Julia Tyler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julia Tyler
Julia Tyler.jpg

11° First lady degli Stati Uniti
Durata mandato 26 giugno 1844 –
4 marzo 1845
Predecessore Letitia Tyler
Successore Sarah Polk

Julia Gardiner Tyler (Gardiner's Island, 4 maggio 1820Richmond, 10 luglio 1889) fu la seconda moglie di John Tyler, il decimo presidente degli Stati Uniti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata presso Gardiner's Island, isola verso l'esterno di Long Island, New York, e una delle più grandi isole private negli Stati Uniti, Julia era la terza figlia di quattro di David Gardiner, senatore dello stato di New York, e di Juliana McLachlan-Gardiner.

È cresciuta nella città dell'East Hampton e nel piccolo villaggio di Bay Shore, ed è stata educata al Chegary Institute di New York. Nel 1839, scioccò la società apparendo in un annuncio pubblicitario per un grande magazzino della classe media, posando con un uomo non identificato e identificata come "La rosa di Long Island". La sua famiglia, per placare lo scandalo, la portò in Europa. Visitarono Inghilterra, Francia, Italia, Svizzera, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Irlanda e Scozia prima di tornare a New York nel settembre 1841[1].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1842 conobbe il presidente John Tyler durante un ricevimento alla casa bianca, pochi mesi dopo la morte della precedente moglie del presidente Letitia.

Julia, sua sorella Margaret e suo padre si unirono a un'escursione presidenziale sulla nuova fregata a vapore Princeton. Durante questa escursione, suo padre, insieme ad un certo numero di altri ospiti, perse la vita nell'esplosione di un enorme cannone navale chiamato Peacemaker. Julia fu devastata dalla morte del suo adorato padre. A causa delle circostanze della morte del padre, Julia e John accettarono di sposarsi con un minimo di festeggiamenti. Le nozze vennero celebrate il 26 giugno 1844 presso la Chiesa dell'Ascensione, in una cerimonia riservata, davanti ad appena dodici invitati.[2]

Destò scalpore e curiosità la differenza di età fra i coniugi. John Tyler infatti all'epoca aveva 54 anni mentre Julia 24. Dall'unione nacquero sei figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del mandato di Tyler, i coniugi si ritirarono a vivere presso la Sherwood Forest, dove vissero tranquillamente fino alla Guerra Civile.

Dopo la morte del marito nel 1862[13], perse i suoi 60 schiavi e 1100 acri di terra a causa della guerra. Julia si trasferì a Staten Island con molti dei suoi figli, anche se i rapporti familiari erano talmente tesi tanto che suo fratello David si rifiutò di recarsi in Virginia per accompagnarla a New York e alla fine si trasferì nella casa di sua madre. La sua casa fu quasi bruciata dai veterani dell'Unione arrabbiati quando fu scoperto che stava sventolando una bandiera confederata sulla sua proprietà. Nel 1865, suo fratello David fece causa per impedirle di ereditare la maggior parte del patrimonio della madre del valore di $ 180.000. Dopo due ricorsi, David Gardiner vinse il caso nel 1867[14].

Si convertì al cattolicesimo e fu ribattezzata nel maggio 1872[15]. La depressione che seguì al crollo del 1873 impoverì le sue finanze. Tornò in Virginia per vivere con l'aiuto dei suoi figli. Fece pressioni al Congresso per una pensione e le venne concesso un assegno mensile nel 1880. Dopo l'assassinio del presidente James Garfield nel 1881, il Congresso decise di concedere una pensione annuale di $ 5000 alle vedove degli ex presidenti[16].

Morì il 10 luglio 1889 presso Richmond. Fu sepolta accanto al presidente nel Hollywood Cemetery[17].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ First Ladies
  2. ^ a b Julia Tyler Biography
  3. ^ Special To The New York Times, JUDGE TYLER, 81, SON OF EX-PRESIDENT, DEAD; Former Congressman Dies in Late Father's Home, Sherwood Forest -- Fought With Confederates., in The New York Times, 6 settembre 1927. URL consultato il 2 maggio 2017.
  4. ^ Charles Burr Todd, In olde New York; sketches of old times and places in both the state and the city, a cura di Henry Reed Stiles, The Grafton historical series, New York, NY, The Grafton press, 1907, pp. 174–175, OCLC 3985699. URL consultato il 25 febbraio 2012.
  5. ^ Cornelia E. Brooke, Register of Historic Places Registration: Westerly, New York State Office of Parks, Recreation and Historic Preservation, July 1974. URL consultato il 1º settembre 2009.
  6. ^ (EN) Medical Society of the District of Columbia, History of the Medical Society of the District of Columbia: 1817-1909, The Society, 1909. URL consultato il 2 maggio 2017.
  7. ^ DR. LYON G. TYLER MARRIES.; Son of Tenth President of United States Weds Miss Ruff in., in The New York Times, 14 settembre 1923. URL consultato il 2 maggio 2017.
  8. ^ JOHN TYLER'S SON., in The New York Times, 18 febbraio 1932. URL consultato il 2 maggio 2017.
  9. ^ DR. LYON TYLER, 82, DEAD IN RICHMOND Former Head of William and Mary College Was Son of Nation's 10th President | WELL KNOWN AS AUTHOR | Wrote Many Volumes on History of Virginia - Was Elected to State Legislature in 1887., in The New York Times, 13 febbraio 1935. URL consultato il 2 maggio 2017.
  10. ^ Special To The New York Times, ROBERT FITZWALTER TYLER; Youngest Son of Tenth President of United States Dies at 70., in The New York Times, 31 dicembre 1927. URL consultato il 2 maggio 2017.
  11. ^ MRS. ELLIS, DAUGHTER OF PRESIDENT TYLER, in The New York Times, 1º luglio 1947. URL consultato il 2 maggio 2017.
  12. ^ Major William Munford Ellis, in The New York Times, 11 settembre 1921. URL consultato il 2 maggio 2017.
  13. ^ DEATH OF EX-PRESIDENT TYLER., in The New York Times, 22 gennaio 1862. URL consultato il 2 maggio 2017.
  14. ^ THE GARDINER-TYLER WILL.; The ease Finally Terminated-Important Opinion of the Court of Appeals--An Interesting Family HistoryJudgment of the Supreme Court at General Term Reversed, and the Decree of the Surrogate, Rejecting the sill, Affirmed--Motion for Re-Argument Denied., in The New York Times, 27 gennaio 1867. URL consultato il 2 maggio 2017.
  15. ^ Theodore C. Delaney, Surviving Defeat: The Trials of 'Mrs. Ex-President Tyler', in Peter Wallenstein e Bertram Wyatt-Brown (a cura di), Virginia's Civil War, University of Virginia Press, 2005, pp. 237-8.
  16. ^ Robert F. Watson, The Presidents' Wives: Reassessing the Office of First Lady, Boulder, Colorado, Lynne Rienner Publishers, 2000, p. 14.
  17. ^ Funeral of Mrs. Tyler, in New York Times, 13 luglio 1889. URL consultato il 21 marzo 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN45099259 · LCCN: (ENn86036479 · GND: (DE118840177 · CERL: cnp00539973