Juliette Benzoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Juliette Benzoni (Parigi, 30 ottobre 1920Saint-Mandé, 7 febbraio 2016) è stata una scrittrice francese autrice di romanzi storici e gialli.

Juliette Benzoni nel 2009
Firma di Juliette Benzoni

È stata citata dai media come "La regina di romanzo storico" [1] e "La figlia di Alexander Dumas". Ha scritto 86 libri, che sono stati tradotti in almeno 27 paesi. Più di trecento milioni di libri furono venduti in Francia e all'estero. Benzoni compare nella lista degli autori più letti in Francia, ha conquistato oltre 50 milioni di lettori in più di 36 paesi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome da nubile di Juliette Benzoni era Andrée Marguerite Juliette Mangin. Era la figlia di Marie-Susanne Arnold e Charles-Hubert Mangin. È all'età di nove anni che ha scoperto nel libro Giovanna d'Arco al rogo la sua passione per la storia.

Juliette Benzoni è stata educata al Lycée Fenelon, al College d'Hulst e all'Institut Catholique Paris. Ha studiato filosofia, diritto e letteratura. Si sposò nel 1941 con Maurice Gallois, un medico, e si trasferirono a Digione dove divenne madre di due bambini. Durante quel periodo studiò la storia della Borgogna e incappò nell'ordine del vello d'oro che la ispirò più tardi per i sette romanzi della serie Catherine. Nel 1950 suo marito morì per un attacco di cuore, lasciandola vedova all'età di 30 anni con due bambini piccoli. Andò in Marocco per visitare alcuni parenti del suo defunto marito e trovò lavoro in una stazione radio.

In Marocco incontrò il suo futuro marito un giovane ufficiale francese, il conte André Benzoni di Conza nato in Corsica, si sposarono poche settimane prima che venisse assegnato all'Indocina per unirsi al suo reggimento. A causa della situazione instabile in Marocco in quel momento, suo marito desiderava che tornasse in Francia. Nel 1953 andò a vivere nel sobborgo parigino di Saint-Mandé, di cui suo marito sarebbe diventato vice sindaco. Eppure i tempi erano difficili e lei doveva cercare lavoro e così è stata lanciata la sua carriera di giornalista e autrice.

Nel 1982 il destino le fece esplodere un altro colpo, morì suo marito André Benzoni, che la rese la seconda volta vedova. Nel gennaio 1985 suo figlio Jean-François Gallois morì in un attacco di cuore proprio come suo padre Maurice Gallois. Fu l'unica volta in cui l'autore subì il blocco di uno scrittore mentre lavorava alle prime avventure di Le boiteux de Varsovie.

Produzioni[modifica | modifica wikitesto]

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Prima copertina tedesca del primo libro della serie nel 1964 ''Catherine''
Copertina inglese di Belle Catherine nel 2017

Catherine[modifica | modifica wikitesto]

Serie Edizioni italiane e traduzione

    • La belle Catherine (1967) Garzanti, (Il suffit d'un amour I 1963 Opéra Mundi Editions Trévise)
    • La passione di Catherine (1967) Garzanti, (Il suffit d'un amour II 1964 Opéra Mundi)
    • La fuga di Catherine (1968) Garzanti, (Belle Catherine 1966 Opéra Mundi)
    • La vendetta di Catherine (1969) Garzanti, (Catherine des Grands Chemins 1967 Opéra Mundi)
    • Catherine e il tempo di amare (1971) Garzanti, (Catherine et le temps d'aimer 1968 Opéra Mundi)
    • Piège pour Catherine (1974) Opéra Mundi - non tradotto
    • La Dame de Montsalvy (1979) Opéra Mundi - non tradotto

Marianne[modifica | modifica wikitesto]

    • Marianne: una stella per Napoleone (1970) Garzanti,(Marianne, une étoile pour Napoléon 1969 Opéra Mundi)
    • Marianne e lo sconosciuto toscano (1972) Garzanti, (Marianne et l'inconnu de Toscane 1971 Opéra Mundi)
    • Marianne e Jason dei quattro mari (1973) Garzanti, (Marianne: Jason des quatre mers 1972 Opéra Mundi)
    • Marianne e i pericoli dell’oriente (1973) Garzanti, (Marianne - toi Marianne 1972 Opéra Mundi)
    • Marianne les lauriers de flammes I (1974) non tradotto
    • Marianne les lauriers de flammes II (1974) non tradotto

Les Loups de lauzargues[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean de la Nuit 1985
  • Hortense au Point du Jour 1985
  • Félicia au Soleil couchant 1987)

La Florentine[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiora et le Magnifique 1988
  • Fiora et le Téméraire 1988
  • Fiora et le Pape 1989
  • Fiora et le Roi de France 1990

Les Dames du Méditerranée Express[modifica | modifica wikitesto]

  • La jeune mariée 1990
  • La fière Americaine 1991
  • La princesse Manchou 1991

Les Treize vents[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Voyageur 1992
  • Le Réfugié 1993
  • L'Intrus 1993
  • L'Exilé 1994

Les aventures d'Aldo Morosini[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Boiteux de Varsovie
    • L'étoile bleue 1994
    • La rose d'York 1995
    • L'Opale de Sissi 1996
    • Le Rubis de Jeanne la Folle 1996
  • La suite des aventures d'Aldo Morosini
    • Les émeraudes du Prophète 1999
    • La perle de l'Empereur 2001
    • Les joyaux de la sorcière 2004
    • Les "larmes" de Marie-Antoinette 2006
    • Le collier sacré de Montezuma 2007
    • L'Anneau d'Atlantide 2009
    • La Chimère d'Or des Borgia parte 1 2011
    • La Collection Kledermann parte 2 2012
    • Le Talisman du Téméraire
      • Les trois frères parte 1 2013
      • Le diamant de Bourgogne parte 2 2014
    • Le vol du Sancy – Des carats pour Ava ? 2016

Secret d'état[modifica | modifica wikitesto]

  • La chambre de la reine 1997
  • Le roi des halles 1998
  • Le prisonnier masqué 1998

Le jeu de l'amour et de la mort[modifica | modifica wikitesto]

  • Un homme pour le Roi 1999
  • La messe rouge 2000
  • La comtesse des ténébres 2000

Les Chevaliers[modifica | modifica wikitesto]

  • Thibaut ou la croix perdue 2002
  • Renaud ou la malédiction 2003
  • Olivier ou les trésors templiers 2003

Marie[modifica | modifica wikitesto]

  • Marie des intrigues 2004
  • Marie des passions 2005

Le Sang des Koenigsmark[modifica | modifica wikitesto]

  • Aurore 2006
  • Fils de l'Aurore 2007

Le Temps des Poisons[modifica | modifica wikitesto]

  • On a tué la reine ! 2008
  • La chambre du roi 2009

Le Bal des Poignards[modifica | modifica wikitesto]

  • La dague au lys rouge 2010
  • Le couteau de Ravaillac 2010

La Guerre des Duchesses[modifica | modifica wikitesto]

  • La fille du condamné 2012
  • Princesse des Vandales 2013

Storie brevi[modifica | modifica wikitesto]

  • Les Reines tragiques 1962
  • Aventuries du Passé (Les chemins de l'Aventure) 1963
  • Par le fer ou le poison 1973
  • Le sang, la gloire et l'amour 1974
  • Trois Seigneurs de la nuit 1978
  • Grandes Dames petites vertus (Elles ont aimé) 1978
  • De sac et de corde (Crimes et Criminels) 1979
  • Tragédies Impériales 1980
  • Dames, Drames et Demons (Suite Italienne) 1980
  • Dans le lit des Rois: Nuit de noces 1983
  • Dans le lit des Reines: les amants 1984
  • Le Roman des châteaux de France 1985
  • Cent ans de vie de château (la vie de Châteaux) 1992
  • Les reines du Faubourg 2006
  • Ces belles inconnues de la Révolution 2014
  • Ces Femmes du Grand Siècle 2015

Novelle singole[modifica | modifica wikitesto]

  • Un aussi long chemin 1983
  • De deux Roses l'une... 1997
  • La petite peste et le chat botté 2015

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Catherine fu adattata al cinema nel 1969 con il titolo di Catherine, un solo impossibile amore (Catherine, il suffit d'un amour) di Bernard Broderie, con Olga-Georges Picot e Horst Frank.
  • Marianne fu adattata nel 1983 per la televisione, una serie di 30 episodi di Marion Sarraut con Corinne Touzet e Jean-François Poron.
  • Catherine fu adattata per la televisione, una serie di 60 episodi di Marion Sarraut con Claudine Ancelot e Pierre-Marie Escourrou.
  • Le Gerfaut fu adattato nel 1987 per la televisione, una serie di 30 episodi di Marion Sarraut con Laurent Le Doyen e Marianne Anska.
  • La Florentine fu adattata nel 1991 per la televisione, una serie di 10 episodi di Marion Sarraut con Anne Jacquemin e Alain Payan.

Premi e onori[modifica | modifica wikitesto]

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Saint-Mandé - luogo di riposo di Juliette Benzoni nel 2016

Juliette Benzoni è morta nel sonno il 7 febbraio 2016 a Saint-Mandé, due settimane dopo la pubblicazione del suo ultimo libro "Le Vol du Sancy: Des Carrats pour Ava". Nel libro di condoglianze che è stato fornito online, i suoi lettori di tutto il mondo hanno espresso la tristezza per la morte di Juliette Benzoni. È sepolta nel cimitero di Saint-Mandè Sud, dove anche sua madre, il suo defunto marito e suo figlio sono sepolti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) La reine du roman historique, Juliette Benzoni, est morte, in Le Monde.fr, 9 febbraio 2016. URL consultato il 10 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64001723 · ISNI (EN0000 0001 1067 4154 · LCCN (ENn50006823 · GND (DE104755350 · BNF (FRcb118913149 (data) · WorldCat Identities (ENn50-006823