Jumellea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Jumellea
Jumellea sagittata.jpg
Jumellea arachnantha
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Vandeae
Sottotribù Angraecinae
Genere Jumellea
Schltr., 1914
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Specie

vedi testo

Jumellea Schltr., 1914 è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Orchidaceae.[1]

Il nome del genere è un omaggio al botanico francese Henri Lucien Jumelle (1866-1935).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono orchidee epifite o litofite che si caratterizzano per le infiorescenze uniflore, con fiori stellati invariabilmente di colore bianco, con sepali e petali di uguale lunghezza, saldati alla base, e un labello intero, con solco centrale collegato all'orifizio dello sperone; il gimnostemio contiene 2 pollinii globosi o subglobosi.[2]
Le diverse specie si differenziano in base alla lunghezza dello sperone, alle dimensioni dei fiori, alla presenza o assenza di fusto, alla forma delle foglie.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Al pari delle altre Angraecinae, la riproduzione della maggior parte delle specie di Jumellea è legata alla impollinazione entomofila da parte di farfalle notturne della famiglia Sphingidae. Tale interrelazione evolutiva è legata alla particolare morfologia del loro fiore, il cui lungo sperone nettarifero risulta accessibile solo ad insetti dotati di una lunga spirotromba[3]. È stata inoltre documentata la possibilità di autoimpollinazione, come nel caso di Jumellea stenophylla. Il ricorso a tale modalità è probabilmente un adattamento evolutivo intervenuto in assenza di specifici impollinatori, in corso di colonizzazione di una nuova isola.[4]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Jumellea sono diffuse prevalentemente in Madagascar, ove è concentrata la maggiore biodiversità, in alcune isole dell'oceano Indiano occidentale (Comore, isole Mascarene) e nell'Africa centro-orientale.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Jumellea, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 3 marzo 2014.
  2. ^ Pridgeon, A.M., Cribb, P.J., Chase, M.A. & Rasmussen, F. eds, Genera Orchidacearum 6 - Epidendroideae (Part 3), Oxford University Press, 2010, p.397, ISBN 9780199646517.
  3. ^ Nilsson LA, Johnsson L, Ralison L and Randrianjohany E, Angraecoid Orchids and Hawkmoths in Central Madagascar: Specialized Pollination Systems and Generalist Foragers, in Biotropica, vol. 19, nº 4, 1987, pp. 310-318.
  4. ^ Micheneau C., Fournel J., Gauvin-Bialecki A., Pailler T., Auto-pollination in a long-spurred endemic orchid (Jumellea stenophylla) on Reunion Island (Mascarene Archipelago, Indian Ocean), in Plant Systematics and Evolution, vol. 272, 2008, pp. 11-22.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica