59, KV61 e la recentissima KV64.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Theban Mapping Project
  2. ^ Reeves e Wilkinson (2000), p. 183.
  3. ^ Copia archiviata, su aegyptologie.unibas.ch. URL consultato il 3 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2017).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]