Küstrin-Kietz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Küstrin-Kietz
località (Ortsteil)
Küstrin-Kietz – Stemma
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Brandenburg.svg Brandeburgo
DistrettoNon presente
CircondarioMärkisch-Oderland
ComuneKüstriner Vorland
Territorio
Coordinate52°34′09.12″N 14°36′39.96″E / 52.5692°N 14.6111°E52.5692; 14.6111 (Küstrin-Kietz)Coordinate: 52°34′09.12″N 14°36′39.96″E / 52.5692°N 14.6111°E52.5692; 14.6111 (Küstrin-Kietz)
Abitanti868 (2006)
Altre informazioni
Cod. postale15328
Prefisso(+49) 033479
Fuso orarioUTC+1
TargaMOL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Küstrin-Kietz
Küstrin-Kietz

Küstrin-Kietz è una località del comune tedesco di Küstriner Vorland, nel Brandeburgo.

Küstrin-Kietz Oderinsel - caserme delle forze sovietiche in Germania (2013)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Küstrin-Kietz fu, fino al 1945, il quartiere Kietz della città di Küstrin (oggi Kostrzyn nad Odrą, in Polonia), l'unico sulla sponda sinistra del fiume Oder.[senza fonte]

Con il passaggio alla Polonia dei territori tedeschi ad est della linea Oder-Neiße, compreso il centro della città di Küstrin, Kietz diventò un comune indipendente,[N 1] restando tedesca (Germania Est). Le comunicazioni transfrontaliere furono nella stessa occasione interrotte, e il fiume Oder dichiarato territorio militare.[senza fonte]

Il 3 ottobre 1991 il comune di Kietz prese la denominazione di Küstrin-Kietz per ricordarne il passato;[1][N 2] nel 1992 furono ristabilite le comunicazioni ferroviarie e stradali con la sponda polacca.[senza fonte]

Il 31 gennaio 1997 il comune di Küstrin-Kietz fu fuso con i comuni di Gorgast e Manschnow, formando il nuovo comune di Küstriner Vorland.[2]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il centro abitato di Küstrin-Kietz è attraversato dalla strada federale B 1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel 1954 Kietz fu ribattezzata per alcuni mesi Friedensfelde ("campo della pace"), per poi riprendere il nome originario.[senza fonte]
  2. ^ Il governo polacco si oppose a questa decisione, considerandola un atto di revanscismo.[senza fonte]

Bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN144093296
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania