Justin Ahomadegbé-Tomêtin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Justin Ahomadégbé-Tomêtin

Presidente del Benin
Durata mandato 25 gennaio 1964 –
29 novembre 1965
Predecessore Christophe Sogloo
Successore Christophe Soglo

Durata mandato 7 maggio 1972 –
26 ottobre 1972
Predecessore Hubert Maga
Successore Mathieu Kérékou

Justin Ahomadégbé-Tomêtin (Abomey, 16 gennaio 1917Cotonou, 8 marzo 2002) è stato un politico beninese.

Attivo soprattutto nel periodo in cui il Benin era conosciuto come Dahomey francese, è stato presidente dell'Assemblea nazionale del Dahomey dall'aprile 1959 al novembre 1960. Inoltre è stato Primo ministro negli anni '60.

Ahomadégbé divenne Presidente come parte di un sistema che ruotava la carica fra tre personalità politiche di spicco: Ahomadégbé, Hubert Maga e Sourou-Migan Apithy. Maga consegnò il potere a Ahomadégbé il 7 maggio 1972.[1] Il 26 ottobre seguente il Presidente fu deposto da un colpo di stato guidato da Mathieu Kérékou. Tutti e tre gli esponenti politici rimasero agli arresti domiciliari fino al 1981.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia del Benin, sapere.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN26796579 · ISNI (EN0000 0000 4858 419X · LCCN (ENno2005048785 · WorldCat Identities (ENno2005-048785
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie