K'akhi Asatiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kakhi Asatiani
Kakhi Asatiani.jpg
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 1975
Carriera
Squadre di club1
1965-1975Dinamo Tbilisi218 (27)
Nazionale
1968-1972Unione Sovietica Unione Sovietica16 (5)
Carriera da allenatore
1978-1982Dinamo Tbilisi
1987Dinamo Tbilisi
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2009

Kakhi Šalvovič Asatiani (in georgiano: კახი ასათიანი?, in russo: Кахи Шалвович Асатиани?; Telavi, 1º gennaio 1947Tbilisi, 20 novembre 2002) è stato un politico, allenatore di calcio, calciatore e dirigente d'azienda sovietico, dal 1991 georgiano, di ruolo centrocampista.

Intrapresa l'attività dirigenziale dopo l'indipendenza della Georgia, fu ucciso nel 2002 in un attentato.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Trascorse tutta la sua carriera di giocatore nella Dinamo Tbilisi, compagine dell'allora Repubblica Socialista di Georgia che militava nel campionato sovietico; in 11 stagioni, dal 1965 al 1975, disputò 218 incontri realizzando 27 goal.

In Nazionale sovietica esordì nel 1968, e fece parte della rosa che partecipò alla fase finale del campionato d'Europa 1968 in Italia, classificandosi al quarto posto finale; due anni più tardi fu presente al campionato del mondo 1970 in Messico,in cui per altro passò alla storia a livello personale, diventando il primo calciatore della storia a ricevere un cartellino giallo, giungerà con l'Unione Sovietica fino ai quarti di finale.

Dopo il ritiro da calciatore intraprese l'attività di allenatore; diresse in due riprese la stessa Dinamo Tbilisi, dal 1978 al 1982 e poi una seconda volta nel 1987[1].

Attività politica e dirigenziale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scioglimento dell'URSS e la trasformazione della Georgia da Repubblica satellite di Mosca in Paese indipendente, Asatiani ebbe una breve esperienza politica, nelle vesti di ministro del Turismo e dello Sport del neonato Stato[1] dal 1999 al 2000[2].

Successivamente divenne vicepresidente della compagnia aerea Airzena (oggi Georgian Airways); fu mentre ricopriva tale incarico che, il 20 novembre 2002, Asatiani fu ucciso a Tbilisi da alcuni colpi di pistola sparatigli da ignoti mentre si trovava al volante della propria auto[3]; secondo gli inquirenti l'omicidio è legato all'attività dirigenziale della vittima[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Tbilisi: 1978
Dinamo Tbilisi: 1979

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Tbilisi: 1980-1981

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Dictionary of Georgian National Biography: Kakhi Asatiani, su georgianbiography.com. URL consultato il 7 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2013).
  2. ^ Andrea Masala, Georgia in fiamme, l'angoscia di Kaladze, in Gazzetta dello Sport, 22 novembre 2002. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  3. ^ (EN) Vice-President of Georgian Air Company Shot, in Civil.ge - Daily News on-line, 21 novembre 2002. URL consultato il 7 dicembre 2009.
  4. ^ (EN) Players Hope Georgia's Anti-corruption Drive will Help Clean up National Sport, in Eurasia.net, 6 febbraio 2004. URL consultato il 7 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2008).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]