Juan Germán Roscio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Juan Germán Roscio Nieves

Juan Germán Roscio Nieves (San Francisco de Tiznados, 27 maggio 1763Cúcuta, 10 marzo 1821) è stato un avvocato, giornalista e politico venezuelano di origini italiane[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu redattore de La Gazeta de Caracas e direttore del Correo del Orinoco, primo cancelliere e capo dell'esecutivo durante la prima repubblica del Venezuela, ispiratore e redattore dell'atto di proclamazione dell'indipendenza del 19 aprile 1810, dell'atto di indipendenza del 5 luglio 1811, del regolamento elettorale per l'elezione del primo Congresso, della prima costituzione[2]. Fu inoltre Presidente del Congreso de Angostura del 1819 e vicepresidente della Gran Colombia [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Marisa Vannini, Italia y los Italianos en la Historia y en la Cultura de Venezuela, Caracas, Oficina Central de Información, 1966.
  2. ^ (ES) Venezuelan Government, su gobiernoenlinea.gob.ve. URL consultato il 10 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2006).
  3. ^ (ES) Juan Germán Roscio, su mipunto.com. URL consultato il 10 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).

Bibliografía[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Bolívar, Reinaldo, Los Olvidados del Bicentenario. Juicio Final al Mestizo Juan Germán Roscio Nieves, Caracas, Editorial el Perro y la Rana, 2010.
  • (ES) Juan Germán Roscio, Libertad, Despotismo e Historia.
  • (ES) Marisa Vannini, Italia y los Italianos en la Historia y en la Cultura de Venezuela, Caracas, Oficina Central de Información, 1966.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71642661 · ISNI (EN0000 0000 8151 8450 · LCCN (ENn84043808 · BNF (FRcb145960795 (data)