Jules Joseph Lefebvre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jules Joseph Lefebvre

Jules Joseph Lefebvre (Tournan-en-Brie, 14 marzo 1836Parigi, 24 febbraio 1912) è stato un pittore accademico francese.

Fu un finissimo ritrattista e rivale di William Bouguereau per i suoi nudi di donna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato all'École des Beaux-Arts nel 1852, Lefebvre fu allievo di Léon Cogniet e vinse il Prix de Rome nel 1861 con La morte di Priamo. Dal 1855 al 1898 espose 72 ritratti nel Salon di Parigi.

Insegnò all'Académie Julian, dove ebbe numerosi allievi.
Lefebvre dovette la sua notorietà principalmente ai suoi nudi femminili, un genere nel quale rivaleggiava con William Bouguereau. Nel 1868 la sua Donna sdraiata fece sensazione, ma la sua opera più celebre è La Verità, uno statuario nudo di donna che tiene alto uno specchio, visibile al Musée d'Orsay. Apprezzati ritratti sono quelli di Madame Reynaud e del Principe imperiale (1874).

Vinse una medaglia di prima classe all'Expo di Parigi del 1878 e una medaglia d'onore del Salon nel 1886.

Nel 1891 fu eletto membro dell'"Académie des Beaux-Arts" e fu nominato commendatore della Légion d'honneur.

Jules Joseph Lefebvre morì a Parigi all'età di 75 anni.

La verità

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1861 - La morte di Priamo
  • 1861 - Diva Vittoria Colonna
  • 1863 - Ragazzo che dipinge una maschera tragica
  • 1864 - La carità romana
  • 1865 - Ritratto d'Antonio, modello italiano
  • 1866 - Cornelia, madre dei Gracchi
  • 1868 - Nudo sdraiato
  • 1869 - Il risveglio di Diana
  • 1869 - Ritratto di Alexandre Dumas
  • 1870 - La Verità
  • 1870 - Ragazza col mandolino
  • 1870 - Il principe imperiale
  • 1872 - La cicala
  • 1874 - Odalisca
  • 1874 - Schiava con frutto
  • 1874 - Ritratto di Eugene Louis Napoleon Bonaparte
  • 1875 - Cloe
  • 1876 - Maddalena nella grotta
  • 1877 - Pandora
  • 1878 - Mignon
  • 1878 - Graziella
  • 1879 - Diana
  • 1879 - Diana sorpresa
  • 1880 - Ritratto di Julia Foster Ward
  • 1881 - Fiametta
  • 1882 - Pandora
  • 1882 - Giapponese
  • 1883 - Psyche
  • 1884 - Ritratto di Edna Barger
  • 1890 - Lady Godiva
  • 1890 - Ofelia
  • 1892 - Una figlia di Eva
  • 1896 - Ritratto di signora
  • 1898 - Amore affila le sue frecce
  • 1901 - Alexander Agassiz
  • 1901 - La figlia Yvonne Lefebvre

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dictionnaire Bénézit
  • Fernand Bertaux, Les Artistes picards, études sur MM. Hippolyte Bertaux, Louis Debras, Jules Lefebvre, Francis Tattegrain : peintres ; Emmanuel Fontaine, statuaire. Première série, Parigi, Ediz. Lechevalier, 1894, 33 pag.
  • Dictionnaire biographique des hommes du Nord : Nord, Ardennes, Aisne, Somme, Pas-de-Calais et Oise. I, Les contemporains, Parigi, Ediz. Henry Carnoy, [1894],
  • Arsène Alexandre, « Les morts d'hier : M. Jules Lefebvre », in Le Figaro, 25 febbraio 1912.
  • « Mort du peintre Jules Lefebvre, in Le Petit parisien », 25 febbraio 1912.
  • « Mort de Jules Lefebvre », in Gil Blas, 25 febbraio 1912.
  • « Mort de Jules Lefebvre », in L'Aurore, n° 5212, 25 febbraio 1912.
  • André Roussard, Dictionnaire des peintres à Montmartre au XIX et XXe siècles, Ediz. A. Roussard, Parigi, 1999, p.365/639 - ISBN 9782951360105


Allievi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogo della 27a Esposizione del 1885 a Amiens, pag.23.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN37191679 · LCCN: (ENnb2007017414 · ISNI: (EN0000 0001 1621 9259 · GND: (DE117614734 · BNF: (FRcb149804679 (data) · ULAN: (EN500013504