Juan Germán Roscio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Germán Roscio Nieves

Juan Germán Roscio Nieves (San Francisco de Tiznados, 27 maggio 1763Cúcuta, 10 marzo 1821) è stato un avvocato, giornalista e politico venezuelano di origini italiane[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu redattore de La Gazeta de Caracas e direttore del Correo del Orinoco, primo cancelliere e capo dell'esecutivo durante la prima repubblica del Venezuela, ispiratore e redattore dell'atto di proclamazione dell'indipendenza del 19 aprile 1810, dell'atto di indipendenza del 5 luglio 1811, del regolamento elettorale per l'elezione del primo Congresso, della prima costituzione[2]. Fu inoltre Presidente del Congreso de Angostura del 1819 e vicepresidente della Gran Colombia [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Marisa Vannini, Italia y los Italianos en la Historia y en la Cultura de Venezuela, Caracas, Oficina Central de Información, 1966.
  2. ^ (ES) Venezuelan Government, su gobiernoenlinea.gob.ve. URL consultato il 10 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2006).
  3. ^ (ES) Juan Germán Roscio, su mipunto.com. URL consultato il 10 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).

Bibliografía[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Bolívar, Reinaldo, Los Olvidados del Bicentenario. Juicio Final al Mestizo Juan Germán Roscio Nieves, Caracas, Editorial el Perro y la Rana, 2010.
  • (ES) Juan Germán Roscio, Libertad, Despotismo e Historia.
  • (ES) Marisa Vannini, Italia y los Italianos en la Historia y en la Cultura de Venezuela, Caracas, Oficina Central de Información, 1966.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71642661 · ISNI (EN0000 0000 8151 8450 · LCCN (ENn84043808 · BNF (FRcb145960795 (data)