Justine Lévy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Justine Lévy

Justine-Juliette Lévy (Francia, 4 settembre 1974) è una scrittrice francese.

Justine-Juliette Lévy è la figlia maggiore di prime nozze del filosofo, scrittore e intellettuale francese Bernard-Henri Lévy. Vive a Parigi dove lavora come editor per un'importante casa editrice. Il suo primo romanzo è del 1995 Le rendez-vous (Incontro) ed è stato pubblicato in italiano dall'editore Frassinelli nel 2005.

Nel 1996[1] sposa Raphaël Enthoven, figlio del miglior amico di suo padre. Il matrimonio entra quasi subito in crisi fino alla traumatica separazione: Enthoven la abbandona per la modella e cantante Carla Bruni. Profondamente segnata dalla disastrosa esperienza matrimoniale, Lévy ricorre alle anfetamine. Solo dopo alcuni anni rende pubblici i suoi problemi proprio attraverso il suo primo romanzo che è autobiografico. Nel 2004 esce in Francia il secondo romanzo Rien de Grave (Niente di grave) che attira subito l'attenzione dei media. Si aggiudica il Prix Littéraire Le Vaudeville e scala le classifiche europee dei bestseller fermandosi soltanto di fronte al super-bestseller The Da Vinci Code (Il codice Da Vinci). In Italia il libro viene tradotto nel 2005 sempre da Frassinelli. Nel 2006 esce una riedizione presso Sperling & Kupfer.

Il suo attuale compagno è l'attore Patrick Mille con il quale ha avuto due figli, una femmina ed un maschio.

Justine Lévy è attualmente impegnata nella stesura del suo terzo romanzo.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marriage Of Justine Lévy And Raphaël Enthoven On September 21st, 1996 In Paris, France., in Getty Images. URL consultato il 14 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51791085 · ISNI (EN0000 0001 0900 8322 · LCCN (ENn97026667 · GND (DE115279407 · BNF (FRcb12482515p (data)