Julius Schreck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Julius Schaub, Julius Schreck, Hans Georg Maurer, Edmund Schneider.

Julius Schreck (Monaco di Baviera, 13 luglio 1898Monaco di Baviera, 16 maggio 1936) è stato un militare tedesco, primo comandante delle SS.

Schreck entrò nel Partito nazista nel 1920, nello stesso periodo in cui aderì Adolf Hitler, i due divennero ben presto amici, e due dei principali sostenitori del nuovo partito.

Nel 1921 Schreck fu uno dei fondatori delle SA, e l'ideatore dello Stabswache, che costituì il primo nucleo di guardie del corpo di Hitler. Nel 1923, Schreck partecipò al fallito Putsch della birreria di Monaco, e venne incarcerato nella prigione di Landsberg insieme agli altri leader del partito.

Quando, nel 1925, il Partito nazista venne ricostituito, Schreck, insieme con Emil Maurice, decise di fondare una nuova unità, nota come Stosstrupp Adolf Hitler, con il solo scopo di proteggere Hitler da futuri attentati. L'anno seguente, il gruppo di otto uomini venne rinomato Schutzstaffel e Schreck, con la tessera numero 5 della nuova formazione, ne assunse il comando, in qualità di Reichsführer-SS.

Nel 1926, abbandonò la guida delle SS, che nel frattempo aveva raggiunto i 100 membri, rimanendovi comunque all'interno e lavorando come chauffeur privato di Hitler. Nel 1930, dopo che il comando venne assunto da Heinrich Himmler, venne nominato SS-Standartenführer e di lì a poco SS-Oberführer.

Nel 1936, Schreck si ammalò di meningite e morì il 16 maggio. Venne onorato con funerali di stato, durante i quali Hitler lesse personalmente l'elogio funebre.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25790374 · ISNI (EN0000 0001 0881 1826 · LCCN (ENn00028190 · GND (DE133365611