Jumanji (racconto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jumanji
Titolo originale Jumanji
Autore Chris Van Allsburg
1ª ed. originale 1981
Genere racconto
Sottogenere fantastico, per ragazzi
Lingua originale inglese

Jumanji è un libro per ragazzi scritto e illustrato da Chris Van Allsburg.

Narra di un gioco da tavolo da cui si può uscire solo una volta finito il gioco.

Dal libro è stato tratto nel 1995 un film omonimo con Robin Williams (che lo stesso anno ha avuto una trasposizione letteraria scritta da George Spelvin[1]) e una serie televisiva d'animazione andata in onda tra l'8 settembre 1996 e l'11 marzo 1999 su UPN.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il libro racconta di due fratelli, Judy e Peter Shepherd, alle prese con un gioco da tavolo magico simile al gioco dell'oca sul tema della giungla; ogni volta che una pedina si ferma su una casella, il gioco magico causa l'apparizione di animali selvaggi (o simili eventi spaventosi) correlati col contenuto della casella stessa.

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

La stessa idea alla base di Jumanji si trova in un romanzo successivo dello stesso Van Allsburg, Zathura (2002), in cui il gioco magico è a tema fantasy-fantascientifico. Anche di Zathura è stato realizzato, nel 2005, un film omonimo con Josh Hutcherson.

Il film Jumanji ha avuto una trasposizione letteraria scritta da George Spelvin.[1]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Chris Van Allsburg, Jumanji, traduzione di Francesca Del Moro, Logos edizioni, 2013, pp. 32, ISBN 9788857605722.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Edizioni di Jumanji in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]