Julian Nagelsmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Julian Nagelsmann
Nagelsmann nel 2020
Nazionalità Bandiera della Germania Germania
Altezza 189 cm
Calcio
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Bandiera della Germania Germania
Termine carriera 1º gennaio 2008 - giocatore
Carriera
Giovanili
1997-2002Augusta
2002-2006Monaco 1860
Squadre di club1
2006-2007Monaco 1860 II0 (0)
2007-2008Augusta0 (0)
Carriera da allenatore
2008Augusta IIColl. tecnico
2008-2010Monaco 1860Coll. tecnico
2010-2016HoffenheimGiovanili
2016-2019Hoffenheim
2019-2021RB Lipsia
2021-2023Bayern Monaco
2023-Bandiera della Germania Germania
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 settembre 2023

Julian Nagelsmann (Landsberg am Lech, 23 luglio 1987) è un allenatore di calcio tedesco, commissario tecnico della nazionale tedesca.

Nel 2008, a soli vent'anni, intraprende il percorso da allenatore. Nel 2016 viene nominato tecnico dell'Hoffenheim, rimanendovi in carica fino al 2019. Dal 2019 al 2021 è stato allenatore del RB Lipsia. Tra il 2021 e il 2023 ha guidato invece il Bayern Monaco, con cui ha vinto un campionato tedesco (2021-2022) e due Supercoppe di Germania (2021, 2022).

A livello individuale, ha vinto il premio di allenatore tedesco dell'anno nel 2017.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua carriera Nagelsmann ha dimostrato di saper cambiare spesso formazione, ma quelle più utilizzate sono il 3-4-3, il 3-4-2-1 e il 4-2-3-1.[1][2] Le sue squadre alternano partite in cui hanno il dominio del possesso ad altre in cui fanno uso delle verticalizzazioni. In fase difensiva, invece, prediligono il pressing alto e la marcatura a zona.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

A livello giovanile ha giocato per l'Augusta (1997-2002) e il Monaco 1860 (2002-2006).[3]

Nella stagione 2006-2007 ha fatto parte della rosa della seconda squadra del Monaco 1860, non scendendo però mai in campo a causa di vari infortuni al ginocchio e al menisco.[3] Tornato all'Augusta l'anno successivo, nel gennaio 2008 i persistenti problemi fisici portano il tedesco a decidere di porre fine alla sua carriera calcistica a soli 20 anni.[4]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nagelsmann come allenatore dell'Hoffenheim nel 2019

Subito dopo il ritiro viene assunto per sei mesi come collaboratore tecnico dello staff di Thomas Tuchel, all'epoca sulla panchina dell'Augusta II.[5] Nel luglio 2008 torna al Monaco 1860 per ricoprire lo stesso ruolo sotto Alexander Schmidt, restandovi fino al 2010.[5]

Viene quindi ingaggiato dall'Hoffenheim come allenatore della formazione U-17.[4] Grazie a buoni risultati, il 1º gennaio 2013 assume il ruolo di vice allenatore della prima squadra.[6] L'esperienza dura solo sei mesi, dato che il tedesco preferisce essere relegato a tecnico dell'U-19, con cui conquista il titolo di categoria nel 2014.[7]

Hoffenheim[modifica | modifica wikitesto]

L'11 febbraio 2016 viene nominato, a soli 28 anni, tecnico della prima squadra dell'Hoffenheim, diventando l'allenatore più giovane nella storia della Bundesliga.[8] Due giorni dopo esordisce con un pareggio sul campo del Werder Brema (1-1),[9] mentre la settimana seguente conquista la sua prima vittoria in campionato ai danni del Magonza.[10] Sotto la sua guida tecnica, i biancoazzurri vincono sette delle ultime quattordici giornate, passando dal penultimo posto in classifica a un'insperata salvezza (15°).[11]

Nell'annata 2016-2017 guida la squadra al quarto posto finale guadagnandosi, a tre turni dalla conclusione del campionato, la certezza aritmetica di disputare almeno i preliminari di UEFA Champions League.[12] Tale risultato gli permette, il 9 giugno 2017, di rinnovare con il club fino al 2021.[13] Conduce poi l'Hoffenheim al terzo posto nella stagione 2017-2018,[14] qualificando la compagine tedesca ai gironi della massima competizione UEFA per la prima volta nella storia della società.[15]

Nella stagione 2018-2019, l'ultima alla guida del club, porta la squadra al nono posto finale.[16]

Nagelsmann nel 2020 come tecnico del RB Lipsia

RB Lipsia[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2019 diventa, tramite un contratto quadriennale, il nuovo allenatore del RB Lipsia.[17] Esordisce con i tori rossi l'11 agosto, vincendo per 2-3 il primo turno di Coppa nazionale contro l'Osnabrück.[18] La settimana seguente è la volta del campionato, dove vince la prima giornata per 4-0 in casa dell'Union Berlino.[19] Il 2 novembre, alla decima giornata di Bundesliga, vince per 8-0 contro il Magonza, stabilendo la più grande vittoria nella storia del club.[20] Conclude l'annata 2019-2020 in terza posizione, alle spalle del Bayern Monaco campione e del Borussia Dortmund.[21] In UEFA Champions League, dopo aver superato da vincitore il gruppo G,[22] elimina prima il Tottenham e poi l'Atlético Madrid,[23][24] accedendo così in semifinale, poi persa per 3-0, contro il Paris Saint-Germain.[25]

Nella stagione 2020-2021 conduce il RB Lipsia al secondo posto in campionato, alle spalle del Bayern Monaco,[26] mentre in UEFA Champions League viene eliminato agli ottavi di finale dal Liverpool.[27] In Coppa di Germania porta la squadra in finale, venendo però sconfitto dal Borussia Dortmund per 4-1.[28]

Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2021 assume l'incarico di tecnico del Bayern Monaco, firmando con i bavaresi un contratto quinquennale.[29] Debutta sulla panchina dei bavaresi il 13 agosto, pareggiando la prima giornata di campionato contro il Borussia M'gladbach.[30] Quattro giorni dopo vince il suo primo trofeo da allenatore di una prima squadra, la Supercoppa di Germania, grazie alla vittoria per 3-1 sul Borussia Dortmund.[31][32] Il 24 agosto, durante il primo turno di Coppa di Germania contro il Bremer SV, stabilisce con un netto 12-0 la più larga vittoria per il Bayern Monaco negli ultimi vent'anni; il precedente record (16-1) venne sancito sempre in tale competizione nel 1997.[33] Il 27 ottobre successivo viene eliminato al secondo turno dal Borussia M'gladbach.[34] L'8 dicembre, grazie alla vittoria per 3-0 contro il Barcellona,[35] supera a punteggio pieno il girone E della UEFA Champions League, accedendo così agli ottavi di finale,[36] nei quali supera agevolmente il Salisburgo (8-2 tra andata e ritorno),[37] venendo poi eliminato al turno successivo dal Villarreal.[38] Il 23 aprile 2022 vince la Bundesliga con tre giornate di anticipo.[39]

Inizia la stagione 2022-2023 vincendo la Supercoppa di Germania ai danni del RB Lipsia (5-3).[40] Il 24 marzo 2023, a seguito di alcune divergenze con i vertici del club, viene esonerato,[41][42] lasciando la squadra al secondo posto in campionato e ai quarti di finale di UEFA Champions League.[43]

Germania[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 settembre 2023 viene nominato commissario tecnico della nazionale tedesca, sostituendo l'esonerato Hans-Dieter Flick e firmando con la federazione un contratto valido fino al campionato europeo del 2024.[44][45]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 marzo 2023. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
feb.-giu. 2016 Bandiera della Germania Hoffenheim BL 14 7 2 5 CG - - - - - - - - - - - - - - 14 7 2 5 50,00 Sub. 15º
2016-2017 BL 34 16 14 4 CG 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 17 14 5 47,22
2017-2018 BL 34 15 10 9 CG 2 1 0 1 UCL+UEL 2+6 0+1 0+2 2+3 - - - - - 44 17 12 15 38,64
2018-2019 BL 34 13 12 9 CG 2 1 0 1 UCL 6 0 3 3 - - - - - 42 14 15 13 33,33
Totale Hoffenheim 116 51 38 27 6 3 0 3 14 1 5 8 - - - - 136 55 43 38 40,44
2019-2020 Bandiera della Germania RB Lipsia BL 34 18 12 4 CG 3 2 0 1 UCL 10 6 2 2 - - - - - 47 26 14 7 55,32
2020-2021 BL 34 19 8 7 CG 6 5 0 1 UCL 8 4 0 4 - - - - - 48 28 8 12 58,33
Totale RB Lipsia 68 37 20 11 9 7 0 2 18 10 2 6 - - - - 95 54 22 19 56,84
2021-2022 Bandiera della Germania Bayern Monaco BL 34 24 5 5 CG 2 1 0 1 UCL 10 7 2 1 SG 1 1 0 0 47 33 7 7 70,21
2022-mar. 2023 BL 25 15 7 3 CG 3 3 0 0 UCL 8 8 0 0 SG 1 1 0 0 37 27 7 3 72,97 Eson.
Totale Bayern Monaco 59 39 12 8 5 4 0 1 18 15 2 1 2 2 0 0 84 60 14 10 71,43
Totale carriera 243 127 70 46 20 14 0 6 50 26 9 15 2 2 0 0 315 169 79 67 53,65

Nazionale tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 26 marzo 2024.

Squadra Naz dal al Record
G V N P GF GS DR % Vittorie
Germania Bandiera della Germania 22 settembre 2023 in carica 6 3 1 2 11 9 +2 50,00

Nazionale tedesca nel dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
2024 Bandiera della Germania Germania UEFA Nations League 2024-2025 da disputare 0 0 0 0 ! 0 0 0
giu.-lug. 2024 Euro 2024 qualificato 0 0 0 0 ! 0 0 +0
Dal 2023 Amichevoli 6 3 1 2 50,00 11 9 +2
Totale Germania 6 3 1 2 50,00 11 9 +2

Panchine da commissario tecnico della nazionale tedesca[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-10-2023 East Hartford Stati Uniti Bandiera degli Stati Uniti 1 – 3 Bandiera della Germania Germania Amichevole Ilkay Gundogan
Niclas Füllkrug
Jamal Musiala
Cap: I.Gundogan
18-10-2023 Filadelfia Messico Bandiera del Messico 2 – 2 Bandiera della Germania Germania Amichevole Antonio Rudiger
Niclas Füllkrug
Cap: I.Gundogan
18-11-2023 Berlino Germania Bandiera della Germania 2 – 3 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole Kai Havertz
Niclas Füllkrug
Cap: I.Gundogan
21-11-2023 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 2 – 0 Bandiera della Germania Germania Amichevole - Cap: I.Gundogan
23-3-2024 Décines-Charpieu Francia Bandiera della Francia 0 – 2 Bandiera della Germania Germania Amichevole Florian Wirtz
Kai Havertz
Cap: I.Gundogan
26-3-2024 Francoforte sul Meno Germania Bandiera della Germania 2 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole Maximilian Mittelstädt
Niclas Füllkrug
Cap: I.Gundogan
Totale Presenze 6 Reti 11

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]
Hoffenheim: 2013-2014
Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Bayern Monaco: 2021, 2022
Bayern Monaco: 2021-2022

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nagelsmann il secchione, su ultimouomo.com, 26 gennaio 2017.
  2. ^ a b Il Red Bull Lipsia è una squadra unica, su ultimouomo.com, 19 dicembre 2019.
  3. ^ a b (EN) The 29-year-old boss causing a sensation, in BBC Sport. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  4. ^ a b Julian Nagelsmann - Profilo allenatore, su transfermarkt.it. URL consultato il 9 dicembre 2021.
  5. ^ a b (EN) Hoffenheim appoint 28-year-old Julian Nagelsmann as head coach, su theguardian.com, 11 febbraio 2016. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  6. ^ Julian Nagelsmann - Profilo allenatore, su transfermarkt.it. URL consultato il 9 dicembre 2021.
  7. ^ (EN) Hoffenheim appoint 28-year-old Julian Nagelsmann as manager for next season, su theguardian.com, 27 ottobre 2015. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Hoffenheim appoint 28-year-old manager Julian Nagelsmann, su bbc.com, 27 ottobre 2015. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  9. ^ Bundesliga, Aubameyang non c'è: il Borussia vince con Mkhitaryan, su repubblica.it, 13 febbraio 2016. URL consultato il 29 aprile 2021.
  10. ^ (EN) Bundesliga: Bayern overcome Darmstadt scare, Nagelsmann gets first win, su dw.com. URL consultato il 29 aprile 2021.
  11. ^ Nagelsmann, il baby-allenatore che sta stupendo la Germania, su Eurosport, 28 ottobre 2016. URL consultato il 29 aprile 2021.
  12. ^ (EN) 2016/17 season review: Nagelsmann's Hoffenheim join the elite [collegamento interrotto], su bundesliga.com - the official Bundesliga website. URL consultato il 29 luglio 2021.
  13. ^ (EN) Nagelsmann extends contract as Hoffenheim head coach [collegamento interrotto], su bundesliga.com - the official Bundesliga website. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  14. ^ (DE) Tabelle | 34. Spieltag | Bundesliga 2017/18, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  15. ^ (EN) Aaron Gallagher, Hoffenheim's 30-year-old manager leads club to Champions League football for the very first time, su The42. URL consultato il 29 luglio 2021.
  16. ^ (DE) Tabelle | 34. Spieltag | Bundesliga 2018/19, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  17. ^ (EN) Julian Nagelsmann: Hoffenheim coach to join RB Leipzig after 2018-19 season, su bbc.com, 21 giugno 2018.
  18. ^ VfL Osnabrück - RasenBallsport Lipsia, 11/ago/2019 - Coppa di Germania - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  19. ^ (EN) 1. FC Union Berlin - RB Leipzig | Season 2019/2020 | Bundesliga, su bundesliga.com - the official Bundesliga website. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  20. ^ (EN) RB Leipzig - 1. FSV Mainz 05 | Season 2019/2020 | Bundesliga, su bundesliga.com - the official Bundesliga website. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  21. ^ (DE) Tabelle | 34. Spieltag | Bundesliga 2019/20, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  22. ^ Gruppo E, in la Repubblica, 11 dicembre 2019, p. 36. URL consultato il 28 aprile 2021.
  23. ^ Mou, notte nerissima: il Lipsia ne fa 3 al Tottenham e vola ai quarti, su gazzetta.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  24. ^ Lipsia-Atletico Madrid 2-1: Simeone eliminato. Nagelsmann in semifinale di Champions, su tuttosport.com. URL consultato il 29 aprile 2021.
  25. ^ Lipsia-Psg 0-3, semifinale di Champions: gol di Marquinhos, Di Maria e Bernat, su gazzetta.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  26. ^ (DE) Tabelle | 34. Spieltag | Bundesliga 2020/21, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  27. ^ Ancora Salah-Mané, 2-0 al Lipsia e Reds ai quarti, su sport.sky.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  28. ^ Sancho e Haaland super: il Borussia Dortmund conquista la Coppa, Lipsia k.o., su gazzetta.it, 13 maggio 2021.
  29. ^ (EN) Julian Nagelsmann to become FC Bayern head coach, su fcbayern.com, 27 aprile 2021. URL consultato il 27 aprile 2021.
  30. ^ (DE) Plea, Lewandowski, Aufreger: Gladbach erreicht ein 1:1 gegen Meister Bayern, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  31. ^ Dortmund ko 3-1, il Bayern vince la Supercoppa tedesca: 1º titolo di Nagelsmann, Lewa decisivo, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 17 agosto 2021.
  32. ^ Borussia-Bayern 1-3, gol e highlights: doppio Lewandowski, a Nagelsmann la Supercoppa | Sky Sport, su sport.sky.it. URL consultato il 17 agosto 2021.
  33. ^ (EN) Bayern put 12 past Bremer SV in cup win, in BBC Sport. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  34. ^ (DE) Historische Pleite: Entfesselte Gladbacher schießen Bayern aus dem Pokal, su kicker. URL consultato il 13 dicembre 2021.
  35. ^ FC Bayern Monaco - FC Barcellona, 08/dic/2021 - UEFA Champions League - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 14 dicembre 2021.
  36. ^ Bayern Monaco-Barcellona 3-0, le pagelle: spicca Sané, disastro blaugrana - TUTTOmercatoWEB.com, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 14 dicembre 2021.
  37. ^ UEFA.com, Bayern - Salzburg 7-1 (tot. 8-2): Lewandowski trascina il Bayern ai quarti, su UEFA.com, 8 marzo 2022. URL consultato il 12 aprile 2022.
  38. ^ Sky Sport, Il Villarreal fa l'impresa: 1-1 e Bayern eliminato, su sport.sky.it. URL consultato il 12 aprile 2022.
  39. ^ Sky Sport, Le immagini della festa del Bayern Monaco, su sport.sky.it. URL consultato il 26 aprile 2022.
  40. ^ Sky Sport, Lipsia-Bayern LIVE, su sport.sky.it. URL consultato il 30 luglio 2022.
  41. ^ Perché il Bayern ha cacciato Nagelsmann, su sport.sky.it. URL consultato il 24 marzo 2023.
  42. ^ Bayern, ora è ufficiale: via Nagelsmann, il nuovo allenatore è Tuchel, su gazzetta.it. URL consultato il 24 marzo 2023.
  43. ^ (DE) FC Bayern stellt Julian Nagelsmann frei - Thomas Tuchel wird neuer Trainer, su fcbayern.com, 24 marzo 2023. URL consultato il 25 marzo 2023.
  44. ^ (DE) Julian Nagelsmann wird neuer Bundestrainer, su dfb.de. URL consultato il 22 settembre 2023.
  45. ^ Julian Nagelsmann è il nuovo allenatore della Nazionale di calcio tedesca, su ilpost.it, 22 settembre 2023. URL consultato il 26 settembre 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5546153834757764450006 · GND (DE1202991904 · WorldCat Identities (ENviaf-5546153834757764450006